venerdì 15 febbraio 2019

L'inventore del vaccino contro l'HIV è stato incriminato per frode criminale.

L'inventore del vaccino contro l'HIV è stato incriminato per frode criminale, mettendo in discussione la ricerca sull'AIDS e la sperimentazione di farmaci

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com
tratto da Naturalnews.com

Dalla scoperta del virus associato alla linfoadenopatia (in seguito chiamato virus dell'immunodeficienza umana [HIV]) nel 1983 da Luc Montagnier dell'Istituto Pasteur in Francia, gli scienziati hanno tentato di capire come l'HIV porti all'AIDS in piena regola. Un intero settore che circonda l'AIDS è emerso mentre i ricercatori hanno iniziato a sviluppare farmaci contro l'AIDS e vaccini contro l'AIDS per arrestare il virus, interrompere la sua modalità di azione e inibirne la diffusione.

Questione l'HIV e l'AIDS

Secondo AIDS.gov , il virus dell'immunodeficienza umana attacca le cellule T, usandole per fare copie del virus, in ultima analisi, superando il sistema immunitario fino a quando una persona ha la sindrome da immunodeficienza acquisita in piena regola (AIDS). In questa fase, le infezioni opportunistiche possono prendere piede e portare fuori una persona compromessa. 

Nel corso degli anni giornalisti, ricercatori ed esperti medici hanno messo in discussione il legame tra HIV e AIDS. Spesso chiamati negazionisti dell'AIDS , questi individui dalla mentalità aperta stanno attualmente studiando i modi in cui i pazienti infetti possono rafforzare il loro sistema immunitario.

Secondo l'uomo che ha scoperto l'AIDS, Luc Montagnier, vincitore del Premio Nobel per il 2008, essere sieropositivo non deve condurre a una vera e propria AIDS: "Possiamo essere esposti all'HIV molte volte senza essere cronicamente infetti dal virus entro poche settimane, se hai un buon sistema immunitario. " 

Ciò significa che coloro che risultano positivi all'HIV potrebbero non essere a rischio di AIDS?

La più recente frode sui vaccini anti-HIV rivela una cultura medica troppo zelante di cui non ci si può fidare

Quando un famoso inventore di vaccino anti HIV ammette di aver commesso frodi nei test clinici del vaccino, è importante mettere in discussione non solo la frode attuale, ma anche la potenziale disinformazione disinformante che circonda l'HIV e l'AIDS, in modo da poter comprendere meglio le malattie del sistema immunitario. La comunità scientifica che circonda l'AIDS non può più essere ritenuta affidabile. 

L'uomo in questione è il responsabile del laboratorio della Iowa State University, Dong-Pyou Han. Recentemente ha confessato di impiombare campioni di sangue di coniglio con anticorpi umani. Ciò ha fatto sì che il vaccino sperimentale per l'HIV abbia avuto successo. I procuratori federali hanno sporto denuncia contro Han dopo aver ammesso di aver falsificato dati che hanno ottenuto il sostegno di grosse sovvenzioni governative. Han è stato incriminato per quattro capi di imputazione di dichiarazioni false, che comportano una possibile condanna a 20 anni di carcere.

"Si tratta di un caso importante perché è estremamente raro che gli scienziati ritenuti colpevoli di frode siano ritenuti responsabili dall'attuale sistema di giustizia penale", ha affermato Ivan Oransky, cofondatore di Retraction Watch , che tiene traccia della cattiva condotta della ricerca. 

Il caso ha distrutto la fiducia del pubblico nei ricercatori di vaccini e persino nel National Institutes of Health. La frode pone domande sugli attuali farmaci per l'HIV, informazioni pubbliche sull'AIDS, su come viene trasferito il virus e così via. 

Mike Carome, direttore del Public Research Group di Public Citizen, ha dichiarato: "È un caso piuttosto straordinario che implica una chiara e intenzionale falsificazione". Ha aggiunto, "La lana è stata tirata sopra gli occhi di molte persone".

Quanto facilmente si trasmette l'HIV, davvero?

Nella ricerca dell'UC Berkeley diretta dalla Dr.ssa Nancy Padian, sorsero altre domande quando l'HIV era documentato come difficile da trasmettere sessualmente. 

