martedì 8 luglio 2014

Scoperto un farmaco per il trattamento dell’autismo


autismo
Grosse speranze su un farmaco che potrebbe invertire l’autismo. Questo farmaco, già utilizzato nel trattamento del sonno, ha corretto nella cavie un sintomo simile all’autismo. A livello molecolare normalizza le connessioni difettose, da cellula a cellula, e gli effetti metabolici che si ritiene essere alla base del disturbo.
Il farmaco, suramina, si rivolge al sistema ricettivo delle cellule che risponde agli stimoli dello stress. Secondo una nuova teoria, l’autismo è fortemente legato a questo percorso, noto come “meccanismo di segnalazione mediata dal recettore purinergico”. Scienziati americani hanno scoperto che il farmaco è riuscito a correggere 17 tipi di anomalie legate all’autismo in cavie geneticamente modificate, ivi compresi i problemi di comportamento sociale.
Il professor Robert Naviaux, co-direttore del Centro malattie mitocondriali e metaboliche presso l’Università della California a San Diego, ha dichiarato: “La nostra teoria suggerisce che l’autismo interviene perché le cellule si bloccano in una modalità metabolica difensiva e non riescono a parlare tra loro normalmente, il che può interferire con lo sviluppo e la funzione cerebrale.
Abbiamo usato una classe di farmaci che è stata utilizzata per quasi un secolo, nel trattamento di altre malattie, per bloccare il segnale di “pericolo”, consentendo alle cellule di tornare al normale metabolismo e ripristinare la comunicazione inter-cellulare”. Ha aggiunto: “Certo, correggere le anomalie in una cavia non significa un equivalente risultato nell’uomo, ma questo ci incoraggia ad iniziare un piccolo studio clinico, con bambini affetti da autismo, già dal prossimo anno. Questo processo è alle sue prime fasi, ma questa terapia chiamata “anti-purinergica” offre nuovi spunti che potrebbero portare allo sviluppo di una nuova classe di farmaci per curare l’autismo”.

2 commenti:

  1. Titolo un po' troppo entusiastico, quindi, ma se hanno realmente individuato il meccanismo alla base di tale comportamento immagino che vi siano buone speranze per i bimbi di poter imbrigliare il problema salvo che non sia risolutivo anche per gli adulti come certi disturbi bipolari (mi sembra sia il termine) in cui si hanno stati d'animo depressivi alternati ad euforia che con un adeguato supporto medico e farmaci rimane nei normali limiti emotivi della maggior parte di Noi.

    Seguirti, è un'impresa considerando il ritmo di pubblicazione che ti ritrovi Marcello.
    A presto...:-)

    RispondiElimina
  2. Titolo entusiastico è vero, ma si tratta comunque di un articolo interessante che può ridare una speranza a tante persone o almeno la spinta per iniziare una ricerca alternativa all'inesistente terapia ufficiale.

    L'autismo, come la maggior parte delle malattie invalidanti, è una vera e propria piaga che dobbiamo comprendere prima di poterla guarire, ci sono vari metodi per giungere ad una guarigione, tuttavia per capire la patologia e affrontarla al meglio sarebbe opportuno sapere quello che ha detto il dr. Hamer riguardo alle costellazioni autistiche che sono certo sarebbe d'interesse a chi giornalmente combatte tale malattia.

    Più vado avanti nella mia conoscenza delle medicine e teorie alternative e più mi rendo conto che in questo mondo non esistono malattie incurabili.
    Conosco persone che sono guarite dalla sclerosi multipla senza medicine, senza dieta, senza nulla se non la potentissima forza di volontà, so di persone che hanno guarito i figli dall'autismo con la dieta (GAPS) un percorso difficilissimo, ma che fornisce dei risultati, inoltre so anche che il downismo può essere curato, ecc. ecc..

    Le malattie mentali sono curabili, tuttavia non è facile trovare il giusto percorso.

    Il problema di base quando si affrontano patologie estremamente gravi è la stessa terapia ufficiale che non fornisce alcuna alternativa e quelle esistenti vengono biocottate a spada tratta con ogni mezzo; per farti un esempio la battaglia contro il cancro è stata vinta molti anni fa e con cure naturali tuttavia ancora oggi pratichiamo la chemio con tutto quello che ne consegue(ci tornerò nuovamente sui tumori con un mio post articolato e spero chiarificatore) .
    Insomma se non s'era ancora capito la medicina ufficiale non persegue lo scopo di guarirci dai nostri mali, ma solo quello di curarci, meglio se a vita.

    Colgo l'occasione per rappresentare a chi avesse bisogno di informazioni su cure alternative per le varie patologie di effettuare una ricerca nel blog e che c'è la possibilità di stampare o salvare in pdf il post se necessario ad una più ampia diffusione.

    Grazie infinite Mauri M per i tuoi interventi.

    RispondiElimina

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...