domenica 10 luglio 2016

Sali di Schlüsser : I DODICI SALI DELLA SALUTE FISICA E MENTALE

Sali di Schlüsser : I DODICI SALI DELLA SALUTE FISICA E MENTALE

La carenza di questi Sali costituisce fondamentalmente la causa biochimica della malattia. Somministrando i principi di cui si riscontra la carenza è quindi possibile ripristinare il normale funzionamento dell’attività callulare. Le diluizioni omeopatiche alle quali vengono preparati i 12 Sali consentono di intervenire non solo a livello fisico, ma anche sullo stato psico-emotivo. Schussler dimostrò l’efficacia dei suoi Sali nel trattamento di molte patologie e l’assoluta mancanza di rischio nel loro utilizzo. Ciò è dovuto al fatto che alle diluizioni di preparazione i Sali penetrano direttamente nella membrana cellulare lasciando indisturbate le cellule che non ne hanno bisogno. Una curiosità emersa nel corso degli anni è la relazione dei dodici Sali con le dodici case dello zodiaco. Si è potuto verificare che le persone appartenenti allo stesso segno zodiacale hanno generalmente la stessa predisposizione a sviluppare patologie simili che corrispondono alla carenza di uno o due Sali specifici. Seguendo questo principio alcuni terapeuti usano il sale associato al segno come cura di base ed aggiungono,  a seconda del disturbo da trattare, i Sali più idonei. Oltre ai normali preparati diluiti in lattosio, esistono soluzioni prive di questo zucchero diluite in alcool e le pomate per le applicazioni esterne. E’ preferibile l’assunzione  lontano dai pasti in quanto vengono sciolti in bocca e assorbiti attraverso la mucosa.
Elenchiamo qui di seguito le loro caratteristiche:

Sale di Schlüsser Nr. 1 Calcium fluoratum D12
Caratteristiche distintive: rughe evidenti e marcate di tipo longitudinale ed obliquo sotto gli occhi, la pelle in questa zona appare di colore rossastro/nerastro, possibili rughe leggere sulla palpebra superiore, arterie indurite e di forma serpeggiante sulla fronte, la lingua può essere dura e screpolata, tendenza a prendere carie, smalto dei denti difettoso, denti “non belli fissi”, postura scorretta, formazione eccessiva di calli, lesioni della pelle, pelle screpolata e che appare dura, pelle floscia, debolezze dei legamenti e dei tendini, piedi piatti e valghi, vene varicose.
Particolarità: il sale di Schüssler n.1 rende duro ciò che è morbido e morbido ciò che è duro.
Zona d´impiego:
- Infiammazione cronica della laringe; linfonodi induriti a seguito di un raffreddamento; carie.
- Arteriosclerosi; vene varicose.
- Emorroidi.
- Per quanto riguarda l´apparato motorio: artrosi; fasciosi plantare; tensione muscolare; osteoporosi; cisti sinoviale; spondilite; articolazioni ballerine; piede valgo e piatto.
- Formazione di calli eccessiva; micosi della pelle e delle unghie; psoriasi; pelle screpolata; cicatrici indurite; smagliature; eczemi a seguito di radio terapia;verruche indurite.

Nr. 2 Calcium phosphoricum D6
Caratteristiche distintive: marcato pallore; ogni tanto cereo; principalmente in fronte; narici e orecchie (“viso tipo bambola di cera”); tendenza alla formazione di carie ; patina della lingua biancastra e “felpata”; gengive sbiadite; tendenza alla formazione di polipi nel naso; debolezza posturale; colonna vertebrale storta; costituzione corporea fragile; bisogno di calcio; ossa deboli; tendenza alla fratturazione delle ossa; debolezza generale.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 2 rigenera il corpo. È indicato nei casi in cui i dolori/disturbi si aggravino di notte o con il riposo.
Zona d´impiego:
- Nervosità; debolezza nervosa; esaurimento in seguito a malattie; tendenza ad affaticarsi immediatamente in seguito a piccoli sforzi; perdita di appetito; iperattivitá.
- Formazione della dentatura; crampi alla dentatura.
- Secchezza e prurito nella parti intime femminili.
- Fratture delle ossa; malattie delle ossa; dolori legati alla crescita; sviluppo ritardato nei bambini; crampi muscolari; dolori nevralgici e crampi con formicolio
- Malattie della pelle con secrezioni di tipo “proteico”

