mercoledì 25 novembre 2015

10 CAZZATE DELLA MEDICINA SUL CANCRO

10 CAZZATE DELLA MEDICINA SUL CANCRO

Considerazioni, molto personali, a margine dell'auto-etero-acritica presentazione del libro “In cucina contro il cancro”, celebrato anche all’ÈXPRECO di Milano, 100 ricette cancerogene del carissimo onco-chef Cesare Gridelli, primate ospedaliero del "Moscati" di Avellino e n.1 al mondo per la cura del cancro al polmone, 101% di mortalità (100% + io che muoio dalle risate).
*Mangio molte mele al giorno per togliere quanti più medici possibile di torno.

1^ cazzata: Le cellule impazziscono, per testamento o per caso.
Scemo chi lo pensa, le cellule non impazziscono e i geni, a differenza degli idioti, epigeneticamente si adattano e interferiscono con i fattori umani e ambientali. La famiglia è determinante non per i geni predisponenti e indisponenti ma per le stupide abitudini, alimentari e non,  apprese e condivise al suo interno, trasmesse e imposte dall’esterno attraverso la Scuola, l’Informazione e la Politica corrotte e ignoranti.

La causa del tumore, e della malattia in generale, già si conosceva ufficialmente nel 1931, anno in cui il Premio Nobel per la Medicina (quando ancora con i Nobel non si ricompensavano gli Al Gore e gli Obama), venne assegnato al prof. Otto Heinrich Warburg per avere scoperto che il cancro è causato da un errato stile di vita, da acidosi del sangue e da ipossia (mancanza di ossigeno). Le cellule tumorali, che vivono in ambiente acido e anaerobico, cioè privo di ossigeno, in ambiente alcalino e ben ossigenato non potrebbero sopravvivere. Una cellula normale privata del 35% di ossigeno per 48 ore si trasforma in una cellula tumorale.

Il sangue deve essere tenuto costantemente nei margini di PH 7.30-7.50, pena la morte. Il rapporto tra alcali e acidi nel corpo è sempre intorno all’80%-20% e, per mantenere questa proporzione, il Sistema Immunitario mette in atto dei meccanismi di compensazione che permettono all’organismo di stare nei limiti vitali di alcalinità, provvedimenti-tampone, con la produzione da parte dei reni di ammoniaca e la mobilitazione di minerali quali calcio, sodio, potassio e magnesio dalle ossa e/o da altre parti del corpo, processi che alla lunga possono portare a insufficienza renale e carenze di questi minerali nell’organismo, con le diverse patologie (sintomi!) collegate.

Non esistono malattie genetiche, ereditarie, infettive, lantaniche, idiopatiche, sataniche, autoimmuni o virali e batteriche. Tutte le malattie, dal tumore al raffreddore, hanno la stessa origine: l’intossicazione dell’intero organismo (tossiemia), con sangue acido e viscoso che non riesce a ossigenare in modo adeguato le cellule e a ripulirle. La morte è sempre saturazione di acidi nell’organismo. Non c’è malattia senza digestioni difficili, costipazioni intestinali, disbiosi (sovvertimento della flora batterica) e miasmi putrefattivi in zona colon (esalazioni che risalgono il corpo intossicando organi e tessuti, cervello compreso), mancanza di vitamine A-B-D-E, soprattutto C, poco potassio e troppo sodio con eccesso di acqua nell'organismo (le cellule cancerose hanno il 90% di acqua, quelle sane il 66%) e senza danni al fegato, ai reni, all’intestino…

Tutte le cellule, 75-100 trilioni, si rinnovano continuamente e devono essere costantemente ossigenate e ripulite dalle scorie acide (i virus, semplici detriti cellulari morti ma fantasmi per la Medicina) e quella cancerosa è una semplice cellula malnutrita e male ossigenata sulla quale vanno a crescere e sovrapporsi delle cellule normali, quasi a isolarla. Il tumore è un sintomo come un altro e nel corso dell’esistenza ne vengono prodotti normalmente dall’organismo ma regrediscono o scompaiono in modo naturale e asintomatico, come dimostrato dalle autopsie effettuate su cadaveri di persone morte per incidente stradale, a meno che non intervenga la diagnostica medica preventiva e iatrogenocida.

