martedì 21 marzo 2017

Mantenere “viva” la paura del contagio

Aridatece le Pandemie esotiche!
Vi ricordate delle Pandemie esotiche? Allarmi mediatici, mappature del contagio, la suina, l’aviaria, le sigle come H1N1, H5N1 e via dicendo? L'esaurimento dei farmaci antiinfluenzali e delle mascherine dalle farmacie, l’esborso di milioni di euro per fantomatici vaccini, letteralmente buttati nel cesso? Il controllo termico negli aeroporti, i piani di emergenza nazionali? I ridicoli appelli al lavaggio compulsivo delle mani dell'OMS?
Ebbene, che fine hanno fatto le pandemie esotiche?

Semplice: sono state sostituite con lo spauracchio delle più maneggevoli pandemie nostrane, come quella del morbillo o della meningite, assai più comode, soprattutto perché per queste ultime è già in atto da decenni una vaccinazione compulsiva della popolazione e che, quindi, il rimedio putativo è già bello e pronto.
La paura del contagio di massa deve comunque essere tenuta in piedi, sia come sia. E’ ovvio constatare come l’immigrazione forzata di massa di clandestini dai paesi centro africani abbia apportato nuove emergenze mediche sul suolo europeo. E’ anche ovvio considerare che le malattie endemiche europee erano quasi scomparse negli ultimi decenni, ben prima dell’arrivo dei vaccini, grazie soprattutto all'acqua potabile ed all'elettricità disponibili ovunque.

Ben venga la paura allora, con essa si possono fare affari d’oro e riconoscere lo scientista rincoglionito dal prudente essere umano raziocinante. 
L’importante è che la popolazione sia tenuta in uno stato di allerta perenne, in un modo o nell’altro. Una popolazione impaurita è più maneggevole e pronta ad omaggiare l'autorità salvifica.
Peccato però: la narrazione mediatica sulle pandemie esotiche era più avvincente. A proposito, di Ebola, non se ne parla più?

Correlati:

sabato 11 marzo 2017

La malattia e la salute sono dei programmi! - Riflessioni sul senso delle cosiddette “malattie”

La Natura non crea sfigati!
Rapidi spunti di riflessione sul senso delle cosiddette “malattie”
A forza di credersi malato, lo si diventa
Marcel Proust
http://lanaturanoncreasfigati.altervista.org
Cosa contiene questo libretto…
Il libricino che hai tra le mani contiene informazioni riguardanti le cosiddette “malattie”, viste alla luce delle 5 Leggi Biologiche scoperte dal Dr. Ryke Geerd Hamer nel corso degli anni a cavallo tra i ‘70 e gli ‘80.

...e come usarlo
Può essere letto tranquillamente come una normale pubblicazione, oppure può essere impiegato da chi ha un disagio di salute e vuole comprendere cosa gli è successo e cosa sta accadendo, in funzione di togliersi dalla Paura.
In queste pagine non troverai indicazioni su cosa fare e non fare, su quale farmaco prendere o non prendere. Non troverai indirizzi o numeri telefonici presso cui rivolgerti, ad eccezione dello sportello online “Secondo Parere”.
Per temi più specifici, per approfondimenti o per consulti professionali sono disponibili pubblicazioni online e cartacee. Sono anche numerose le iniziative di formazione e/o semplice divulgazione e sono disponibili numerosi professionisti in grado di soddisfare queste richieste.

Quindi definiamo cosa ti potrebbe essere più utile, partendo dalla tua condizione attuale:
1. Se sei una persona in salute, prosegui la lettura dei vari paragrafi
2. Se sei una persona con un disagio di salute, vai a pagina 10 Se una volta giunto al termine, ti sarà apparso tutto come un cumulo di cose senza senso, non buttarlo nell’indifferenziato, ma nella carta. Cercare di non inquinare è una buona azione a prescindere da ciò in cui credi. Grazie :-)

La Vita è un Programma
Che al suo interno prevede e contiene altri programmi.
Ci sono i programmi normali biologici e sensati – quelli che portano avanti silenziosamente le nostre funzioni psico-fisiche regolari e normali – e ci sono i programmi speciali biologici e sensati (SBS) che invece intervengono in condizioni speciali per adempiere funzioni speciali, inviando segnali speciali di cui la persona si accorge in modo speciale.