Nr. 3 Ferrum phosphoricum D12
Caratteristiche distintive: colorazione nerastra – bluastra nella parte interna della coda dell’ occhio; gli occhi sembrano cerchiati di scuro; nel caso di un’elevata mancanza, diffuso rossore alle orecchie, guance e fronte, la lingua é pulita, piatta come uno specchio, alle volte leggermente rossastra; cappelli secchi ed ispidi; pelle secca e vizza; linee longitudinali e oblique sulle unghie delle dita.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 3 è indicato per tutti i tipi di disturbi, accompagnati da rossore. È indicato nei casi in cui i dolori/disturbi peggiorino con il movimento, anche nel caso di dolore ai denti in seguito all’ assunzione di bevande calde. Con il freddo i disturbi tendono a migliorare.
Zona d´impiego:
- Difficoltà di concentrazione; memoria debole; disturbi del metabolismo del ferro; vampate di calore; esaurimento generale; debolezza del sistema immunitario; tendenza generale alle infiammazioni e per tutti i tipi di infiammazioni; dolori alla testa e vertigini.
- Tutte le malattie infiammatorie e da raffreddamento; raucedine; congestione sanguigna alla testa; infiammazione dell’ orecchio medio; infiammazioni dovute a male ai denti.
- Tosse secca; bronchite; irritazione dei polmoni.
- Infiammazioni della prostata; infiammazioni delle ovaia e della tromba ovarica; mestruazioni troppo forti; infiammazione della mucosa vaginale; infiammazione al membro maschile.
- Infiammazioni di tipo reumatico nello stadio iniziale; ferite; ad esempio in seguito a sport; dolori muscolari in seguito a sforzi; stiramenti muscolari; strappi delle fibre muscolari; contusioni; infiammazioni acute dei tendini; dolori alla schiena; colpo della strega.
- Infiammazioni e ferite di tutti i tipi; bruciature come scottature solari (primo stadio); infiammazioni della pelle nello stadio iniziale; disturbi nella crescita dei capelli; cambiamenti di tipo infiammatorio alle labbra.

Nr. 4 Kalium chloratum D6 Caratteristiche distintive: colorazione bluastra-lattea del viso (come una statua d’alabastro) principalmente sulle palpebre superiori ed inferiori (tipo occhiali), anche una colorazione bluastra e rossastra è possibile; la lingua può essere biancastra o bianco/grigiastra, non sembra “bavosa” ma anzi secca; espettorazioni biancastre; verruche morbide alle mani.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 4 è quello per le mucose. È indicato nei casi in cui i dolori/disturbi peggiorino con il movimento.
Zona d´impiego:
- Infiammazione delle mucose (naso, gola, petto e zona gastro intestinale); indigeribilità dei grassi; rigonfiamento inoffensivo e morbido dei linfonodi a seguito d’infezioni.
- Malattie da raffreddamento – successivamente all`utilizzo del sale Nr.3 Ferrum phosphoricum D12 (come ad esempio nelle infiammazione delle cavità orali e della gola; ulcere della mucosa della bocca (afte). Scricchioli nell’orecchio dovuti a catarro nelle tube; anche con disturbi dell` udito; naso tappato; tendenza alla formazione di polipi; espettorazioni biancastre; secreti biancastri dal naso e dagli occhi.
- Tosse accompagnata da bronchite; infiammazione recidiva della mucosa dei bronchi.
- Infiammazione della mucosa dello stomaco e dell’intestino; iper e ipo acidità dello stomaco.
- Infiammazioni cronaca e acuta della vescica; infiammazione del bacinetto renale; debolezza renale. Disturbi mestruali con sangue denso e nerastro.
- Infiammazione dei tendini e delle guaina tendinea; infiammazione delle borsa sinoviale; infiammazione reumatica delle articolazioni e dei muscoli (in congiunzione con Nr.3 Ferrum phosphoricum D12).
- Gonfiore dell’epidermide con rossore (insieme con Ferrum phosphoricum); eruzione cutanea (dermatosi squamosa). Cellulite; ferite e bruciature di primo e secondo grado.

