sabato 16 luglio 2016

Enterosgel: un potente disintossicante a base di silicio organico

Enterosgel: un potente disintossicante a base di silicio organico

Le immagini sono quelle tipiche dell'era sovietica: scarsa qualità, inquadrature spesso sfuocate, con persone non troppo identificabili e una voce fuori campo che spiega al .popolo. Ma ciò che non sfugge è la drammaticità della situazione: pompieri mandati a portare via dai tetti dei reattori 3 e 4 pezzi di macerie e materiali contaminati con protezioni ridicole e istruzioni che definire scarse è usare un eufemismo..
Nei giorni convulsi e tragici seguenti l'incidente di Chernobyl (1986), però, non c'erano solo i pompieri in loco: c'erano anche i medici, accorsi nel tentativo di limitare il più possibile i danni. E il protagonista del filmato, Alexander Khovanov, uno di loro, spiega quale fu, allora, uno dei rimedi rivelatisi più efficaci: l'enterosgel, un prodotto detossificante dato sia all'esterno, per proteggere la pelle, sia per via orale, al fine di aiutare l'organismo a espellere le tossine accumulate.

Il gel, costituito esclusivamente da acqua e silicio, in realtà è uno dei frutti non avvelenati della Guerra fredda: fu infatti messo a punto dai medici militari negli anni settanta, quando l'Urss temeva un attacco batteriologico da parte dell'occidente, e cercava antidoti efficaci. La sperimentazione venne compiuta su 5.000 persone colpite da diversi tipi di intossicazioni negli ospedali di Tashkent, Kiev, Vilnius e Dushambe. Visti i risultati, in seguito il gel fu impiegato durate la guerra russo-afgana (1979-1989) e, appunto, su oltre mille persone tra popolazione e lavoratori di Chernobyl.

Il rimedio venuto dal freddo è stato messo a punto per combattere i batteri patogeni, inglobandoli nella sua struttura studiata appositamente per sfruttarne le caratteristiche chimiche, fisiche ed elettriche, diverse da quelle dei batteri innocui. «Grazie a questo, il gel non attira i batteri della flora normale né i sali, gli elettroliti o le vitamine» spiega Emil Kadnichansky, ricercatore russo che lavora su entersogel, e che era oggi a Milano per presentare il prodotto, commercializzato in Italia da poco meno di un anno dalla Guna. «Il sistema immunitario e le sue componenti dipendono in maniera preponderante dalla salute dell'intestino, e per questo rendere l'intestino il più possibile libero da batteri e sostanze nocive significa potenziare molto l'azione del sistema immunitario. Questo è anche il principio grazie al quale aiuta il corpo a liberarsi meglio dei radionuclidi come quelli presenti a Chernobyl».

Studiato in oltre 300 studi clinici, il gel della Guerra Fredda è stato ed è tuttora utilizzato in Unione Sovietica e poi in Russia per proteggere alcune popolazioni residenti in zone altamente contaminate da scarichi industriali, ed è commercializzato oggi come farmaco, consigliato anche alle donne incinte entrate in contatto con qualche tossina, così come ai neonati di pochi giorni perché, non essendo un farmaco, non ha mai mostrato alcun tipo di effetto tossico. «Altri impieghi» spiega Tatiana Rivkina, dermatologa con laurea in Italia e in Russia, che da anni studia gli effetti di questo prodotto «sono, per esempio, nella disintossicazione da alcol, un problema molto sentito in Russia, così come in quelle alimentari, nell'ulcera, nella dermatite atopica e in generale in tutti i casi in cui sia necessaria una disintossicazione dell'organismo».