Ti sembrerà strano e poco poetico, ma noi tutti funzioniamo a programmi che si avviano in base alle esigenze ed alle condizioni che viviamo, come illustrato nella figura sottostante.
In questa figura si nota la fascia A che equivale alla fase di riposo. I programmi normali previsti nel riposo sono nell’area A1, mentre quando si avvia un programma speciale l’area speciale di riposo diventa la fase A2 dove compaiono anche molti sintomi.
Nella fascia B si collocano i programmi normali previsti nella veglia e i programmi della fascia B1 sono quelli che si compiono nei momenti di relax, man mano che si sale si hanno programmi normali via via più adatti all’intensità dell’attività. Quando necessitano programmi speciali per situazioni speciali, si entra nella fascia C.

I programmi normali sono automatici e silenziosi. I programmi speciali sono automatici e non sono silenziosi, anzi i messaggi da loro inviati possono servire alla persona per fare cose sensate che favoriscano il ritorno alla normalità.
I programmi speciali, una volta avviati, verranno portati a termine in modo automatico quando ci saranno le condizioni perché tutto questo avvenga, altrimenti possono rimanere in sospeso od essere riavviati anche molte volte (recidive).

Come si avviano questi programmi… (Prima Legge)
L’avvio di questi programmi speciali avviene quando la persona si trova di fronte a situazioni a cui non era preparata e per la cui drammaticità e intensità non si può attendere una soluzione logica o mediata o di compromesso. È in gioco una funzione o più funzioni vitali e il rischio è di soccombere. Come quando si sta per essere travolti da un auto. L’incidente non avviene perché si avviano automaticamente proprio quei programmi sensati che ci permettono di fare il balzo, spesso mai effettuato in precedenza, e metterci in salvo.

Questa specie di shock coinvolge la psiche (che applica il valore e ne definisce l’intensità), il cervello (che, in precise aree sensate per il tipo di shock, avvia un programma altrettanto sensato) e organi e tessuti che stimolati dal cervello, compiranno funzioni speciali e subiranno modificazioni strutturali sensate e adeguate per adempiere alle funzioni speciali richieste.
Quando la condizione speciale, che ha determinato l’avvio del programma speciale, cessa, anche il programma cesserà di funzionare e questo coinvolgerà le tre sfere suddette.

...e come si comportano (Seconda Legge)
Quando si avvia un programma SBS e supponendo che non venga interrotto, sono previste due fasi, una di lotta ed una di riposo.
La prima essendo di lotta, porta la persona ad essere tesa, guardinga, con i nervi tesi, a dormire poco e male, a mangiare pochissimo, a pensare sempre al suo problema, insomma è orientata alla lotta, a risolvere il problema ed è biologicamente sensato che avvenga tutto questo. Questa persona deve trovare soluzione al suo problema e la Natura gli offre le condizioni migliori.

Nella figura sotto, è la parte in azzurro.
Quando la persona ha trovato la soluzione e la mette in pratica la condizione di allarme e di lotta finisce (CL). Si avvia quindi la fase di riposo e riparazione. Le strutture che erano state modificate per condurre la lotta devono essere ripristinate alle condizioni preconflittuali, quindi iniziano dei processi di riparazione che non devono essere interrotti o resi difficili. La Natura quindi invia dei messaggi a questa bisogna, principalmente il dolore, poi la febbre, la spossatezza, il ritorno di un forte appetito, il gonfiore ed altri segnali. Questi inducono, o dovrebbero indurre la persona a fermarsi, a riposare ed a prendersi cura di se.
Questo modo di comportarsi si definisce Bifasicità.

C’è tessuto e tessuto (Terza Legge)
Naturalmente ogni struttura o funzione del nostro corpo va incontro a modificazioni sensate durante questi programmi speciali, ma il comportamento dei tessuti è diverso nelle due fasi.
Ci sono tessuti che crescono nella fase della lotta, poi vengono smantellati nella fase di ripristino. Altri tessuti invece fanno ulcere e necrosi nella fase della lotta per poi ricrescere nella fase della riparazione. Tutto questo è sensato proprio in risposta alla condizione speciale che la persona ha vissuto.
È importante capire che questi tessuti, essendo speciali, hanno caratteristiche, aspetto e funzionamento altrettanto speciali.
Ad esempio, l’intestino crasso ha funzioni di assorbimento, di escrezione e di trasporto delle feci verso l’esterno. Se la persona ha il percepito di non riuscire ad espellere qualcosa di sporco, di indigesto, il programma speciale adeguato farà in modo che alcune aree della mucosa di questo viscere si modifichino per adempiere meglio alla funzione di mobilizzazione e scivolamento di quel qualcosa che non si riesce ad evacuare. Queste aree adempiranno un compito speciale, diverso da quello normale, e le cellule che producono muco lubrificante acquisiranno caratteristiche speciali per poter far meglio ciò che sono chiamate a fare. Anziché essere cellule normali, saranno cellule speciali, ma questo non le rende maligne o cattive, le rende solo più efficaci.