"Abbiamo seguito 175 coppie discordanti l'HIV [un partner è risultato positivo, uno negativo] nel tempo, per un totale di circa 282 anni-coppia di follow-up". 
Ha proseguito affermando: "Nessuna trasmissione [dell'HIV] si è verificata tra il 25% delle coppie che non hanno usato i preservativi in modo coerente, né tra le 47 coppie che hanno praticato a intermittenza sesso non sicuro durante l'intera durata del follow-up". 

"Non abbiamo osservato nessuna sieroconversione dopo l'entrata nello studio [nessuno è diventato sieropositivo] ... Questa evidenza sostiene che la bassa infettività in assenza di condivisione dell'ago e / o altri cofattori."

Farmaci anti-HIV testati su orfani di New York, oltre 200 morti

Nel 2004, il giornalista investigativo Liam Scheff ha diffuso la notizia di uno scandalo dei processi clinici a New York. Lo studio finanziato dal governo ha usato orfani della città e li ha sottoposti come cavie alle sperimentazioni sui farmaci. Dopo aver intervistato madri, bambini e operatori per l'infanzia presso l' Incarnation Children's Center per anni, Scheff ha scoperto che oltre 200 bambini sono morti durante gli esperimenti, che spesso alimentavano forzatamente i bambini attraverso i tubi nasali e gastrici.

Ciò pone la domanda: quanto è onesta ed etica l'industria che circonda l'AIDS?
Dopo aver indagato sui famigerati esperimenti con farmaci contro l'AIDS negli orfani, Scheff divenne molto scettico sull'intero settore che circonda l'AIDS che definisce "restrizioni sessuali sugli africani e interferisce con il loro parto e fertilità", mentre drogano le popolazioni con medicine tossiche che riducono l'aspettativa di vita e sono coinvolte nella morte di orfani in prove di prova umana NIH. 
Le fonti per questo articolo includono: 


Correlati:

Vaccini si, vaccini no, vaccini gnamme’


Vaccini si, vaccini no, vaccini gnamme’
Avviso importante. Si consigliano caldamente i genitori di documentarsi sugli effetti (e l’utilità) del vaccino che il Ministero della “Sanità” ci sta proponendo, prima di permettere che il delicato sistema nervoso dei loro bambini (e quello degli adulti in generale) sia violato dai forti inquinanti presenti nel vaccino stesso.
Gli ingredienti
I maggiori ingredienti in un vaccino sono i virus morti e quelli vivi che sono stati attenuati (cioè, indeboliti e resi meno nocivi).

I vaccini contro l’influenza contengono anche un numero di tossine chimiche, incluso: il glicole etilenico (antigelo), la formaldeide,il fenolo (acido carbolico) e antibiotici come neomicina e streptomicina.

In aggiunta ai virus e ad altri additivi, molti vaccini contengono anche immuno-adiuvanti come l’alluminio e lo squalene.

L’immuno-adiuvante aggiunto al vaccino ha lo scopo d’aumentare la risposta immunitaria alla vaccinazione. Gli adiuvanti fanno si che il sistema immunitario iperreagisca alla introduzione dell’organismo contro il quale si è stati vaccinati.
Questi adiuvanti si suppone che facciano il lavoro più velocemente (ma certamente non in modo innocuo). Gli adiuvanti riducono la dose del vaccino quindi, tanto meno sarà il vaccino richiesto per ogni individuo, tanto più dosi individuali saranno disponibili per le campagne di vaccinazione di massa.

Nei vaccini contro la febbre suina ci saranno immuno-adiuvanti?
Il governo USA ha contratti con molte case farmaceutiche per sviluppare e produrre vaccini contro la febbre suina. Almeno due di queste aziende, la Novartis e la GlaxoSmithKline, stanno usando un adiuvante nei loro vaccini H1N1
Dottor Mercola

Correlati:

L’ennesimo inganno del “Mo-Vi-Mento” sui vaccini (sul 5G e su tutto il resto) inserito nel reddito di cittadinanza.