In Italia viene venduto come presidio medico e quindi senza l'obbligo di ricetta, anche se i medici consigliano di parlarne sempre con il proprio curante prima di intraprendere la cura. Inoltre l'unico impiego consigliato del gel, che è inodore, insapore e privo di glutine così come di coloranti o aromatizzanti, è quello orale: l'effetto protettivo, di barriera, emerso sulla pelle dei pompieri di Chernobyl non è stato preso in considerazione.
L'amara considerazione è che, come già avvenuto con farmaci molto importanti come gli antitumorali o gli antibiotici, la ricerca bellica spesso precede e anticipa scoperte di cui in seguito si avvantaggia tutta la popolazione.

Enterosgel: un potente disintossicante, scopriamolo insieme!

Che cos’è l’ENTEROSGEL?
ENTEROSGEL è l’originale supplemento a base di silicio organico che mira a rimuovere le sostanze tossiche dal corpo. Si trova facilmente in farmacia, senza ricetta.
Sviluppato da scienziati Russi, per molti anni è stato utilizzato principalmente nell’esercito per disintossicare dalle radiazioni.
ENTEROSGEL è utilizzabile in diversi ambiti, quali allergia, dermatologia, gastroenterologia, ginecologia, epatologia, chirurgia, oncologia, psichiatria, odontoiatria, urologia. E’ adatto per la disintossicazione del corpo, nelle cure dimagranti e nei trattamenti dalle tossicodipendenze.

Protegge l’organismo dagli effetti nocivi dell’alcool. Ci sono oltre 200 studi professionali di medici che sottolineano gli effetti di ENTEROSGEL (clicca qui).
ENTEROSGEL si presenta come un morbido gel inodore e insapore, può essere ingerito direttamente o sciolto in acqua portata a ebollizione e poi raffreddata; riempire un cucchiaino di plastica (non di metallo) di ENTEROSGEL, versarlo in 200 ml d’acqua e mescolare.
La dose per una normale purificazione è di un tubetto ogni 10 anni di età, con una pausa di almeno 15 giorni per ottenere una “pulizia perfetta”.
Esempio: ho 32 anni. Prendo 3 tubetti, con una pausa tra uno e l’altro di almeno 15 giorni.
E’ consigliato bere tanta acqua durante l’assunzione.
Da prendere 2 ore prima o 2 ore dopo le medicine o i pasti.
In caso di medicinali a lungo assorbimento, prenderli 10 ore dopo aver preso ENTEROSGEL.
Non mettere mai in frigo.
Attenzione: soprattutto nel periodo estivo, in cui le temperature sono molto alte (più di 30°C), bisogna prestare molta attenzione a non aumentare le dosi (un cucchiaino), perché si rischia la disidratazione.
Bere (come è stato scritto prima) tanta, tanta acqua!!! Controllare la pressione e in caso di debolezza si consiglia di sospendere per alcuni giorni e prendere integratori di sali minerali (esempio: spirulina).
ENTEROSGEL è un gel che crea una struttura porosa molecolare (simile a una spugna), in grado di legare e rimuovere le sostanze tossiche soprattutto medio-molecolari.
ENTEROSGEL funziona nel tratto digerente, dove si lega con le sostanze medio-molecolari: composti tossici, prodotti di degradazione, colesterolo, prodotti tossici che danneggiano la mucosa dello stomaco e del tratto intestinale, allergeni, germi e virus.
Ripristina la flora intestinale naturale. Non si lega con oligoelementi ed altre sostanze utili. Non ha effetti collaterali.
Per i bambini darlo solo dai 5 anni in su e non più di ½ cucchiaino al giorno.