La guerra in casa
Quando si avvia un programma SBS, la prima parte di questo programma si definisce “Conflitto Biologico”, ovvero una guerra tra due contendenti. Chi sono?
La persona mentale - con la sua educazione, i suoi desideri, la sua morale, i suoi doveri e i suoi capricci – e il suo animale interno – con i suoi istinti, i suoi bisogni fondamentali.

Quando i bisogni dell’animale interno vengono ignorati o non soddisfatti per la presunzione di compiacere prima i bisogni della mente, inizia la guerra che determina l’alterazione dell’equilibrio dell’intero individuo. Questo alterato equilibrio viene comunemente chiamato “malattia”.

Queste guerre sono fondamentalmente cinque:

venerdì 10 marzo 2017

La Nuova Medicina (5 LB) in immagini - Tutto quello che c’è da sapere sulla malattia e che ci viene nascosto!

Indice:
-          Un messaggio dalla Natura
-          Una vita di lotte
-          Sono cose intime
-          I conflitti biologici
-          Cos’è la malattia
-          Le 5 Leggi Biologiche
-          Il senso delle fasi
-          Le modificazioni strutturali
-          SBS della pelle
-          SBS dell’apparato digerente
-          SBS del sistema edocrino
-          SBS ginecologiche
-          SBS sangue e linfa
-          SBS del sistema nervoso
-          SBS respiratorie
-          SBS dell’apparato urinario
-          SBS muscolo scheletriche
-          Allergie
-          Disagi mentali
-          Che cos’è il cancro?
-          La cura
-          Letture utili

La Natura non crea sfigati - Online

Ciao a tutti e buona giornata.
Ho finito la "monumentale" opera "La Natura non crea sfigati", che potete raggiungere qui: http://strumentistaso.altervista.org/NMG/Presentazione/natura-non-crea-sfigati1.html
E' importante che leggiate la pagina delle info, per avere una esperienza completa e facile: http://strumentistaso.altervista.org/NMG/Presentazione/info.html
Sono state apportate diverse modifiche che spero vi piacciano.
Sono graditi consigli, correzioni, eventuali ampliamenti e quant'altro possa essere inerente alla cosa e di interesse generale.
Ciao :-)
Via - http://frontelibero.blogspot.it/2014/03/la-natura-non-crea-sfigati-online.html

CLICCARE SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE


mercoledì 8 marzo 2017

Conflitti indiretti (DHS traslate)

Conflitti indiretti (DHS traslate)
E’ ormai largamente riconosciuto il fatto che gli stati emotivi causano malattie, tuttavia pare che la medicina ufficiale non ne voglia sentir parlare, le ricerche medico scientifiche non si possono abbassare a simili congetture in quanto non portano riscontri inconfutabili, come se riguardo alla medicina ufficiale ce ne fosse qualcuno, si tratta di teorie che non essendo facilmente riportabili in termini diagnostici vengono rigettate senza appello!

In realtà ci sono validi riscontri scientifici a sostegno di tali percorsi di salute alternativi, ma comunque non vengono presi in considerazione in quanto non solo non portano alcun profitto, riducendolo del 90%, ma consentono ai pazienti, non più clienti, di vivere sereni, quindi liberi dal cappio della paura che oggi è diffusamente utilizzata per spacciare farmaci, esami ed interventi inutili.

Le percezioni ambientali da cui scaturiscono le emozioni generano quindi gli stati patologici, in merito bisogna anche considerare che tali percezioni, di pericolo, non sempre sono dirette, ma molto spesso sono riflesse, cioè riguardano situazioni di pericolo vissute da altri ma somatizzate da altro individuo dello stesso clan(famiglia).