Nr. 5 Kalium phosphoricum D6

Caratteristiche distintive: viso di colorazione grigiastra, come scomparso di cenere che sembra sporco e non lavato; anche gli arti inferiori sembrano sporchi e grigiastri, pallidi e smorti e le tempie appaiono infossate; la lingua come se fosse stata spalmata con la senape, anche con alito spiacevole che sa di marciume; tendenza ad avere gengive sanguinanti; debolezza muscolare generale; cavo orale e lingua spesso secca; feci che odorano di marciume e decomposizione.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 5 è quello dei nervi. Il sale è indicato nei casi in cui i dolori/disturbi peggiorino a seguito di sforzo fisico, e nei casi in cui i dolori agli arti quando migliorano a seguito di un leggero movimento.
Zona d´impiego:
- Debolezza generale (fisica, mentale e nervosa), perdita della calma e irritabilità; stadi depressivi; esaurimento depressivo (a seguito d’esaurimento fisico, mentale o psichico); disturbi del sonno (dovuti ad una continua elaborazione di pensieri), memoria debole, disturbi dell’attenzione, vertigini legate al nervoso.
- Infiammazione delle mucose della bocca (afte, spesso di cattivo odore); gengive sanguinanti; emicranie accompagnate da grossa debolezza.
- Debolezza dei muscoli cardiaci; disturbi del ritmo cardiaco.
- Distensione ed afflosciamento delle pareti gastriche; flatulenza; diarrea di origine nervosa, anche causata da una debolezza nella muscolatura anale.
- Debolezza della vescica.
- Nevralgie, crampi.
- Alopecia areata, infiammazioni durature e ulcere che tendono ad avere cattivo odore.

Nr. 6 Kalium sulfuricum D6
Caratteristiche distintive: viso di colorazione giallo/marrone, di colore ocra, soprattutto intorno al naso e alla bocca, palpebre giallo/marroni; la lingua può essere ricoperta di salivazione giallastra, formazione di squame epidermiche, secrezione croniche e giallastre (da ferite ad esempio), muco giallastro.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 6 è quello per tutti i tipi di infiammazioni croniche. È indicato nei casi di disturbi e dolori, principalmente dolori, che in seguito a soggiorni in stanze calde e verso la sera peggiorano, e che al contrario all’ aperto, con finestre aperte e all’aria fresca migliorano.
Zona d´impiego:
- Senso di pesantezza, brividi di freddo, timore, tristezza, stanchezza ed esaurimento causato da disturbi nel metabolismo dell’ ossigeno; in generale per ogni tipo di infiammazione cronica, accompagnata da espettorazioni o secrezioni giallastre; a seguito di inquinamento da sostanze velenose.
- Catarro alla laringe; dolori ai denti ed alla testa; infiammazione cronica della congiuntiva; raffreddore cronico; catarro cronico alla gola; infiammazione cronica dell’ orecchio medio.
- Bronchite cronica; palpitazioni cardiache in seguito ad eccitazione.
- Infiammazioni diventate croniche delle mucose gastrointestinali; coaiudiovante nelle malattie epatiche e nel caso di debolezza epatica.
- Infiammazione cronica della vescica.
- Artrosi, dolore agli arti, dolore reumatico non localizzato alle articolazioni e agli arti.
- Eruzioni cutanee croniche; formazione di squame epidermiche (questo sale supporta la formazione di nuove cellule della pelle); disturbi generali nella crescita della pelle e delle unghie; dermatosi squamosa.