ENTEROSGEL: in cosa ci aiuta
Perdita di peso 
E’ noto che nelle cure dimagranti aumentano le quantità di sostanze tossiche e prodotti di scarto del metabolismo. Questo può portare a spiacevoli condizioni di nausea, che possono portare al fallimento anche nel processo di perdita del peso.
E’ quindi molto adatto l’uso di ENTEROSGEL come supplemento, in quanto aiuta ad eliminare sostanze indesiderabili dal corpo.
Dermatologia e cura della pelle
La base di molte malattie ed eruzioni cutanee allergiche della pelle è spesso conseguenza delle varie sostanze contenute negli alimenti.
Nella dermatite atopica (eczema dei bambini, neurodermite) e psoriasi, l’uso di Enterosgel aiuta a ridurre il prurito. Allevia anche altri sintomi di infiammazione.
ENTEROSGEL si lega agli allergeni e pertanto il suo uso come supplemento di disintossicazione in condizioni dermatologiche e di “pelle sporca” sembra essere molto utile.
Antibiotici 
Gli antibiotici distruggono i batteri patogeni e la normale flora intestinale. Quando i batteri muoiono, si riversano sulle endotossine intestinali.
Se le endotossine vengono assorbite nel sangue, allora l’effetto è deleterio su tutto l’organismo complicando e prolungando il processo di guarigione. Pertanto l’uso di Enterosgel è necessario 2-3 ore dopo l’assunzione di antibiotici a dosi prescritte (di solito 1 cucchiaino di plastica).
Enterosgel agisce come una spugna ed assorbe le endotossine nel sangue. Si ottiene così un organismo “pulito”, non appesantito e la guarigione avviene più rapidamente.
Gastrite 
ENTEROSGEL è adatto a problemi di ulcera, perché crea condizioni sfavorevoli per la crescita del batterio Helicobacter pylori, che contribuisce significativamente alla comparsa di questa malattia. ENTEROSGEL aiuta ad asportare le tossine, permettendo una più veloce guarigione delle pareti colpite. ENTEROSGEL si deve prendere 3 volte al giorno, 30 minuti prima di un pasto (almeno 2 ore prima o dopo dei farmaci).
Ginecologia
ENTEROSGEL è consigliato come coadiuvante nel trattamento di lievi, acute e croniche, fungicide, batteriche e virali infezioni vaginali.
Gravidanza 
ENTEROSGEL rimuove le sostanze tossiche dal corpo attraverso il tratto intestinale, riducendo così il carico del fegato e dei reni. Non privando la madre e il feto di vitamine, fermenti digestivi, aminoacidi e immunoglobuline. Quindi si può usare in gravidanze normali o complicate.
Alcool 
ENTEROSGEL  lega l’alcool nel tratto gastrointestinale e aiuta la sua eliminazione dal corpo. E’ utile in tutti i casi in cui sia necessario sbarazzarsi degli effetti nocivi dell’alcool.
Diabete 
Nel secondo tipo di diabete si consiglia di utilizzare ENTEROSGEL, 3 volte al giorno.
Helminthoses 
Quanto alle helminthoses (infezioni da vermi, ascaridi, tenie) ENTEROSGEL porta alla liberazione delle sostanze tossiche dal corpo, distruggendo i parassiti nel tratto digestivo e determinando la loro espulsione dal corpo, riducendo l’affaticamento dell’organismo.

ENTEROSGEL è sicuro?
ENTEROSGEL è sicuro, non viene assorbito dall’ apparato digerente ed entro 12 ore è completamente eliminato dal corpo.

AVVERTENZE:
Non mettere mai in frigorifero!!! Finire sempre la confezione perchè si secca! Bere tanta acqua (rischio di stitichezza nei primi giorni). Importante per l’assunzione: mescolare un cucchiaino di plastica di ENTEROSGEL in un bicchiere di acqua bollita e poi raffreddata, oppure direttamente in bocca!!!

LA STORIA E L’EFFICACIA DI ENTEROSGEL: UN POTENTE DISINTOSSICANTE SVILUPPATO DAI RICERCATORI MILITARI SOVIETICI





Emil Kadnichansky, il ricercatore che ha ideato e realizzato il prodotto, in visita ai Laboratori GUNA ha raccontato alla stampa i retroscena legati alla nascita di Enterosgel, prodotto disintossicante nato in URSS, mentre medici ed esperti ne hanno illustrato gli studi di efficacia. Enterosgel “lega” selettivamente le sostanze tossiche e le rimuove naturalmente entro 12 ore dall’assunzione del prodotto, riducendo anche l’effetto negativo dell’alcool in caso di abuso.