*La Medicina è la malattia.
*L’ultimo ritrovato della Medicina è sempre una malattia.
*Non la vita, quella allungata(si) è l’aspettativa di morte.

2^ cazzata: Le cellule impazzite costruiscono manicomi.
La salute è supervisionata in modo intelligente dal nostro Sistema Immunitario che, quando non riesce più a controllare la tossiemia, costruisce una specie di discarica, il tumore, nella parte del corpo dove ritiene più opportuno e meno pericoloso, solitamente nelle cellule adipose. Non manicomio ma discarica, eco-bio-etico-logica, che continua comunque a essere irrorata e ossigenata dal sangue che, con l’aiuto della linfa, provvede anche a nutrirla e a ripulirla dalle scorie. Sangue e linfa alcalini sono indispensabili alla vita e la qualità della linfa dipende dalla qualità del sangue e la qualità del sangue dalla qualità dell’alimentazione, da digestioni ed eliminazioni facili e veloci e dalla funzionalità del fegato.

La differenza tra tumore e cancro non sta nella velocità di riproduzione delle cellule tumorali, o meglio denutrite, ma dal perdurare e peggiorare delle condizioni di acidità e di tossiemia dell’organismo. E’ il tumore trascurato o medicalizzato che si trasforma in cancro, dopo un processo pre-canceroso che dura circa 8 anni e attraverso 7 stadi (enervazione o indebolimento, intossicazione, infiammazione, ulcerazione, indurimento, tumorazione e fungazione o metastasi). Quando sangue e linfa non riescono più a nutrire, ossigenare e ripulire le cellule, i veleni fuoriescono dall’ isola ecologica e le cellule cancerose, non più neutralizzate dal Sistema Immunitario, si riversano dapprima nella linfa e successivamente nel sangue, che le trasporta in altre parti del corpo, creando metastasi, fino a provocare cachessia e morte.

L’intervento a gamba tesa della Medicina, con l’accanimento e il lucramento terapeutico relativo, distrugge organi e tessuti e disattiva il Sistema Immunitario, accelerando il processo di metastasi e morte. I chemioterapici devono essere trattati e smaltiti allo stesso modo delle scorie radioattive, vere e proprie bombe atomiche all’interno dei nostri poveri corpi, e il personale ospedaliero addetto è equiparato a ed equipaggiato come quello delle centrali nucleari. Essi stessi sono cancerogeni, mutageni e teratogeni ma, per legge, essendo farmaci, non lo sono e nemmeno lo si potrebbe dire!

*Il miglior medico è la Natura, se le facciamo da infermieri.
*Il corpo umano è un abito su misura: la Natura fornisce la stoffa, che l’Ambiente taglia e l’Anima cuce.
*La Medicina ti tiene in vita più a lucro possibile.

3^ cazzata: La Medicina combatte la malattia.
Molto prima di Warburg, Ippocrate (460-370 a.C), oggetto dello spergiuro dei medici e della Medicina, e prima di lui Pitagora, oscurato dalla Chiesa, al solito, per meglio illuminare Gesù, espresse i concetti base dell’Igienismo Naturale: “Primus non nocere” e “Vix Medicatrics Naturae”. Il corpo, coadiuvato da mente e anima, non va mai contro se stesso ed è Naturalmente in grado di prevenire e nel caso risolvere, messo nelle giuste condizioni, qualsiasi malattia. Le malattie autoimmuni, che mandano in confusione il Sistema Immunitario, sono iatrogeneticamente determinate e continuate.

L’Igienismo Naturale ricorre al cambiamento radicale dello stile di vita, alimentazione fruttariana tendenzialmente crudista nel rispetto delle corrette successioni e combinazioni dei cibi e dei cicli circadiani. Se necessario, per accelerare il processo di disintossicazione ricorre al riposo assoluto e al digiuno ad acqua distillata (con PH neutro 7.00, lo stesso PH della pioggia, della neve e della grandine non inquinate, acqua talmente pura, incolore e inodore che sul Mercato italiano non esiste!) o comunque leggera che, affamandole, costringe le cellule a mangiare il tumore e le altre incrostazioni corporee per autolisi, mentre l’acqua ripulisce l’organismo dai veleni, con l’aiuto del ritrovato sistema escretore-emuntore-eliminativo (fegato, sistema biliare, intestino, polmoni, reni, pelle). E’ scienza esatta e sicura del risultato, che non sbaglia mai, è osservabile e ripetibile sempre, rispetta l’uomo, crede in lui e nel suo potere auto-guarente, come crede in chi, chiunque esso sia, l’ha progettato, perfetto nel rispetto di sé, della Natura e di tutti gli esseri viventi. E’ la “cura della non cura”, il lasciar fare al Sistema Immunitario che, adeguatamente coadiuvato e assecondato, riporta la salute, sempre, anche in situazioni di stato terminale (come dimostrato da Gerson, Lezaeta, Shelton…).