L’ennesimo inganno del “Mo-Vi-Mento” sui vaccini (sul 5G e su tutto il resto) inserito nel reddito di cittadinanza.
Serve ancora parlare di come in realtà stanno le cose? Non è tutto chiaro e lampante? No? Il nostro beneamato governo del cambiamento definitosi “mo-vi-mento”(sarà un caso?), come ho già avuto modo di disquisire, non ha avviato alcun cambiamento reale, cioè non ha neanche tentato di risolvere i veri e pesantissimi problemi di questo paese anzi pian piano li ha esacerbati sviando astutamente l’attenzione delle masse verso argomenti secondari ma che smuovono facilmente i loro animi (vedasi migranti, pensioni, reddito di cittadinanza, ecc.), con mirati accorgimenti hanno portato ancora una volta il popolo a sperare tanto, ma il popolo non sa che la speranza inibisce ogni azione, in un cambiamento che gli è stato concesso col contagocce anche un tantino avvelenate, come ad esempio è accaduto per la quota 100 e il famigerato reddito di cittadinanza.
Riguardo alla quota 100 chi vivrà vedrà che non serve a nulla, considerato che l’uscita anticipata ha sempre e comunque un costo a carico del pensionato che però chiaramente viene celato, per quanto attiene invece al rdc non mi dilungo più di tanto poiché tantissime persone sveglie da tempo che lo definiscono col suo vero nome cioè reddito di schiavitù, per via della modalità con cui viene concesso, per via dei nuovi posti di lavoro che si creeranno a basso costo (formati dallo stato) dove confluiranno i beneficiari del rdc, ecc. ecc. ma lasciamo perdere quelle che ancora sono ipotesi non confermate da accadimenti reali, ora finalmente il rdc è realtà e darà una svolta all’Italia, almeno così ci dicono!

Finalmente il 28-01-2019 col Decreto Legge nr.4 viene introdotto il tanto agognato reddito di cittadinanza e senza voler spulciare tutte le 88 pagine del decreto, comprese le assurde sanzioni da rapina a mano armata, non posso però non soffermarmi su un punto dolentissimo, l’ennesimo inganno di un governo che non ha tenuto fede(come tutti gli altri del resto) alle sue promesse da campagna elettorale.

All’art. 7 comma 9 si legge che si perde il diritto se: “In caso di mancato rispetto degli impegni previsti nel Patto per l’inclusione sociale relativi alla frequenza dei corsi di istruzione(!) o di formazione(!) da parte di un componente minorenne ovvero impegni di prevenzione(!) e cura(!) volti alla tutela della salute, individuati da professionisti sanitari, si applicano le seguenti sanzioni:…”… ora qualcuno sa spiegarmi bene cosa intende lo stato con tali precetti?

Quattro righe che ad analizzarle bene destano sconcerto: lo Stato vuole aiutare i poveri e per dargli dei soldi per mangiare li costringe a corsi di istruzione? Di cosa, a beneficio di chi e a spese di chi? Oppure li costringe a corsi di formazione a cosa? Al lavoro? Attraverso lavoro gratuito tipo alternanza scuola-lavoro? E anche qui a beneficio e spese di chi? Infine il pezzo forte, se i poveri vogliono usufruire dell’aiuto dello stato, solo per mangiare eh con quei soldi non si pagano nemmeno le bollette di un bimestre, devono attenersi agli impegni di prevenzione e cura!!!
Non si starà parlando mica delle vaccinazioni imposte contro ogni logica ed umanità vero? Quelle vaccinazione tanto negate e poi abbracciate saldamente e per le quali proprio al M5S stanno alacremente lavorando(vedasi qui e qui) alla loro implementazione ed estensione a tutti?


Insomma la coalizione del “ora(e sempre)-vi-mento” sui vaccini, sul 5G e su tutto il resto, quelli del “noi siamo la ggente”, che insistono nel dirci che i vaccini fanno benissimo e sono sicuri mentre prima ci dicevano l’esatto contrario, ha colpito ancora una volta.
Questi salvatori alle scorse elezioni regionali hanno perso un po’ del loro “smalto” in favore di Salvini altro elemento mediatico di illusione di massa che come tutti in politica recita una parte di un “film” già scritto… nella circostanza volevo far presente che credere(come vogliono) che il M5S stia perdendo punti perché è contro il sistema è da ingenui; è solo una finta, tra l’altro fatta anche male, le loro azioni sono inequivocabili, stanno portando avanti tutti gli interessi del sistema, il 5G ed i vaccini in primis, oltre che naturalmente il mantenimento di uno status quò che vogliono far credere stia vacillando.