Enterosgel è un dispositivo medico enteroadsorbente “selettivo” che ha origine nella lontana Unione Sovietica, creato dal Ministero della Difesa sovietico all’epoca degli scenari di guerra nucleare-biologico-chimica URSS/USA e successivamente convertito a uso medico civile. La nascita di Enterosgel risale alla fine degli anni ’70, quando nei team dei ricercatori militari prese piede l’idea di sviluppare una nuova molecola a base di silicio in risposta ai diversi punti deboli propri degli enteroadsorbenti disponibili sul mercato a quel tempo.

Il Ministero della Difesa dell’URSS, assegnatario dell’incarico di sviluppare la nuova molecola, avviò immediatamente la sperimentazione sui pazienti di quattro ospedali di stato – Tashkent, Kiev, Vilnius e Dushanbe – conducendo studi per il trattamento di epatite, infezioni intestinali, avvelenamento, complicanze postoperatorie e ustioni, testandolo su oltre 5.000 casi. Successivamente, in occasione della guerra russo-afgana (1979-1989), Enterosegel si dimostrò altamente efficace, e in particolare in occasione del disastro di Chernobyl del 1986 fu somministrato per due anni al personale militare impiegato nell’area del 4° reattore, con risultati terapeutici definiti “ottimi nel 75% dei casi e comunque soddisfacenti nel restante 25%”. Un’inedita e importante testimonianza video dell’epoca, disponibile all’indirizzo internet http://www.guna.it/enterosgel (*), racconta proprio le prove sulle modalità di somministrazione di Enterosgel e testimonia la sua efficacia. “Lapplicazione preliminare e di prova diretta sulla pelle – ha dichiarato nella video-intervista il Dr. Alexander Khovanov – evitava la contaminazione da parte dei nuclidi radioattivi, mentre la sua rimozione provocava il ritorno della radioattività ai livelli prossimi a quelli dell’ambiente circostante al reattore. Successivamente abbiamo iniziato a somministrare Enterosgel anche per via orale (**) in quanto, dopo solo due giorni di permanenza nell’area critica, tutti i soldati avevano accumulato livelli preoccupanti di radionuclidi nell’intestino a causa dell’assunzione di alimenti contaminati. La somministrazione di Enterosgel tre volte al giorno per via orale portava ad una diminuzione dell’accumulo di nuclidi radioattivi al di sotto dei livelli stabiliti per le situazioni di emergenza

Con la dissoluzione dell’Unione Sovietica e l’acquisizione dell’indipendenza delle varie repubbliche nel 1991, cadde il segreto di Stato e venne avviata la produzione industriale di Enterosgel. GUNA – azienda leader in Italia nella produzione di farmaci biologici e di origine naturale – ne ha recentemente assunto l’esclusiva commerciale per l’Italia, e l’ha lanciato sul mercato nazionale come potente disintossicante gastro-intestinale . Questo gel inodore e insapore, privo di glutine, aromi e conservanti, presenta una struttura globulare porosa a base di Silicio, capace di agire a livello gastro-intestinale “legando” selettivamente le sostanze tossiche con un determinato peso molecolare (non lega sali minerali, elettroliti, proteine e immunoglobuline, mantenendo quindi il totale equilibro organico) e rimuovendole naturalmente entro 12 ore dall’assunzione del prodotto. Inoltre Enterosgel migliora il profilo immunitario generale dell’organismo e il decorso di diversi disturbi, in particolare delle diarree, anche infettive, di disturbi gastro-intestinali in genere e di malattie allergiche, e riduce l’effetto negativo dell’alcol in caso di abuso di bevande alcoliche.