Nr. 7 Magnesium phosphoricum D6
Caratteristiche distintive: rossore innaturale alle guance, come se si avessero due monete nelle narici destra e sinistra del naso; tendenza ad arrossare; sguardo stanco; la lingua è pulita, ma potrebbe anche brillare di giallo.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 7 è quello indicato nei casi di crampi e dolori. I disturbi come i dolori migliorano a seguito di pressione oppure con il caldo; peggiorano con il contatto.
Zona d´impiego:
- Dolori e crampi; eccitazione, tensione; problemi della veglia dovuti ad irrequietezza; iperattvitá infantile.
- Dolori a denti ed al viso; crampi ai bambini durante la dentizione; senso d’oppressione in gola (come se si avesse una patata in gola); tic nervosi (palpebra).
- Tosse secca, tosse spasmodica, crampi a livello dei bronchi come se si avesse l´asma; senso d’oppressione nel petto; leggera debolezza cardiaca, oppressione cardiaca (recarsi dal medico).
- Crampi allo stomaco; flatulenza dolorosa, male al ventre.
- Dolori alla parte inferiore del corpo, ad esempio durante le mestruazioni.
- Crampi muscolari, ad esempio al polpaccio, dolori nevralgici e muscolari; dolori agli arti; tensione muscolare, dolori muscolari a seguito di sforzi.
- Prurito, pelle sensibile e dolorante.

Nr. 8 Natrium chloratum D6
Caratteristiche distintive: pelle del viso con pori dilatati ed unta, in particolare sulle palpebre, come se fosse rivestito da un film di gelatina; aspetto acquoso gonfio, guance tese e sode; lingua secca oppure umida con corsie di saliva e piccole bolle sull’orlo della lingua.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 8 è quello indicato per la regolazione dei fluidi corporei.
Zona d´impiego:
- Senso di gelo, brividi di freddo, debolezza, perdita di forza generalizzata.
- Sudorazione e salivazione limitata; secchezza della bocca, della gola, del naso e degli occhi; edema (gonfiore dell’epidermide); occhi che lacrimano, “pronuncia” umida, eccessiva produzione di saliva, raffreddore con naso “gocciolante”; depressione “piagnucolosa”.
- Costipazione con defecazione che appare secca (a causa di una mancanza di muco in pancia); diarrea liquida; catarro allo stomaco (con vomito di muco liquido).
- Dolori alle articolazioni con scricchiolamenti dovuti alla troppo esigua formazione di liquido sinoviale (lubrificante articolare).
- Pelle secca; gonfiore dell’epidermide (edema); punture di insetti, bollicine a livello dell’epidermide piene di liquido con aspetto acquoso (per esempio sulle labbra); forfora; cellulite.

Nr. 9 Natrium phosphoricum D6
Caratteristiche distintive: pelle grassa sul viso, punti neri, guance flaccide; lingua bagnata con riflessi di colore giallo dorato; nodulo alle orecchie.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 9 è quello indicato per la regolazione del metabolismo.
Zona d´impiego:
- Disturbi fisici a causa di problemi agli acidi: acidi grassi, acidi urici, acidi gastrici, acidi biliari. Cinetosi (malattia da movimento: mal d´auto…); adiposità dovuta a disturbi nel metabolismo dei grassi.
- Infiammazione alle tonsille.
- Disturbi della digestione dei grassi (acidi grassi), acidità di stomaco, troppi acidi gastrici; indigeribilità degli acidi del latte; flatulenza, feci che sembrano grasse; escrezioni di odore d’acido come il vomito; eruttazione acida; diarrea di colore verdastro e giallastro accompagnata da dolori allo stomaco; sindrome di Roemheld (flatulenza, difficoltà respiratoria in seguito ad un gonfiamento corporeo, palpitazione cardiaca dovuta alla compressione dei polmoni); coadiuvante nel trattamento del diabete.
- Infiammazione della vescica e delle vie urinarie.
- Dolori articolari, collegati all’aumentata produzione di acido urico (gotta), dolori muscolari dovuti a sforzi.
- Capelli e pelle grassa, punti neri, pori chiusi, acne; crosta lattea; pelle spugnosa/gonfia.

