martedì 8 dicembre 2015

Come il pensiero positivo può cambiarti la vita

Come il pensiero positivo può cambiarti la vita
Affrontare la vita in modo positivo è più difficile di quanto possa sembrare. Ci sono, però, alcune azioni fatte quotidianamente che, involontariamente, possono aiutare a vedere il mondo con occhi diversi.
Ci capita molto spesso di ritrovarsi tristi e sconsolati e a ripetersi continuamente “Perché succede sempre a me?”.
 
I momenti difficili e bui capitano in modo frequente nella vita dell’uomo e, se non li si affronta con il giusto spirito, possono causare lacerazioni forti nel pensiero e conseguenze pericolose per la propria vita e quella di chi ci sta accanto.
Come fare quindi per affrontare le difficoltà con un pensiero positivo e vedere il bicchiere mezzo pieno e non sempre mezzo vuoto?

Le parole ripetute quotidianamente sono una terapia per liberarti dalla visione negativa delle cose e aiutano il pensiero positivo

E’ attitudine dell’uomo lasciarsi abbandonare ai ricordi negativi e tristi del proprio passato perché, in questo modo, si tende a chiudersi e a riparare le proprie emozioni da ulteriori eventuali rischi.
 
Celare le emozioni non è però la soluzione migliore di affrontare la vita e si perde il pensiero positivo a favore di una visione pessimista.
Alcuni esperti del settore, e non, hanno potuto verificare come ripetere una frase quotidianamente, come se fosse un mantra, aiuta a raggiungere l’obiettivo prefissato e a superare più facilmente i momenti difficili.
 
Un giovane creativo di nome Mauricio Estrella ha pubblicato nel suo blog personale un articolo riguardante questo argomento (leggi per approfondimento).
Estrella, dopo la separazione con la moglie, ha sfruttato il fatto che un sito web in cui era registrato gli chiedesse di cambiare la password, per ricrearne una nuova in cui scriveva un pensiero positivo.
 
Questo pensiero positivo, che era quello di perdonare la moglie, ripetuto tutti i giorni ha funzionato veramente e, non solo ora Mauricio è felicemente sposato per la seconda volta, ma ogni mese cambia le sue password con frasi positive da utilizzare come mantra per risolvere i problemi complicati della propria vita.
Questa terapia della password è un esempio di quello che bisogna fare per scacciare i pensieri negativi: ripetere quotidianamente un messaggio positivo allontana in modo inconscio, senza accorgersi, tutte le vibrazioni pessimistiche che tendiamo a seguire.

Liberare l’aspetto emotivo dalle onde negative aiuta ad affrontare le cose in modo diverso e migliora di molto la propria vita: fissare degli obiettivi da seguire e ripetere tutti i giorni una frase per raggiungerli, è uno strumento valido e funzionale che ti permette di ottenere veramente quello che desideri e vivere una vita piena di felicità e senza rimpianti.

3 commenti:

  1. Poi entro in questo blog..lo stesso blog che addirittura esalta il pensiero positivo..qualcuno gioca con le nostre coscienze....

    No ...non vi capisco ...

    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' tutta una questione di misura, tutto serve nella sua precisa misura in base alle circostanze e all'individuo, non credo sia utile estremizzare o demonizzare il pensiero positivo, anche perchè il negativo non credo che ci migliori poi tanto la vita, no?
      Ho accennato il mio pensiero sul pensiero positivo della new age nell'articolo "Buoni non fessi, chiaro?".
      Ciao L. (Linda?), buone cose.

      Elimina
  2. Eccomi come L. (Linda?),
    intanto ha fatto molto bene ad accostarmi a quell'interrogativo , non importa quale sia il nostro nome, è solo un apparente segno di identità che non ha nessun potere di svelare ancora CHI SIAMO DAVVERO.Con sincerità io non so chi siamo e perchè esistiamo e tante volte rimango ad osservare CHI si illude di conoscersi.SONO IL PRESIDENTE, SONO UN PRETE, SONO ...SONO...SONO...SONO UNA PERSONA CHE HA BISOGNO DI ESSERE PER ESISTERE , IO SO CHI SONO E PERCHE' ESISTO...Eccole un 'altro "pensiero positivo " tradotto vuol dire ILLUDERSI, di conoscersi, di essere , di apparire , di materializzare il se stesso e di bramare di ogni tipo di possessione materiale, corpo, mente, denaroooooo.. per attirare a se la stessa materialità da cui si è fatti...chi non pensa sotto questi termini, chi non ammette di sapere chi è, chi non possiede, chi non si materializza non è nessuno ...e chi non è nessuno esiste eccome se esiste.Ho pensato di impazzire in certi momenti, e sa perchè Sig. Salas?Perchè ero in questa fase, in questo stadio, in queste (sue) parole:

    " effettivamente queste tecniche moderne vanno bene se stai iniziando un percorso di risveglio, ma ad un certo punto del cammino, se hai acquisito la giusta consapevolezza, percepisci i limiti e gli eccessi di tali correnti di pensiero e prendi un'altra strada: la tua, diversa da quella di tutti gli altri che, come dici tu, con fiducia, umiltà e amore genuino, ci porti verso l'illuminazione"....posso aggiungere della nostra effettiva spiritualità???

    "Ho accennato il mio pensiero sul pensiero positivo della new age nell'articolo "Buoni non fessi, chiaro?".

    Molto chiaro è un po' come dire dubitate sempre!

    Marcello Salas sa cosa sento?
    Di percepire una persona a poca distanza da me, da poter dire : sono furiosa verso di te, verso la tua intelligenza, non confondermi mettendo dinanzi venti articoli di "pensiero positivo" se a me ne basta solo uno, non trasformare ciò che senti vero, in "pensiero negativo" in chi quella sua strada l'ha trovata...!!Alcuni individui non sanno cosa intende lei per misura,per cui hanno bisogno di capire prima cosa sia il termine e di conoscerlo e poi scoprire la positività e nel negativo e nel positivo stesso..

    Buone cose a lei...

    L.

    RispondiElimina

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...