L’efficacia e l’ampio spettro applicativo di Enterosgel è comprovato da oltre 300 pubblicazioni scientifiche concernenti la sua applicazione in tutte le specialità mediche (***). La Dr. ssa Tatiana Rivkina, Medico Chirurgo laureata sia in Russia che in Italia, ha ricordato come, oltre agli usi descritti dai casi clinici e dalle testimonianze storiche illustrate“Enterosgel sia un ottimo dispositivo anche in caso di gravi intossicazioni alimentari. Infatti, grazie all’innovativa struttura dei suoi componenti, facilità l’eliminazione delle sostanze tossiche esogene ed endogene favorendo la normalizzazione della mucosa intestinale, senza intaccare il delicato equilibrio della flora batterica”.

Enterosgel Dispositivo Medico è distribuito da GUNA esclusivamente in farmacia, in forma di pratici tubi acquistabili senza necessità di ricettaanche se è sempre consigliato chiedere un parere al proprio Medico o al proprio Farmacista prima dell’assunzione.

(*) il video è utilizzabile in modalità “Copyleft” senza necessità di specifica autorizzazione, con il solo obbligo di citare la fonte: “Fonte: Laboratori Guna – www.guna.it/enterosgel”)
(**) attualmente il prodotto è registrato in Europa solo ed esclusivamente per la modalità di somministrazione orale
(***) Recenti studi clinici, illustrati nel corso dell’incontro con la stampa, hanno dimostrato i risultati positivi ottenuti nella gestione della disbiosi, nel trattamento dell’ulcera gastrica, della dermatite atopica e dell’allergia respiratoria. Gli esami microbiologici su pazienti trattati per disbiosi hanno evidenziato la normalizzazione del microbiota intestinale nel 100% dei casi dopo una terapia complessa a base di un mix di medicinali, incluso Enterosgel. In questi pazienti la funzionalità enterica è risultata più efficiente in presenza di Enterosgel e a 5 giorni dall’intervento è stato registrato un incremento di 3 volte del livello di sIgA. Per quanto riguarda il trattamento dell’ulcera gastrica l’effetto positivo di Enterosgel è stato riportato in studi condotti presso l’Istituto di Ricerca di Linfologia Clinica e Sperimentale – SB RAMS di Novosibirskm e in sperimentazioni cliniche effettuate presso la Facoltà di Medicina dell’Università statale A.A. Bogomolets’ di Kiev. Entersogel si è dimostrato efficace nel controllo dei sintomi infiammatori, nel miglioramento del microcircolo ematico e linfatico e nell’eradicazione dell’Helicobacter pylori (Hp). Il Gruppo di pazienti trattato con Enterosgel ha evidenziato la scomparsa più rapida dei sintomi clinici, con tempi medi di 5 giorni, con miglioramento del 38% rispetto al Gruppo di controllo. Inoltre la completa eradicazione di Hp è stata ottenuta nel 66,6% dei casi nel Gruppo trattato con Enterosgel, 3,3 volte maggiore rispetto al Gruppo di controllo. Nel trattamento della dermatite atopica dei bambini è stato evidenziato un’efficacia nell’87,5% dei casi contro il 64,5% del Gruppo di controllo, con una remissione clinica completa del 62,5% dei casi, contro il 42,9% del Gruppo di controllo. Anche il periodo di esacerbazione è stato inferiore: 12 giorni contro 20.

A proposito di GUNA
GUNA S.p.a. è l’azienda italiana leader nel settore della produzione e distribuzione di farmaci di origine biologico-naturale. Ha sede a Milano, nel suggestivo stabilimento di via Palmanova, il più moderno al mondo per la ricerca scientifica e produzione di questo genere di medicinali. Sito per il pubblico www.guna.it. Sito per i professionisti della salutehttp://pro.guna.it/. Area Responsabilità sociale: www.guna.it/ilnostromondo. Entra nel mondo GUNA su Facebook: http://www.facebook.com/guna.spa

Nessun commento:

Posta un commento

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...