Nr. 10 Natrium sulfuricum D6
Caratteristiche distintive: rossore acceso del viso, naso rosso, guance rossastre/bluastre; ombreggiatura verdastra/giallastra, principalmente al mento; in caso sì una forte mancanza di questo sale il viso sembra gonfio; acquoso; il bianco dell’occhio può colorarsi di giallo; la lingua è sporca e ricoperta di marrone o di verde; tendenza alla formazione di edemi.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 10 svolge la funzione di mezzo di espulsione/smaltimento nella biochimica. È indicato nei casi in cui i disturbi/dolori peggiorano in presenza di un clima umido o nelle vicinanze di acque, e che al contrario migliorano con clima asciutto ed in stanze asciutte.
Zona d´impiego:
- Ritenzione idrica, disturbi del metabolismo del grasso (adiposità); depressione in seguito a ferite alla testa o alla colonna vertebrale; tendenza alla melanconia.
- Catarro con secreti giallo/verdastri; raffreddore; catarro cronico a livello delle mucose.
- Asma e bronchiti (che peggiorano con vento umido)
- Costipazione, flatulenze; in tutti i casi di disturbi dell’attività secretiva degli organi digestivi (pancreas, cistifellea; intestino tenue e grasso), coadiuvante nei casi di funghi intestinali; diarrea giallo/verdastra, anche nel caso di diarrea che si presenti soprattutto di mattino; coadiuvante nei casi di diabete legati all’età.
- Incontinenza urinaria, enuresi notturna.
- Disturbi/dolori reumatici, che subentrano quando il barometro scende.
- Bollicine a livello epidermico con liquidità giallastra; eruzioni cutanee umide, pelle grassa; verruche alle mani; infiammazioni tipo acne; papilloma acuminata; rosacea.

Nr. 11 Silicea D12
Caratteristiche distintive: la pelle del viso è moscia, appassita, secca, sottile e tesa, (vitrea, lucida e secca, come appare di frequente sulle gambe). In caso di forte mancanza, zampe di gallina agli occhi; disturbi nella crescita dei capelli; gli occhi sembrano essere sprofondati in buche profonde; la lingua è spesso secca, di mattino può presentarsi un sapore tipo sapone in bocca; problemi posturali, debolezza posturale; debolezza delle articolazioni, dei tendini e de legamenti.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 11 è quello cosmetico: è il sale per la pelle, per i capelli e per le unghie.
Zona d´impiego:
- Sistema immunitario debole; debolezza dei tessuti connettivali; atrofia dei tessuti connettivi; problemi di ricostruzione metabolica e di nutrimento del corpo a seguito di malattie consuntive; arteriosclerosi.
- Processi suppurativi; infiammazione cronica e recidiva dell’orecchio medio.
- Flatulenza.
- Artrosi, gotta, dolori e disturbi reumatici, modificazione patologica della cartilagine; problemi posturali, piedi valghi e piatti; articolazioni ballerine; debolezza dei dischi intervertebrali; infiammazione del periostio e della guaina sinoviale; come prevenzione per l´osteoporosi e nel caso di problemi dello sviluppo e della crescita.
- Capelli raggrinziti, sfibrati, opachi; unghie delle mani e dei piedi fragili e che crescono a fatica; pelle secca e ruvida, neurodermatite, pelle che si squama; acne (principalmente sul mento, sulla nuca e sulla schiena; micosi delle unghie; suppurazione della pelle; disturbi nella rimarginazione delle ferite (in seguito a ferite, la pelle fa fatica a guarire).