Se si esercita il diritto di voto è sol perché semplicemente ancora non si è compreso il meccanismo di schiavitù in cui è tenuto il cittadino.
Svegliatevi prima che sia troppo tardi, anzi no continuate a dormire perché il troppo tardi l’abbiamo già superato da tempo, continuate pure per evitare la sofferenza di scoprire l’amara verità, quella che la mente automaticamente scarta ed evita accuratamente di farvi anche solo pensare.
Marcello Salas.

Correlati:
---
---

giovedì 31 gennaio 2019

La televisione è il cancro dello spirito che diffonde anti-umanità

La televisione è il cancro dello spirito che diffonde anti-umanità

A cura di: Chiara Del Fiacco
Dagli archivi della rivista Éléments, n.12, settembre/novembre 1975, estratto dell’intervista al drammaturgo Jean Anouilh, contro la televisione.
 Quale è il vostro giudizio sulla cultura contemporanea e sulla società occidentale?
«La cultura e la società occidentale somigliano a un treno uscito dai binari
Deragliamento completo, disastroso, tragico, angosciante. Non dispero che le direttrici siano un giorno ristabilite, con dei migliori macchinisti e una locomotiva più potente…
La società e la cultura sono state corrotte e avvelenate dai ratti, usciti dalle loro fogne e penetrati nelle nostre case attraverso i canali della televisione: il cancro dello spirito.
La televisione è diventata lo strumento di corrosione e lavaggio del cervello più sottile e rapido per le nuove generazioni. Diffonde quotidianamente la falsa cultura della menzogna, la falsa verità storica, l’anti-umanità. Lo spettatore è seduto passivamente con la bocca spalancata, come dal dentista, con la sola differenza che dal dentista si va per curare una carie, mentre i famelici personaggi televisivi, metà uomini, metà donne, copie conformi dell’anti-uomo (l’uomo delle caverne), propagano la carie dei cervelli.
Guardate i bambini di oggi. Corrotti da genitori incoscienti e permissivi, e dalla televisione, non hanno più alcuna immaginazione, alcuna poesia, alcuna fantasia. Non sanno più giocare, né sorridere. Non hanno ancora messo tutti i denti e sono già vecchi; quando li avranno tutti, nessuno gli avrà insegnato a mordere: mordere non è più di moda, oggi si lecca.

E quando arriverà l’invasore – ce n’è sempre uno nella storia del mondo-, sarà troppo tardi. Gli uomini di domani, usciti dai bambini di oggi, fatti dalla televisione, gli potranno solamente leccare i piedi!».
Fonte articolo


Correlati:
[Tv]

Dr. Hamer: ridicolizzato, contestato ed infine accettato!?

Le neuroscienze riabilitano Hamer?
Marcello Pamio
I risultati di una recente ricerca italiana pubblicata l’8 gennaio 2019 sul «Journal of Neuroscience Research» (J Neuro Res. 2019;1-11) sono estremamente interessanti e confermano in pieno (anche se nessuno lo dice) le «Leggi biologiche» codificate dal compianto dottor G. R. Hamer.
Oggi è eresia nominare pubblicamente l’innominabile, e infatti chi ha il coraggio di parlare delle scoperte rivoluzionarie del medico e teologo tedesco, finisce per essere messo alla gogna mediatica e/o radiato....

Lo studio ha preso in esame 84 persone alle quali è stato diagnosticato il PTSD, cioè il Disturbo Post-Traumatico da Stress. Parolona pregnante che non significa assolutamente nulla, ma che serve a medici, psicologi e psichiatri per cercare di spiegare il profondo disagio interiore vissuto da una persona.
Secondo i ricercatori questo PTSD può scatenare malattie cardiovascolari, cancro e sindrome metabolica. Avete letto attentamente? La «malattia emotiva» che colpisce spesso chi vive un evento traumatico/conflittuale particolarmente intenso, drammatico e pericoloso sarebbe l’innesco e/o la causa di patologie gravissime come il cancro o l’infarto.