Mentre l’Igienismo dichiara tutto il suo amore all’uomo e lo ricopre di attenzioni, la Medicina, impegnata a lucrare anche il vecchio sogno diventato realtà “di produrre farmaci per le persone sane”, fidando nel caso e nella genetica, combatte il sintomo dichiarando guerra all’intero organismo con chirurgiche e chimiche missioni di pace eterna.

La guerra al cancro dichiarata nel 1971 da Nixon è persa su tutti i fronti, come tutte le stronzate fatte e dette dallo stesso nello stesso anno (fine del gold standard con l’abolizione della convertibilità del dollaro in oro e abolizione dei tassi fissi). Gli U$A non vincono le guerre, a loro basta creare il caos (quello teorizzato da Leo Strauss) che è ancora peggio, in guerra come in Medicina. E’ guerra cieca e permanente, che esclude qualsiasi possibilità di risoluzione pacifica e di guarigione.

Il tumore non si combatte e nemmeno si uccide, si cerca di capirlo, in fondo ci sta salvando la vita. Si presenta nel momento del bisogno, quando all’organismo serve una scossa, per disintossicarsi e ripulirsi dalle scorie accumulate con uno stile di vita dissennato che ci porterebbe di sicuro alla tomba. E’ lì, in un angolo, per il nostro bene, mettiamolo a suo agio e se ne andrà così com’è venuto, in amicizia!

La Medicina è una cazzata, come la shoah, l'allunaggio americano, l'11 settembre, il riscaldamento globale e la teoria gender; l'aids, la suina e l'ebola; la moneta debito e privata, le crisi cicliche e la scarsità monetaria; la finanza creativa e le banche “troppo grandi per fallire”; il lavoro, la disoccupazione, la pensione e  gli Stati “che vivono al di sopra delle proprie possibilità”;  Al Qaeda, I$I$, Charlie Hebdo e rivoluzioni colorate; la fame ineluttabile, l'immigrazione necessaria e le missioni di pace; l'evoluzionismo, Darwin, Malthus, il progresso e la Storia; l'evangel-colon-globalizzazione, il Capitalismo e il Mercato; le privatizzazioni, la politica, l'economia, la democrazia... Ed è criminale come NATO, ONU, WTO...; OMS, Codex Alimentarius e FDA; ONG e OG; U$A, FED, dollaro e  anglousraeliani; UE, BCE ed euro; FMI e BM; agenzie di rating, banche commerciali, banche d'investimento e fondazioni; Banche Centrali, BIS, WEF e SWIFT; Wall Street, City e paradisi fiscali; CFR, Trilaterale e Bilderberg; Haarp e Muos; multinazionali, lobby e think tank; TTIP e TISA che verranno; case reali, chiese e massonerie!

*La 1^ causa di morte è la Medicina, la 2^ è il medico, la 3^ sei tu, se vai dal medico a farti prescrivere la medicina.
*La causa della malattia è il contagiosissimo virus dell’ignoranza.
*Per la Medicina, se non guarisci, è colpa della tua morte prematura.

4^ cazzata: La malattia è una maledizione.
Al contrario, malattia=benettia. Benvenuta malattia! La malattia è il tentativo ultimo dell’organismo intossicato di ripristinare la salute. Basta lasciar fare al nostro potentissimo ed efficientissimo Sistema Immunitario, senza interferenze acidificanti e/o, peggio, mediche. E' una richiesta di aiuto, l’SOS dell’organismo intossicato che implora di cambiare il nostro stile di vita acidificante nonché processi di espulsione di tossine da favorire e accrescere, utili a riportare l’organismo in stato di equilibrio, fisico e mentale. Ci indica la strada, sta a noi guidarlo alla salute, senza farci distrarre dalle false promesse della Medicina monatta. E’ solo un sintomo, un messaggio, un telegramma d’amore dell’organismo alla nostra mente e alla nostra anima, perché siamo noi gli artefici della nostra salute e “ognuno è medico di se stesso”. La malattia si sconfigge con frutta e verdura, come dimostrato anche dall’esperimento di Cambridge 2000, confermato da Oxford 2008 e secretato da Schotland Yard!