Nr. 12 Calcium sulfuricum D6
Caratteristiche distintive: il dottor Kurt Hckethier stesso non ha dato nessuna caratteristica distintiva per il calcium sulfuricum. Le indicazioni odierne differiscono fortemente. Come orientamento, quelle più indicate sono quelle indicate da Hermann Deters e Dieter Schöpwinkel: viso grigiastro con riflessi blu/grigiastri; la lingua nella parte posteriore sembra essere stata spalmata di argilla mezza secca.
Particolarità: il sale di Schüssler n. 12 è quello indicato per le ferite croniche e suppurifere. È indicato per quei disturbi che con l´umidità, in stanze calde ed in corrente peggiorano, ma che all’aperto con aria secca migliorano.
Zona d´impiego:
- Lentezza del metabolismo, debolezza nello smaltimento delle tossine da parte dello stomaco, fegato, cistiffelea, reni ed intestino.
- Infiammazione recidiva delle narici; raffreddore cronico con secrezioni gialle.
- Asma bronchiale; bronchite secca, infiammazione recidiva della vescica.
- Malattie croniche reumatiche ed infiammatorie delle articolazioni.
- Infiammazioni croniche e suppurifere; acne recidiva; suppurazione della pelle come nel caso di orzaioli (aperti verso l´esterno).

altre informazioni:

