domenica 8 dicembre 2019

Gatekeepers: guardiani del destino dell’umanità

Gatekeepers: guardiani del destino dell’umanità
Parlare solo di politica, solo di salute, solo di alimentazione o di qualunque altra cosa non è più ammissibile, non si può tacere su tutto il resto, non si può non vedere tutto il resto con cui è interconnesso il consueto dibattere.

A cosa serve parlare solo di politica, o di società, o di leggi, o d’altro tralasciando(volutamente?) la scienza, l’economia, la salute, i vaccini, i tumori, il 5G, la biogeoingegneria(scie chimiche ecc.), le guerre, la Chiesa, la Nasa, i media, la tv, lo sport, il global warming, la terra piatta, le energie e non per ultima l’evoluzione dell’uomo stesso? Perché se tutto è profondamente collegato?

Di tanto in tanto mi ritrovo a seguire alcuni importanti controinformatori e a chiedermi, ma com’è possibile? Ci fanno o ci sono? Non vedono, non sentono, o non ne vogliono parlare di tutto il resto, tutto ciò che è strettamente correlato ai loro argomenti e che deve assolutamente essere menzionato per far comprendere il disegno più grande?
Neanche a me piace parlare di alcuni argomenti, di politica per esempio, eppure l’ho dovuto fare, non potevo esimermi vista la forte compenetrazione di essa con tutto ciò che tratto maggiormente.

Capita quindi che diffidi di certe persone dedite solo ad una informazione ristretta, di nicchia e che vogliono spiegare(agli altri) e cambiare il mondo solo considerando le loro scialbe informazioni che da sole non servono a niente se non a distrarre e/o coprire tutto ciò che ad esse è indiscutibilmente connesso. 

Non mi piace giudicare, ma se qualcuno consapevolmente o meno fa il gatekeeper non posso far finta di niente, non posso stare a guardare mentre deridono la gente; si occupassero di tutto o meglio ancora di niente. Non abbiamo alcun bisogno di farci distrarre dal “piccolo” lasciandoci sfuggire la comprensione della grande illusione che tiene intrappolata la nostra mente.
C’è da dire che inconsapevolmente ognuno di noi, in una piccola misura, induce lontano da alcune verità(azione tipica del gatekeeper), ma qui però mi riferisco a chi attua un lavoro sistematico di deviazione e ottundimento del normale discernimento, quelli che, anche senza mentire, limitano coscientemente l’apprendimento di ulteriori tasselli della nostra realtà e vita.

Riguardo invece ai “comuni mortali” devo anche precisare che il “non dovete tacere” è anche indirizzato a tutti quelli che sanno e non fanno, sanno e si nascondono, sanno e fingono che vada tutto bene.

Sapere senza agire è il peggiore dei mali dell’umanità, è il segno che vi hanno soggiogati ancora di più di chi non sa, cercate invece di usare il vostro sapere agendo in qualsiasi modo per ritrovare la vostra libertà, perché chi non rischia almeno un po’ attraverso l’azione consapevole è il vero schiavo.
Quando possiedi la verità quello
che ti dicono che non puoi fare è quello che devi fare…
Quando tu sai devi farti avanti e parlare…
Se abbracci questa realtà
nessuna cosa creata dall’uomo ti potrà fermare(Fonte)
Ai contro informatori di nicchia che svolgono comunque un apprezzato lavoro vorrei chiedere di allargare gli orizzonti per far vedere meglio l’inganno che non è mai circoscritto in un solo ambito ma che abbraccia sovente ogni settore della vita.
E’ doveroso parlare un po’ di tutto se no è meglio tacere.

Massima attenzione ai veri gatekeepers, non dei semplici troll, ma degli esseri ben addestrati, senza più tracce d’umanità, sempre che prima ne avessero, che agiscono alla luce del sole e sono supportati non si sa bene da chi considerato che sia sul web che altrove acquisiscono una rilevante notorietà; hanno buone doti comunicative e sono scaltri nel sviare discorsi per loro inopportuni, il loro scopo è tenerci impegnati a lungo, lontani da certi argomenti, da certi pensieri, da certe deduzioni. 

I gatekeepers, quelli veri, sono strumenti molto potenti in mano al sistema, vengono usati anche a loro insaputa per placare gli animi di un popolo o un settore di esso che è stato troppo vessato, forniscono suadenti speranze di riscatto e quindi inducono all’inazione i meno attenti. Spesso per acquisire un alto livello di credibilità questi personaggi infimi e viscidi simulano vessazioni dal sistema che invece sostengono e fingono rabbia verso esso, ma sono maestri della simulazione che solo pochi attenti al linguaggio del corpo possono comprendere e quindi dubitare. Di norma sono politically correct non esagerano mai verso il finto nemico per non alimentare fuochi, in altri casi invece fingono azioni disperate senza successo poiché solitarie. Ciò che fanno è di non creare “unione d’intenti” fornendo qua è la piccole o vaghe speranze di un cambiamento cercando di non farsi nemici tra i propri “fan”. Sono maestri nell’illudere e tutti prima o poi gli credono.

