domenica 23 dicembre 2018

I vaccini e le balle spaziali di Samantha Cristoforetti

Balle spaziali

Anno 2018. Ministero della salute (?) italiano. Samantha Cristoforetti, nota astronauta italiana, viene ingaggiata come testimonial di uno spot a favore dei vaccini. Da notare che la Cristoforetti è colei che ha affermato che non abbiamo la tecnologia per andare oltre l’orbita bassa, quella utilizzata dalla stazione spaziale internazionale ISS. Per approfondimenti: Obiettivo Luna, Marte e altri pianeti. Obiettivo mancato?

Allo spot, intanto, il dottor Paolo Bellavite, medico chirurgo di provata esperienza, risponde così:
Gentilissima Samantha Cristoforetti,
ho visto il Suo brillante spot sui vaccini, in cui afferma che la Scienza ci protegge dalle malattie e finisce con la sentenza “i vaccini funzionano, e sono sicuri”.
http://www.quotidianosanita.it/m/governo-e-pa…/articolo.php…
Se è vero che condivido con Lei l’amore per la Scienza, e se è vero che la Scienza ci protegge dalle malattie (ben sapendo che il morbillo fa 5 morti per anno – più o meno come negli anni ‘80 prima dei vaccini – e il diabete 20.000, in crescita), non so quali studi Lei abbia compiuto prima di giungere a tale lapidaria affermazione sui vaccini. Per parte mia, più studio, meno ne sono sicuro. Più precisamente, ci sono poche evidenze scientifiche che i vaccini obbligatori oggi in Italia abbiano un favorevole profilo benefici/rischi. Non ho detto “nessuna”, ho detto “poche”, o poco convincenti, e variano da vaccino a vaccino.
Mi piacerebbe sapere se chi L’ha invitata a partecipare a quel brillante spot L’ha informata che il sistema di segnalazione degli eventi avversi funziona poco e male e che, in base a una meta-analisi pubblicata in letteratura scientifica (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/m/pubmed/28483543/… ) si può facilmente stimare che oggi in Italia vi potrebbero essere almeno 25000 (venticinquemila) persone, in gran parte donne, che soffrono di malattie autoimmuni dovute, almeno come concausa, a qualche vaccinazione.
Spero quindi che Lei si adoperi col Suo prestigio affinché sia potenziata la ricerca in questo campo. In particolare sarebbe molto utile svolgere una ricerca sistematica sullo stato di salute dei bambini vaccinati e non vaccinati. Con dei colleghi abbiamo già preparato un progetto, ne ho parlato nelle mie pagine fb.
A Sua disposizione per eventuali spiegazioni qualora Le interessasse, porgo i miei più cordiali saluti e auguri per le prossime festività.
Serve aggiungere altro? Sì, le analisi commissionate da CORVELVA, con il contributo dell’ORDINE DEI BIOLOGI ITALIANI, per verificare la tanto decantata purezza dei vaccini e della loro reale efficacia. Risultato?