Nel diagnosticare il processo biologico in corso e la sua origine, passaggio dovuto per evitare il recidivare della conflittualità che aggrava o perpetua il sintomo, è doveroso tener presente tale fattore scatenante che spesso il soggetto tende inconsciamente ad escludere poiché non trattasi di evento diretto, in tale contesto non è difficile il verificarsi di situazioni particolari in cui ad es. una madre può contrarre il tumore all’utero perché la figlia non riusciva ad avere figli, un padre può avere problemi dentali perché il figlio ha dei professori profondamente ingiusti, un figlio può soffrire di problemi di pelle per le difficoltà relazionali dei genitori, ecc. ecc.

Per comprendere le cause scatenanti dei nostri sintomi(malattie) biologici(logici per la vita, non il contrario) è doveroso avere una visione d’insieme sulle 5 Leggi Biologiche che regolano detti meccanismi ed iniziare così una nuova e serena fase dell’esistenza.
Marcello Salas

Correlati:
-                Emozione sana in corpore sano
-                Malattie e salute… queste sconosciute!
-                La farsa della medicina convenzionale

Ecco un interessante articolo in merito:
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

I Conflitti Traslati


In questo articolo illustrerò come la singola persona possa vivere non solo DHS dirette su di se', vissute a proprio carico, ma come possa vivere DHS relative ad individui esterni a se', appartenenti al proprio clan.

La DHS diretta e la DHS traslata o convissuta

Una persona può vivere una DHS diretta quando lo shock riguarda se' stessa (una offesa ignominiosa, un attacco diretto, un abbandono subito). Tra l'evento shoccante e la persona non ci sono intermediari.

lunedì 6 marzo 2017

Donne, avete sbagliato tutto. Svegliatevi. (Facciamo la festa alla donna, e anche all’uomo).

Donne, avete sbagliato tutto. Svegliatevi. (Facciamo la festa alla donna, e anche all’uomo).

"Chi mi conosce sa che mi piace provocare, nel senso più alto della parola, perché mi piace far uscire il sommerso e il non detto, anche a costo di tirare un po’ la corda.
Chi mi conosce sa quanto ami la donna, la sua essenza, il femminile e le infinite qualità che le donne possiedono.
Chi mi conosce sa che io sono per una società matriarcale più che patriarcale, dove le qualità femminili dell’amore e dell’accettazione prevalgano sul possesso, la prepotenza e il giudizio.

Proprio per questo, amate donne, sento l’urgenza di dirvi che avete cagato fuori dal vaso e vi spiego perché. "

1) BASTA CON "NOI DONNE/VOI UOMINI"
Non vi siete stufate anche voi di queste continue categorizzazioni?
Quando celebreremo l’essere umano in quanto essere umano?!
Quanto qualcuna mi dice: perché voi uomini…. io la mando subito a cagare.
Voi uomini?!!!!! Guardami negli occhi! Io sono io, e tu non mi conosci! E io non voglio metterti nello schema: ‘voi donne’, tu sei un miracolo, un essere unico e irripetibile, celebriamo questa unicitá e conosciamo insieme il miracolo che siamo. Questo mi interessa, non il file ‘voi uomini e noi donne’, una raccolta di stronzate e di idee prese a prestito che se poi ci credi costituiscono la tua realtá.

Quindi da questo momento mi vorrei riferire a te che leggi con il tu, non in quanto categoria di donne, ma proprio tu, essere umano miracoloso e unico. E lo so che tu, che ti prendi la briga di leggere questo meraviglioso scritto, forse sei anche un po’ meglio di tante donne che si vedono in giro (nel caso lasciami il tuo numero…). Ma accettiamo questo gioco assurdo e continuiamo con queste generalizzazioni...

2) BASTA CON QUOTE ROSA E SVILENTI PRIVILEGI FEMMINILI
Un uomo puó essere stupido o intelligente, una brava o una cattiva persona.
Voglio farti sapere che anche una donna può essere stupida o intelligente, brava o cattiva.
Ci sono molte donne stupide in giro (anche uomini lo so).
E allora se una donna é intelligente, brava, non ha bisogno delle quote rosa in politica o in altri ambiti, non ha bisogno che qualcuno le conceda uno spazio in quanto donna.
E’ come dire: sei handicappata, ti dobbiamo aiutare e facilitare.
Oggi, per una buona parte del mondo occidentale, le opportunità per le donne ci sono: dalla politica all’imprenditoria all’arte.
Tranquille, potete fare quello che fanno gli uomini, il sogno delle vecchie femministe. Ma proprio in questo avete toppato.