Il gruppo di persone prese in esame è stato suddiviso in base al tipo di trauma vissuto: 39 vittime di attacchi terroristici, combattimenti bellici, rapimenti e torture e 45 vittime di altri eventi traumatici, come incidenti stradali, di caccia, o persone che avevano provato un forte trauma in seguito alla morte di una persona cara.
Il dottor Andrea Fagiolini[1], uno dei principali autori dello studio e direttore del Dipartimento di Salute Mentale e UOC Psichiatria dell’azienda ospedaliero-universitaria di Siena, spiega che «sebbene questi studi siano agli albori, i nostri risultati suggeriscono la possibilità che alcuni tipi di trauma, come quelli particolarmente intensi o ‘disarmanti’ degli attacchi terroristici, possano alterare alcuni sistemi del corpo umano in modo ancora più pervasivo di altri tipi di trauma, con conseguente maggiore possibilità di sviluppare malattie correlate, come il cancro”.

Il dottore dichiara che tali studi sono agli albori, peccato che se si prendesse la briga di studiare la mole documentale lasciata dal teutonico medico, capirebbe che tali informazioni sono a disposizione dell’umanità da quasi quarant’anni, dal 1981 per essere precisi.
Nonostante questo, è interessante uno studio ufficialissimo che correla l’aspetto biologico-emozionale alle manifestazioni patologiche gravi come il cancro.

Ovviamente per loro il cancro sarebbe dovuto a uno squilibrio del sistema endocrino: «i pazienti con PTSD hanno alterazioni del sistema endocrino, del sistema nervoso autonomo e di vari neurotrasmettitori». Squilibri che possono portare a «un aumento del cortisolo o a ulteriori squilibri che aumentano il rischio di genesi dei tumori, ad esempio, come conseguenza di alterazioni del sistema immunitario». Tutto sacrosanto, ma si limitano a guardare il dito e non la Luna: se solo so spingessero un po’ più in là del loro naso…

L’altra cosa emersa è l’associazione tra conflitto e cancro femminile, hanno riscontrato infatti più tumori nelle donne rispetto agli uomini, e questo rischio maggiore per le donne «potrebbe essere correlato a un diverso assetto del sistema endocrino o a una diversa suscettibilità per alcune neoplasie, come quelle mammarie, che potrebbero risentire più di altre delle disregolazioni endocrine e immunitarie correlate al PTSD».
La Verità è figlia del tempo, e non a caso questo studio da perfettamente ragione alle mirabolanti scoperte del medico più boicottato e maltrattato dell’ultimo secolo: Geerd Ryke Hamer, il quale, ovunque si trovi in questo momento, sta certamente ammiccando…
E comunque, gli studi e le verifiche empiriche di Hamer rappresentano in realtà solo la punta di un iceberg, e il portale che conduce alla visione di un Nuovo Mondo. Prima di lui infatti Hans Seyle, Henri Laborit, Lippet e molti altri hanno ampiamente dimostrato le connessioni tra stress e malattia. Dopo di lui Pribram, la Pert, Thorwald Dethlefsen, l’italiano Castrica e molti altri continuano ad evidenziare il ruolo primario del cervello nel generare una «malattia» o una «alterazione comportamentale».
Il vero merito di Hamer è aver aperto una breccia tra una medicina «commerciale» votata alla risoluzione di un sintomo mediante somministrazione obbligata di un farmaco e una medicina vera e scientifica in grado di spiegare nel 100% dei casi in maniera assoluta, ripetibile e prevedibile lo sviluppo di una alterazione anatomica e funzionale. Infine il merito straordinario di aver anche ridimensionato la «paura» della diagnosi…
Fonte
[1] Autori dello studio: Fabio Ferretti, Andrea Pozza, Letizia Bossini, Laura Del Matto, Serena Desantis, Miriam Olivola, Giacomo Gualtieri, Anna Coluccia, Andrea Fagiolini.

Correlati:

Veronesi "abbraccia" la Nuova Medicina Germanica col metodo delle 5P... ma il protocollo tradizionale non era efficace?

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...