Distolgono le masse dalla grande distrazione del sistema tutta incentrata sul non farci capire chi siamo e su cosa possiamo, per impedirci di vivere la nostra vera natura di umani-divini-creatori e trasformarci invece in degli inetti schiavi.

Tenendoci scrupolosamente impegnati a distanze siderali dalla comprensione del chi siamo, dove siamo e perché siamo qui i gatekeepers guidano il destino dell’ignara umanità.
Marcello Salas
 

Agg.to gennaio 2021
=======================

Ti dicono che il sistema ti inganna, poi mischiano scaltramente le informazioni del sistema come se fossero vere, inveiscono sentitamente contro il sistema e al contempo denigrano il popolo ignorante inibendone l'azione, non forniscono vere soluzioni ma solo sfoghi momentanei che non conducono molto lontano chi ancora è perso.

Usano strumenti del sistema per combattere il sistema, pur sapendo che il sistema non fornisce strumenti per abbatterlo quindi forniscono delle false illusioni al popolo speranzoso in attesa di un salvatore.

Smontano e poi in piccola parte passano (per buone) le notizie del sistema inducendo una flebile dissonanza difficile da scoprire.

 

Mettono alle strette chi si oppone alla società schiavizzante con tutti gli strumenti del sistema e quindi hanno vittoria facile contro i “davide” odierni schiacciandoli senza pietà, tuttavia a volte non “uccidono” e con le buone o con le cattive, inglobano, aggregano in movimenti, in piattaforme di condivisione, gruppi di lavoro, convenction, siti ecc. i controinformatori genuini mescolandoli sempre con quelli falsi(dissenso controllato) per controllarne ogni movimento e sottilmente sviandoli da intenti dannosi per il padrone e per poterli in futuro screditare per essersi associati a falsi controinformatori, insomma tecniche di gatekeeping ben collaudate oltre a quelle ben conosciute di distogliere da taluni argomenti, far disperdere le energie, generare disprezzo ed altre reazioni emotive negative, indurre confusione con l'eccesso di info ecc. ecc.

I gatekeeper a pagamento, di solito facenti parte dell'intelligence di uno stato, hanno risorse illimitate, godono e vivono solo per far soffrire gli altri, si sentono intoccabili ma purtroppo per loro così non è, il “diavolo” al momento opportuno farà strage anche dei suoi adepti è nella sua natura, ma loro non pensano a questo perché si sentono essi stessi il diavolo, essi padroni, ma è solo una “copertura” per la loro debolmente residua vera natura umana, un filtro per non soffrire, una corazza caratteriale creatasi nell'infanzia e impossibile da deporre, quindi vivono e sguazzano nel male come se fosse lo scopo dell'esistenza terrena di cui nulla sanno.

 

In occasione del famigerato Covid o per meglio dire del vaccino per il Covid sono stati squinzagliati molte migliaia di gatekeeper di vario livello invadendo ogni social e sito, non è difficile individuarli, postano e commentano di tutto, hanno una fitta rete di amici, finti amici e cercano proseliti odiando gli ignari che non cercano di salvare ma sanno solo denigrare.

La caratteristica più peculiare dei gatekeeper è il fatto che loro non generano mai azioni ma inducono solo reazioni… le azioni si sa richiedono un pensiero-ragionamento ed il loro scopo non è quello di farti pensare e/o capire.

 

Viviano in una realtà fisica che viene generata dalla sua componente metafisica e anche la guerra a cui gli umani sono sottoposti da millenni è in piccola parte fisica e massicciamente metafisica, quindi sarebbero opportune conoscenze/informazioni in tale ambito; i gatekeeper, in qualità di depistatori di sistema non diranno mai come/cosa combattere seriamente questa guerra soprattutto spirituale sia perché molti neanche lo sanno sia perché se fornissero soluzioni reali, valide, sarebbero esautorati, allo stesso modo di quelli che combattono per conto del padrone.

Loro oggi sono i maggiori responsabili dell'attuale condizione di schiavitù dell'uomo.

atopos marcello


 
Correlati:

4 commenti:

  1. Bellissimo articolo ~ Paola Stellare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, grazie infinite.
      Ti seguo sempre con ammirazione.
      Buon proseguimento e splendida vita. :-)

      Elimina
    2. Caro Marcello, a distanza di alcuni mesi, apprezzo di nuovo, e forse di piu’, il tuo articolo, del quale mi colpiscono espressioni chiave: il disegno piu’ grande, informazione ristretta, tenerci lontano da certe deduzioni, non creare unione d’intenti, ed alcune altre.
      Per mia visione liberale sono portata a credere a coloro che manifestano indignazione, e forse devo cominciare a restare piu’ fredda di fronte al vorticare umano. ~ Paola Stellare

      Elimina
  2. Potrei farti una lista infinita di tali esseri immondi. Davvero un buon leggere, bravo, ciao Marcello.

    RispondiElimina

I commenti spam, offensivi, non pertinenti e quelli riportanti indirizzi mail o link sospetti saranno cancellati.

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...