3) NON SIETE UGUALI AGLI UOMINI, PER FORTUNA
La lotta per i diritti e’ sacrosanta. Ogni essere umano deve avere gli stessi diritti, uomo, donna, bambino, (io ci metterei anche gli animali… comunque é un’ altro discorso).
Una donna deve avere, ad esempio, le stesse possibilità di lavoro che ha un uomo.
Però le femministe hanno commesso un grande errore. Erano molto arrabbiate con gli uomini, e un po’ li invidiavano. A volte hanno scambiato la parità di diritti con l’essere uguale agli uomini. Mai equazione fu tanto funesta.
Alcune qualità distorte del maschile sono la brama per il potere, il senso di superiorità, l’arroganza, il dominio, la sete di successo. Molte donne, anche in nome di presunti femminismi o parità dei sessi, hanno rincorso e rincorrono queste cose.
Donna, non essere uguale agli uomini! Non lo sei, per fortuna, e lì sta la tua bellezza e la possibilità di salvezza del genere umano.
Insegnami l’accettazione, risvegliami la dolcezza, fammi conoscere un altro tipo di forza, molto piú potente di quella mostrata dagli uomini. Ti prego, non inseguire gli uomini nelle loro aberrazioni. Be different. Be yourself.

4) ANCHE VOI SIETE VIOLENTE
Conosciamo bene la violenza che gli uomini hanno esercitato sulle donne nella storia di questa disgraziata umanità. Una storia che purtroppo continua.
Su questo non bisogna mai abbassare la guardia e riconoscere e sanare ogni tipo di violenza.
Nel mondo occidentale però, c’é un altro tipo di violenza al contrario, la violenza delle donne sugli uomini. Una violenza molto più difficile da riconoscere, nascosta, quasi sempre psicologica, ma non per questo meno dolorosa di altri tipi di violenze.
Questo tipo di violenza non si manifesta spesso fisicamente, ma e’ spesso una violenza fatta di ricatti affettivi, lo suscitare forti sensi di colpa, forme di crudeltà e sadismo che non fanno notizia anche se sono tanto devastanti e distruttive come le violenze fisiche.
Le donne possono avere un forte potere inconscio sulla psiche di un uomo, ma spesso quello che fa notizia è solo l’atto fisicamente violento di un uomo su una donna.
Molti uomini li avete create voi, e non solo fisicamente, ma soprattutto psicologicamente… Come direbbe Pasolini ‘Mi domando che madri avete avuto…’

5) NON VOLETE AMORE MA SICUREZZA
Moltissime donne scelgono il partner sulla base esclusiva di condizionamenti sociali ed economici che nulla hanno a che vedere con l’amore.
E’ una vecchia spinta biologica del cervello rettile
, un cervello che hai anche tu (vedi le piu’ recenti ricerche scientifiche e gli studi di MacLean), mascherato astutamente dalla mente razionale.
Così, amate donne, voi dite che volete amore, ma in realtà dell’amore non ve ne frega un cazzo.

Volete protezione, sicurezza, una vita comoda.
E cercate un uomo che vi dia queste cose.
E’ la stessa spinta biologica che induce nell’uomo, rispondendo allo stesso cervello rettile, il desiderio di scoparvi, voi e ogni essere sessualmente interessante dai 15 ai 50 anni (anche dopo dai).

Ovviamente il cervello rettile non è il solo cervello che possediamo, abbiamo anche il mammifero ( cuore) e la neocorteccia (ragione).
La maggior parte delle donne ragionano con il cervello rettile e sentono con la neocorteccia, e qui nascono i casini.
Quindi non potete prendervela con gli uomini che vogliono scoparvi e basta, se quello che volete voi è solo la sicurezza, il denaro, il senso di protezione che pensate possa darvi un uomo. E’ un commercio. Se non volete chiamarlo prostituzione per non sentirvi puttane chiamatelo scambio o do ut des.

Le prostitute sono molto piú chiare e oneste: la tariffa te la dicono subito.
Invece per la maggior parte delle donne lo scambio avviene su altri piani non sempre ben definiti, ma sempre merce di scambio è.
Quindi perché fingere?
Non dite che cercate l’amore, non è vero.
Esaminate davvero quello che vi muove. Riconoscete prima le spinte biologiche, i vostri desideri egoistici e le vostre paure.