Al vaccini contro la rosolia manca… la rosolia!?
Sei un genitore e non te lo aspettavi? Bene, ora, con l’informazione, hai una possibilità in più per decidere obiettivamente, con maggiore responsabilità.
Consiglio di approfondire l’intervista rilasciata dal presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi Vincenzo D’Anna, alla giornalista Giorgia Guglielmi, science writer di “Nature”:
Per ulteriori approfondimenti riporto qui l’estratto dei finanziatori (leggasi “proprietari”) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, elenco non esaustivo che descrive le fonti dei rispettivi contributi nel 2016 (estratto da: www.corvelva.it). In rosso le case farmaceutiche. Il lettore tiri le somme da sé:
United States of America: $324.156.696
Bill & Melinda Gates Foundation: $275.858.618
United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland: $133.843.104
GAVI Alliance: $75.420.327
Japan: $68.247.123
National Philanthropic Trust: $66.650.000
Rotary International: $52.842.093
European Commission: $45.573.156
United Nations Central Emergency Response Fund (CERF): $44.096.161
Germany: $39.662.977
Australia: $39.660.593
Canada: $38.599.722
Sweden: $34.160.596
United Nations Office for the Coordination of Humanitarian Affairs (UNOCHA): $31.334.222
Norway: $30.459.188
Pakistan: $29.325.983
Netherlands: $22.954.659
United Nations Development Programme (UNDP): $20.762.760
United Arab Emirates: $18.421.838
UNITAID – International Drug Purchase Facility: $18.013.206
United Nations Children’s Fund (UNICEF): $17.901.880
Republic of Korea: $16.130.941
African Development Bank Group: $13.622.299
Emirates Red Crescent: $13.014.320
Hoffmann-La Roche and Co Ltd: $11.742.696
United Nations Foundation: $10.438.836
Yemen: $9.968.668
Switzerland: $9.924.932
France: $9.363.647
Luxembourg: $9.328.650
Joint United Nations Programme on HIV/AIDS (UNAIDS): $9.031.464
Angola: 8.717.247
Kuwait: $8.500.000
Belgium: $7.803.790
India: $6.995.975
Guinea: $6.717.303
United Nations Population Fund (UNFPA): $6.110.972
International Union against Tuberculosis and Lung Disease (IUATLD): $6.049.948
GlaxoSmithKline (GSK): $6.023.494
Russian Federation: $5.524.228
China: $5.170.000
Sanofi-Pasteur: $5.000.000
Fondation d’Entreprise Sanofi Espoir: $4.331.546
Saudi Arabia: $4.754.822
KNCV Tuberculosis Foundation: $4.026.510
Denmark: $3.646.179
Gilead Sciences Inc : $3.599.050
Sanofi-Aventis: $3.500.000
Macao. SAR. People’s Republic of China: $3.385.000
Merck Sharp and Dohme-Chibret: $3.276.212
Italy: $3.204.916
Kobe Group (Hyogo Prefecture Kobe Chamber of Commerce and Industry and Kobe Steel. Ltd.): $3.000.000
Nigeria: 2.852.602
Medimmune: $2.668.795
Global Fund to Fight AIDS. Tuberculosis and Malaria (GFATM): $2.469.931
Nippon Foundation: $2.450.000
United Nations Environment Programme (UNEP): $2.331.057
Sicilia. Italy: $2.223.285
Lebanon: $2.113.955
Korean Foundation for International Healthcare (KFIH)– Dr Lee Jong-Wook Memorial Fund: $2.093.980
Sindh. Pakistan: $1.968.321
Spain: $1.884.550
Generalitat de Catalunya. Spain: $1.767.285
Turkey: $1.693.562
New Zealand: $1.505.697
Lao People’s Democratic Republic : $1.300.728
Program for Appropriate Technology In Health (PATH): $1.262.149
World Vision International: $1.153.505
World Bank: $1.000.000
David and Lucile Packard Foundation : $960.000
CSL Limited: $923.396
Bayer AG: $867.694
OPEC Fund for International Development (OFID): $850.000
Flemish Government. Belgium: $832.408
Carter Center: $800.000
Richter Gedeon Vegyeszeti Gyar: $780.095
Grand Challenges Canada: $755.555
Rockefeller Foundation: $727.175
Research Foundation for Microbial Diseases of Osaka: $674.829
Eli Lilly and Company Foundation. UK: $616.699
Christoffel-Blindenmission: $603.013
International Planned Parenthood Federation (IPPF): $503.000
Novartis: $500.000
United Nations Trust Fund for Human Security (UNTFHS): $481.342
Sumitomo Chemical Co. Ltd.: $469.808
Bloomberg Family Foundation : $485.000
Sightsavers: $398.990
Uppsala Monitoring Centre: $350.000
South Africa: $342.657
International Organization for Migration (IOM): $313.226
United States Fund for UNICEF: $340.931
BASF Corporation: $277.390
Wellcome Trust: $243.000
University of Bergen: $226.719
Western Australia. Australia: $200.000
Syngenta Crop Protection AG: $160.000


Correlati:

2 commenti:

  1. Ottimo intervento del dott.Bellavite, persona eccezionale, è stato mio docente di Patologia generale all'Università di Verona

    RispondiElimina
  2. Fantastica sintesi! Grazie di portare avanti l'"altra" voce

    RispondiElimina

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...