lunedì 19 gennaio 2015

Non devi sapere che l’acqua ha una memoria ed è il farmaco più importante per la tua salute

Sai che noi italiani siamo il popolo che più di tutti al mondo beve acqua imbottigliata in contenitori di PET (polietilene  tereftalato)?
Devono proprio averci messo il cervello in standby o in ipnosi profonda perché nessuno ci racconta la verità.
Il Professore Silvano Monarca,   Docente del Dipartimento di Igiene e sanità Pubblica dell'Università di Perugia  getta l’allarme. Puoi scoprire come te la raccontino sulla innocuità  dei contenitori in PET per acque minerali. Pare rilascino di tutto: acetaldeide,  formaldeide, antimonio, bisfenolo A, tutti composti mutageni e cancerogeni.
Si tratta di un grande mercato di privatizzazione dell’acqua che deriva dal fatto che il 46% degli italiani non si fida di utilizzare l’acqua dal rubinetto. Oggi il consumo medio annuo pro capite di acqua minerale  in Italia è di 191 litri: un vero grandissimo business! L’acqua minerale costa oggi 500 volte il prezzo dell’acqua potabile  proveniente dal rubinetto.
Non da sottovalutare inoltre lo smaltimento dei packaging di plastica che produce un impatto ambientale drammatico 5 miliardi di bottiglie all’anno finiscono in discarica. Una bassissima percentuale di plastica viene combusta per pirolisi e riciclata con altissimi costi e relativo inquinamento ambientale. Tra le bottiglie da collezione esistono persino i cult: 12 euro a bottiglia per un litro d’acqua che proviene dalla Groenandia.

Vanadio, arsenico, boro, naftalene , tertacloroetilene…non si sa più cosa i NAS non abbiano trovato in alcuni  lotti di bottiglie d’acqua.
Attento anche alle acque demineralizzate carenti di calcio e magnesio e basso grado di durezza perchè non sono salutari da bere.
Anche il residuo fisso (contenuto di solidi dopo evaporazione ed essiccamento a 180° ) di molte acque minerali tanto decantate è  spesso molto al di sopra del valore consigliato.
Ti ricordo che siamo fatti di acqua e che un uomo adulto  di 70 kg è composto da  40 Kg di acqua (il 60%!). Inoltre l’acqua è fondamentale per ogni reazione biochimica e dovremmo tutti sapere che un litro e mezzo di acqua è fondamentale sia assunto ogni giorno  con la dieta.

Ma quale acqua si deve bere? Beh, ti devo dire che non mi fido completamente del rubinetto (avrei voluto fidarmi evitando di acquistare acqua in bottiglie di vetro)  e nemmeno  mi fido dei depuratori,  dei filtri e delle caraffe filtranti. Comunque  al limite meglio il rubinetto che l'acetaldeide.
Alla fine ti confesso con dispiacere che ho deciso di bere:
- acqua in contenitori di vetro
- acqua  non oligominerale
- acqua contenente magnesio e fluoro

al limite:
- piuttosto che l'acqua in contenitori di PET è meglio l'acqua del rubinetto. Ammesso che l'acquedotto non sia contaminato con arsenico, batteri e quant'altro.

Che dire delle bottiglie di bio-plastica?
Non mi fido delle bottiglie di bio-plastica. Pare che la decomposizione della molecola dell’acido polilattico (PLA), di cui è composta la bioplastica, rilasci metano e anidride carbonica, che a quanto mi risulta sono tossici,  specie se la bottiglia è sottoposta al sole.
Considerando che l’industria della bioplastica prevede una necessità di diversi milioni di ettari di terreni coltivabili entro i prossimi quattro anni, il futuro bio di questo settore mi lascia molto inquieto.

Urge bloccare la privatizzazione selvaggia dell'acqua migliorando la qualità dell'acqua pubblica e prevenendo la volontaria o colposa contaminazione delle falde.
Non bevo alcolici, non fumo, non mi drogo e quindi un  sacrificio economico quotidiano penso sia utile.
L’acqua è realmente la vita, l’antinvecchiamento, la salute.
Considero ora l’importanza dell’acqua per nutrire i nostri batteri intestinali, il tuo e mio amato microbiota. Link 1  . Questi microrganismi hanno bisogno di acqua e quindi anche per loro la nostra amata H2O non è soltanto un solvente, ma un nutriente biologico fondamentale. Non voglio tediarti, ma i batteri intestinali del tipo bifidobatteri ( il microbiota buono) producono un enzima β-fructofuranosidase che scinde l’inulina ricavando fruttosio con il quale i batteri buoni si nutrono e si accrescono. Link 2   Link 3   . Questo passaggio avviene tramite idrolisi, cioè scissione di molecole complesse  con l’ausilio della sempre indispensabile acqua.

Considero l’acqua  un farmaco, un fondamentale nutriente biologico e non solo un solvente. Per fortuna questa meraviglia della natura non  è inseribile nella attuale farmacopea, altrimenti ce la venderebbero in gocce o in pillole. 
Non da ultimo l’acqua è memoria spirituale che archivia nel DNA le impronte indelebili (samskara) della nostra più antica storia filogenetica e Universale.

Stimo infinitamente il genio del Nobel (2008) L. Montagneir che avvalora la memoria dell'acqua e l'omeopatia medica disciplina in cui credo fortemente e che abbino all'ipnosi ogni giorno nella mia pratica clinica. Link 4 . Grazie Luc per il tuo coraggio che non teme come me la lapidazione della casta "scientifica".
Mi ha rattristato moltissimo leggere che Masaru Emoto viene definito da Wikipedia uno pseudoscienziato con un tono dispregiativo. Considero questa anima illuminata un grande faro dell’umanità ed un ispirato pioniere dei segreti della memoria e della morfologia dei cristalli di questo elemento capace di percepire le frequenze dello spirito e disporsi strutturalmente di conseguenza.
La memoria dell’acqua ricorda; il nostro DNA/ANIMA ricorda ed è questa miniera di impronte  ( samskara) che l’ipnosi medica regressiva evocativa è in grado di evocare
Esiste una akasha, un archivio di vita e di vite che è possibile rievocare tramite la trance.
Non ho mai avuto paura di percorrere con fede il solitario cammino della ricerca spirituale nonostante le critiche e le scomuniche. E come l’acqua mi auguro di trovare sempre una via di percorrenza e di ricongiunzione con la Sorgente. Tra mille anni la scienza scoprirà che è l’acqua del nostro DNA è  la madre e la memoria delle nostre precedenti vite.
Domande: che acqua bevi? Preferisci l’acqua in bottiglie di plastica? Ti fidi del rubinetto? Come mai gli italiani sono  primi al mondo nel consumo pro capite di acqua minerale in bottiglia? Per caso sono in ipnosi da marketing? Credi nella memoria spirituale dell’acqua?
Buona Vita Angelo Bona

2 commenti:

  1. Buongiorno, mi puo' dire quali marche di acqua beve in bottiglie di vetro?Grazie. Condivido tutto il suo discorso, ho anche svolto con mia figlia un esperimento sulla memoria dell' acqua.

    RispondiElimina
  2. Non sono in grado di consigliarti acqua imbottigliata in vetro, io bevo solo quella del rubinetto, da sempre.

    RispondiElimina

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...