lunedì 26 gennaio 2015

Una scuola che insegna a vivere

E’ Nata una Scuola Senza Orari e Senza Banchi

Una realtà completamente diversa, una scuola completamente diversa, libera da vincoli di orari, di postura e di costrizione. Questo è quello che è la scuola Vittra in Svezia, una scuola rivoluzionaria dove gli studenti sono liberi con il concetto di spazio/tempo diverso da quello al quale siamo abituati.
La classe in se non esiste, come non esistono i banchi e le sedie, lo studio è organizzato in una sorta di “piazza” centrale aperta, mentre le stanze hanno pareti di vetro in modo che non si senta il senso di chiuso di oppresso, ma solo un senso di spazio e libertà.

Ci sono oltre 8.500 studenti, dai 6 ai 16 anni, che studiano senza orari prestabiliti, ma con il tempo necessario ad ognuno per terminare i propri compiti.
Queste scuole sono private ma lo stato svedese ci crede e le finanzia, così che i genitori non abbiano da pagare rette o tasse di nessun tipo. L’ammissione è in ordine di iscrizione e non ci sono esami.
Il valore di quello che dà questa scuola in età prescolare e di scolare aiuta la preparazione dei bambini e degli studenti ad affrontare nuove sfide per il futuro, acquisendo nuove conoscenze e competenze e contrapponendole alle esperienze passate, che a loro volta creano un contesto e un’interezza per la vita.

Vittra dà ad ogni individuo l’opportunità …
di trovare l’approccio migliore allo studio
i bambini giocano e imparano sulla base delle loro esigenze, della curiosità e della loro inclinazione.
di imparare sulla base dell’esperienza
l’apprendimento dei bambini si basa sull’esperienza che incrementa la motivazione e la creatività.
di capire il proprio apprendimento
i bambini vengono dotati degli strumenti per acquisire nuove conoscenze e aumentare la consapevolezza del ‘Come imparo’, che consente loro di imparare più facilmente ed efficacemente in futuro.
di avere fiducia in se stessi e nelle loro capacità
i bambini diventano più consapevoli di sé stessi, dei loro punti di forza e delle loro potenzialità di sviluppo così che possano osare e sfidare.
di sviluppare la capacità di comunicare e di impegnarsi in interazioni rispettose verso gli altri
i bambini capiscono e sono attenti ai bisogni e agli interessi degli altri, possono esprimere e rappresentare le proprie opinioni così come assumersi la proprie responsabilità.
di essere ‘attrezzato’ per studio e il lavoro in un ambiente internazionale
i bambini sviluppano il bilinguismo (inglese e svedese) attraverso reti e programmi di scambio all’estero.
Questa è la scuola Svedese, cosa ne pensate? Se volete saperne di più visitate il sito Vittra, è in inglese. [Fonte immagini Vittra]

1 commento:

  1. Conoscevo sta scuola, avevo visto anche un video servizio.
    Non so se ai ragazzini italiani andrebbe bene, la vedo troppo aperta. Forse mi potrei sbagliare, chissà...

    Se però la si inserisce già dai primi anni di scuola, inculcando un pensiero così aperto, allora forse potrebbe andare bene. Ho sempre la sfiducia che i ragazzi prendano la libertà come sinonimo di "non far nulla"

    RispondiElimina

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...