Quando potremo accettarci per come siamo, senza pretese e condizionamenti, ecco, quello sarà il terreno dell’amore.

6) SIETE VOI A CREARE GLI UOMINI
Se molte ragazze sognano di fare le veline, se molte belle donne vanno con uomini ricchi anche se criminali e bastardi, se date in pasto il vostro corpo alla pubblicità, se mostrate il vostro bel culo in televisione suscitando le fantasie perverse degli uomini repressi, se l’idea di uomo che rincorrete è quella del vincente non importa come, allora non lamentatevi degli uomini. Voi siete il vostro carnefice.

LA DOVE IL FEMMINILE ACCOGLIE, IL MASCHILE RISORGE

LA DOVE IL FEMMINILE ACCOGLIE, IL MASCHILE RISORGE
Il Passaggio che stiamo vivendo

di Sara Surti
“Gli uomini veri non ci sono più”, quante volte ho sentito ripetere questa frase, e quante volte l’ho detta anche io. Poi mi sono fermata a riflettere..
l’Energia Maschile e l’Energia femminile è presente dentro ognuno di noi a prescindere dal corpo che stiamo incarnando.
Noi donne in questi secoli di patriarcato abbiamo sviluppato per sopravvivenza l’energia maschile. Oggi finalmente abbiamo la possibilità di ristabilire l’equilibrio con il nostro femminino.
Ma gli Uomini? loro sono stati tarpati in entrambe le energie. Basta pensare a come sono stati cresciuti i nostri bisnonni senza dover andare troppo indietro nel tempo. l’uomo non può piangere, non può perdersi in sentimenti, deve prendersi cura materialmente della famiglia, deve difendere la patria in guerra: aridità, repressione delle emozioni, violenza. Energia femminile ed energia maschile totalmente in zona d’ombra.

Gli uomini di oggi sono gli eredi di queste esperienze, cresciuti con mamme a cui spesso è mancato quell’Amore avvolgente dei mariti abituati a non esprimere sentimenti; mamme che si sono completamente affidate all’Amore dei figli maschi. Un figlio maschio che per l’istinto primordiale del Cavaliere si è preso cura di lei, assorbendo la fragilità della mamma e facendosene carico, come fosse la sua principessa: il primo grande amore.
Come del resto per noi è stato il papà..un papà appunto incapace di esprimere i suoi sentimenti seppur ci ha amate con tutto il suo cuore, che ha travisato la protezione con la paura che ci potesse succedere qualcosa, dandoci regole insindacabili, provvedendo come ha potuto ai nostri bisogni materiali e dicendoci meno volte di quanto avremmo desiderato TI AMO.

Nella nostra bambina interiore si è creato un vuoto, un mancato calore, che continuiamo a pretendere da chi incontriamo.
Nei bambini interiori dei nostri uomini si è creato l’appesantimento di un femminile che invece di accogliere ha caricato di aspettative e senso di responsabilità il suo cuore pur con un massimo intento di Amore.

Prima di divenire entrambi Sposi dobbiamo divenire quei genitori di noi stessi che si colmano dell’Amore di entrambe le energie.

Il Femminino Sacro è Grazia, Accoglienza, è Magnetismo.
Non è aggressione e pretesa.
Il Maschile Sacro è quel Cavaliere d’Amore, Protezione, Forza.

E’ attraverso la nostra accoglienza incondizionata che l’Uomo può aprire un varco nel cuore e sentirsi libero di Essere.
Siamo in un momento di transizione, in cui ognuno di noi sta cercando di risollevare se stesso e liberarsi da un’eredità pesante di chi è venuto prima di noi.

Noi Donne siamo per Natura Sacerdotesse e Madri..è attraverso di noi come nel tantra che si svela quel ponte per un ritorno a sé, del Maschile.
Non facciamo gli uomini se vogliamo Uomini, impariamo a valorizzarci, a non essere nella mancanza come le loro mamme, ad essere consapevoli della nostra Bellezza..è cosi che attiviamo il Magnetismo attreando chi davvero può cogliere il nostro Valore.

