venerdì 6 febbraio 2015

Neuroni specchio: il wi-fi del'amore?

I neuroni specchio dell'anima: i segreti wifi del tuo amore

Sai certamente che il cervello è costituito da neuroni e che questa massa di circa tre chili può percepire l’esistenza dell’Uno. Ma come accade? Sai cosa sono i neuroni specchio? Sono per caso i wifi del tuo amore?" 
 
I neuroni specchio sono una classe di  unità cellulari che costituiscono il tessuto nervoso , che si attivano  quando  osserviamo qualcuno compiere una determinata azione.
 
Ad esempio se mangio una mela  sotto il tuo sguardo, anche in te si attiveranno gli stessi neuroni che rispecchiano  questa azione, anche se tu non ti nutrirai di un pomo.
 
Anche le emozioni vengono comunicate tra individui che entrano nello stesso  campo relazionale.
 
Per questo il sorriso è contagioso e ti mette di buon umore. Per questo un viso corrucciato e le ciglia aggrottate infondono nell’interlocutore un disagio ed un mutamento del tono dell’umore che corrispondono ad un simultaneo riverbero.
 
La scoperta dei neuroni specchio si deve al parmense Giacomo Rizzolatti ed ai suoi colleghi  che nel 1991  scoprirono queste fondamentali  funzioni neuronali studiando dei macachi come soggetti da esperimento.
 
Anche la percezione visiva del dolore o del disgusto altrui attivano in noi  le stesse aree della corteccia cerebrale che sono coinvolte quando  proviamo  queste esperienze in prima persona. Link n 1
 
Gli scienziati hanno scoperto che l’imitazione e la emulazione sono state alla base dell’estendersi  75000 anni fa delle conoscenze, della cultura, delle abilità  umane e della attuale civiltà: guarda caso questa diffusione  è dipesa certamente dai neuroni specchio.
 
Dal 1991 ad oggi, rapidamente la ricerca su questa ” risonanza" si è estesa  sempre maggiormente oltre il confine delle funzioni ideomotorie ed emozionali.
Lo specchio neuronale è divenuto un grande cuore ove l’empatia, la compassione, trovano i loro corrispettivi neurofisiologici.  Link n 2
 
Credo che l'ipnosi medica regressiva evocativa possa utilizzare a scopo terapeutico queste vie di connettività sottili psicologiche  e spirituali.
Spesso il paziente si rende conto immediatamente quando decido di indurlo in trance anche senza che glielo comunichi apertamente. Esiste una "lettura del pensiero" , una "atmosfera" che segue la mia  intenzione induttiva e che un soggetto sensibile coglie.
 
Credo ancora che l'ipnosi medica regressiva evocativa possa svelare l'affinità ancestrale di cuori che palpitano alla stessa frequenza.
 
Vorrei ora come mia consuetudine lanciare un ponte verso l’Uno avanzando una fondata ipotesi.
 
Per caso quando incontri una persona a te affine, quando ti innamori esistono neuroni specchio dell’anima che si illuminano d’immenso?
 
Possono le nostre “unità cellulari”  riconoscere attraverso il rispecchiamento neuronale  che lei o lui sono le nostre anime gemelle o meglio Uniche?
 
Non ti capita mai che due occhi annullino in un secondo il tempo e lo spazio  e che una meraviglia  accada per l’ennesima volta per due stelle che si accorgono di riverberare il Sempre?
 
L’amore è  per me un riconoscimento e non una scoperta, un ritrovare un  perduto gioco di specchi, di sguardi e di profumi che vibrano dalla profondità del nostro DNA/ANIMA. Parlerei quindi di DNA SPECCHIO e non di neuroni specchio.
 
Le spirali del DNA sono due speculari arpe che risuonano degli stessi armonici  nel miracolo dell’amore. E non credo che questo Friccico ner core sia casuale.
 
Domande: Hai sentito parlare dei neuroni specchio? Ti è capitato di riconoscere improvvisamente l’amore negli occhi di una persona estranea? Ritieni che esistano dentro di noi dei “radar”, dei "wifi" di riconoscimento spirituali ed affettivi? Hai trovato il tuo specchio d’amore?
Buona Vita Angelo Bona

Nessun commento:

Posta un commento

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...