Cosa sono e come funzionano i Sali di Schüssler
Cosa sono i Sali di Schüssler
I sali di Schüssler sono 24 sali minerali potenziati di cui 12 principali e 12 sostanze integrative. I sali minerali di Schüssler sono anche chiamati sali tissutali, proprio per la loro azione sui tessuti che compongono il corpo umano. I sali di Schüssler non sono sali minerali comuni, ma si distinguono per il modo in cui sono stati concepiti ed elaborati:
1.      sono potenziati, ovvero sono strutturati in modo tale da agire all’interno dell’organismo umano come sostanze minerali funzionali delle cellule
2.     sono in equilibrio acido-basico, infatti ogni sale è composto da un elemento acido e da uno basico come ad esempio il n.2 Calcium phosphoricum (fosfato acido di calcio) in cui il calcio è la componente basica e il fosforo è quella acida
3.     sono sostanze funzionali perché svolgono la loro funzione sulla cellula, al suo interno, sulla sua membrana e sui liquidi interstiziali.
4.    sono immediatamente assimilati, infatti non hanno bisogno di essere trasformati dall’apparato digerente
5.     migliorano la capacità di trasformazione e assimilazione dei sali minerali presenti degli alimenti
6.    sono veicolati dal lattosio
7.     sono potenziati in modo simile ai rimedi omeopatici, ma in gradi decimali e per questo la loro potenza si esprime con una D seguita da un numero. Nella maggior parte dei casi i sali sono potenziati alla D6, ovvero il rapporto di 1 a un milione (1 grammo di minerale per 1kg di lattosio) mentre alcuni altri sono potenziati alla D12 con un rapporto di 1 a un bilione (1 gr per 1 milione di tonnellate di lattosio)
I sali di Schüssler sono diversi rispetto all’omeopatia
Sebbene omeopatia e sali tissutali presentino diverse analogie, come quella dei principi di potenziamento, l’uso di sostante naturali e l’azione funzionale, la biochimica di Schüssler e l’omeopatia di Hahnemann presentano alcune differenze sostanziali.
  • la biochimica dei sali tissutali è basata sul principio di carenza. L’integrazione dei sali viene selezionata sulla base di quali sostanze siano carenti nell’organismo. In omeopatia invece la sostanza è scelta sulla base del principio di similitudine e quindi vengono anche spesso scelte sostanze che non sono presenti nel corpo umano.
  • nella biochimica le sostanze vengono attivate con il lattosio in forma di pastiglie o tavolette da 0,25 gr. In omeopatia invece i rimedi sono potenziati in soluzione alcolica o in globuli.
  • nella biochimica le quantità di assunzione sono maggiori. Nel metodo del Dr. Schüssler, a parità di potenza, si assume una quantità maggiore di ioni di sale minerale
  • nella biochimica il principio terapeutico è quello dell’integrazione. Infatti si integra la sostanza di cui l’organismo è carente. In omeopatia invece il principio te<rapeutico è quello dello stimolo, in quanto il rimedio funge da elemento attivatore di una risposta organica.
Come agiscono i Sali di Schüssler
La rabbia, il cattivo umore, la tristezza, la collera, la paura, l’ansia aumentano la tensione muscolare e accrescono la produzione di acidi nell’organismo. Il corpo umano per ripristinare una condizione di equilibrio tenta di espellere gli acidi e di annullare o equilibrare le tensioni. Per ottenere questo risultato l’organismo necessita di sali minerali. Il corretto apporto dei sali minerali è assicurato dall’alimentazione quando questa è bilanciata, quando il nostro stile di vita è adeguato e quando tutte le nostre abitudini e l’ambiente in cui viviamo concorrono a garantirci una buona qualità della vita.
Quando non sono presenti queste condizioni, secondo il Dr. Schüssler, l’essere umano si ammala.
Virus, batteri funghi e così via, hanno bisogno di un terreno per potersi sviluppare. La comparsa di una malattia non è determinata tanto dalla presenza di un agente patagone, quanto in primo luogo da un ambiente favorevole a che questo si sviluppi. Il nostro corpo è naturalmente abitato da batteri e con essi viene in contatto quotidianamente, ma questi batteri possono divenire dannosi solo quando è il nostro stesso corpo ad essere dannoso per se stesso. Come si suol dire, piove sempre sul bagnato.
I Sali di Schüssler tuttavia, a differenza dei farmaci allopatici, di altri integratori e altre cure mediche sintomatologiche, agiscono in primo luogo riequilibrando il corretto rapporto acido-basico del nostro organismo.
I sali tissutali sono sostanze biochimiche che si fissano sui tessuti connettivi, potenziandone la capacità bioelettrica e quindi la conduttività e lo scambio di informazioni interstiziali. Questo garantisce ad ogni organo e ad ogni cellula dell’organismo una migliore reazione vitale e una migliore vitalità complessiva.
Il nostro cervello è un intricato dedalo di messaggi veicolati da cariche bioelettriche. Non sorprende dunque che i sali tissutali siano in grado di influire anche sulla psiche e sulle emozioni.
Riassumendo, proprio per il fatto che i sali di Schüssler operano a livello molecolare e connettivo essi presentano quindi numerosi benefici riassumibili come segue:
  • eliminazione dei blocchi
  • miglioramento della trasmissione di informazioni
  • potenziamento della capacità di risposta alla medicina omeopatica e isopatica
  • deacidificazione e ripristino dell’equlibrio acido-base
  • antimicrobici
  • potenziamento del sistema immunitario
  • miglioramento della struttura cellulare, del suo metabolismo
  • salute emotiva e psichica
Interazioni
I sali di Schüssler possono essere assunti, sempre consultando il proprio medico, anche in contemporanea ad altri sistemi terapeutici. Si richiedono in farmacia
Il sali tissutali possono inoltre essere sempre abbinati ad altre medicine complementari, ad esempio lavorano in profonda sinergia con i Fiori di Bach, soprattutto là dove la sintomatologia sul piano fisico sia accompagnata da un disagio emozionale.
Potrebbero essere di aiuto anche trattamenti di agopuntura, Shiatsu, riflessologia, Reiki.

Nessun commento:

Posta un commento

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...