Quando Amiamo, amiamo incondizionatamente anche come Madri..Madri consapevoli e guarite..che lasciano libero l’uomo che hanno riconosciuto di sceglierle o meno, che hanno occhi per comprendere, pazienza di attendere i suoi tempi, il Calice Sacro per accoglierlo..
NON SIAMO PRINCIPESSE DA SALVARE
MA REGINE COSCIENTI DI SE STESSE

Il Femminile Sacro sta risorgendo Ora, ricordiamo a questi antichi cavalieri chi è la Donna.
Con questo non tolgo agli uomini la responsabilità di sé stessi ne dico che noi dobbiamo prostrarci..tutt’Altro.

La Dea che è in te splende nel cuore consapevole della Sua Bellezza e già nutrita dall’Amore del Padre..cosi tanto da essere Certa che il Suo Cavaliere giungerà al giusto tempo dopo aver affrontato se stesso e lei sarà il Suo più grande Dono..Colei che gli riconsegnerà lo Scettro e la Corona..

L'emozione umana modifica il mondo che ci circonda

L'emozione umana modifica il mondo che ci circonda

Tre diversi studi, eseguiti da diversi gruppi di scienziati hanno dimostrato qualcosa di veramente straordinario. L’emozione umana modella letteralmente il mondo che ci circonda. Non solo la nostra percezione del mondo, ma la realtà stessa.

Nel primo esperimento, del DNA umano isolato in un contenitore sigillato, è stato collocato vicino ad una cavia. Gli scienziati hanno dato al donatore degli stimoli emozionali ed ecco cosa è successo: In presenza di emozioni negative il  DNA “appariva” serrato. In presenza di emozioni positive le spire del DNA “apparivano rilassate”.
Gli scienziati hanno concluso che “l’emozione umana produce effetti che sfidano le leggi della fisica convenzionale.”

Nel secondo esperimento, un altro gruppo di scienziati hanno estratto leucociti (globuli bianchi) dal donatore e messi sotto osservazione per poter misurare le variazioni elettriche.
In questo esperimento, il donatore è stato collocato in una stanza e sottoposto a “stimolazione emotiva”  guardando un video clip, che ha generato diverse emozioni nel donatore.
Il DNA è stato posto in una camera diversa nello stesso edificio. Sia il donatore che il suo DNA sono stati monitorati e, come nel donatore si sono verificati picchi emotivi o valli (misurati da risposte elettriche), il DNA ha risposto nelle stesso modo e nello stesso tempo.
Gli scienziati a questo punto hanno voluto vedere se aumentando la distanza tra il donatore e il suo DNA, l’effetto si sarebbe ripetuto. Si sono fermati con il test quando arrivati ad una distanza di 50 miglia  si verificava ancora lo stesso risultato: nessun ritardo, nessun tempo di trasmissione.
Il DNA e il donatore avevano le stesse risposte identiche nel tempo. La conclusione è stata che il donatore e il suo DNA sono in grado di comunicare al di là di spazio e tempo.

Il terzo esperimento ha dimostrato qualcosa di abbastanza scioccante! Gli scienziati hanno osservato l’effetto del DNA sul nostro mondo fisico. Sono stati osservati dei fotoni luminosi, che costituiscono il mondo circostante, all’interno di un vuoto. Le loro posizioni naturali erano del tutto casuali.
Del DNA umano è stato quindi inserito nel vuoto. Incredibilmente i fotoni non agivano più in modo casuale ma seguivano precisamente la geometria del DNA.
Gli scienziati che hanno studiato questo fenomeno hanno dichiarato che i fotoni si sono comportati in un modo “sorprendentemente e contro-intuitivo”. Hanno concluso dicendo che il DNA umano plasma letteralmente il comportamento dei fotoni di luce che compongono il mondo intorno a noi!

Così, quando una nuova ricerca è stata compiuta, e queste tre affermazioni scientifiche sono state collegate tra loro, gli scienziati sono rimasti scioccati.
Sono arrivati alla conclusione stupefacente che le nostre emozioni influenzano il nostro DNA e il nostro DNA dà forma al mondo che ci circonda… le nostre emozioni cambiano fisicamente il mondo che ci circonda.

Non solo questo, siamo collegati al nostro DNA di là dello spazio-tempo. Noi creiamo la nostra realtà, scegliendo  i nostri sentimenti.

La scienza ha già dimostrato alcuni fatti piuttosto stupefacenti circa l’universo in cui viviamo. Tutto ciò che dobbiamo fare è collegare i puntini.

Correlati:

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...