La Medicina può prosperare solo in presenza di Popoli “oves et boves” distratti dal “panem et circenses” e con la relativa “Sindrome di Stoccolma”. E’ statistica, malattia e morte sono direttamente proporzionali alla presenza di medici per metro quadrato e, se disegno divino c’è stato, di certo non prevedeva i medici, e neanche i banchieri, i politici, i notai, gli avvocati e i commercialisti. Qualcun’altro li ha inseriti in un secondo momento!

*Il sintomo si ferma alle apparenze.
*La malattia è l’ultima chance della salute.
*Al mondo c’è cibo sufficiente per ammazzare tutti.

5^ cazzata: Gli specialisti curano meglio.
Visti i principi della Medicina allopatica, sintomatica, idiopatica e idiota, il medico generico è incapace di curare qualsiasi malattia, può solo aggravarla. Figuriamoci lo specialista-santone, che pretende di curare il singolo organo, o meglio il sintomo dello stesso, come se il corpo umano fosse un insieme di pezzi separati l’uno dall’altro. Il corpo umano è uno, come la malattia, che è sempre tossiemia dell’intero sistema-organismo, ed è capace di ripristinare da solo le sue funzioni, forte di un Sistema Immunitario onnisciente, onnipotente e onnipresente. Fare a pezzi il corpo umano non è speciale, è stupido e criminale e verrà il giorno in cui uccidere un uomo con la Medicina sarà considerato un delitto!

La Medicina non guarisce ma ce lo fa credere, avendo Pig Pharma il Potere economico, politico e mediatico per farlo. In pieno stile orwelliano ci avvelena con i farmaci, la chirurgia, la chemioterapia, la radioterapia ma, bi-pensando, ci allunga la vita e trasforma dei macellai in medici che, per lo più, si ritengono pure speciali.

E’ dimostrato, chi non si sottopone ad asportazione chirurgica e danni collaterali vive 4 volte più di chi ricorre a (mal)trattamento medico e, del resto, più dell’80% degli oncologi, non sono proprio scemi!, se malati di cancro, non si sottoporrebbe mai alla chemio e alle cure tradizionali, come la maggior parte dei pediatri pedofili laici non vaccinano i propri figli ma quelli degli altri. I carissimi e celebratissimi specialisti che pre-scrivono le loro incomprensibili e improbabili ricette, in studio o in cucina, stanno solo cercando di procurarsi nuovi clienti!

*Il profitto è la maggiore fonte d’inquinamento.
*Se non riesci a leggere la prescrizione del medico e neppure il farmacista ci riesce, sei fortunato, camperai cent’anni!
*Febbre e digiuno sono i chirurghi della Natura, tutti gli altri sono macellai.

6^ cazzata: La prevenzione è la diagnosi precoce e la Ricerca trova.
La prevenzione medica intesa come diagnosi precoce non previene niente, solo scopre i problemi quando già sono diventati evidenti e conclamati o, nella maggior parte dei casi, se li inventa, per poterli poi lucrare con l’alibi di curarli. Per non parlare dei danni da radiazioni e quelli derivanti dalla paura, acidificazione ed effetto nocebo, che Medicina e medici trasmettono ai poveri pazienti con le loro sentenze di morte e le loro cure inutili e invalidanti. Visite costose e prescrizioni dannose di farmaci bugiardi, screening che mettono a tappeto tutta la popolazione, sorvolando stavolta anche sul sintomo, raggi X con l’incognita cancerogena e analisi che accertano valori che, letteralmente, lasciano il tempo che trovano.

Sconfiggere il cancro è possibile, impossibile è rinunciare ai profitti astronomici delle case farmaceutiche, degli ospedali, delle università, dei medici, dei farmacisti, dei macellai, delle onoranze funebri e ai fondi senza fondo nei sottofondi di una Ricerca che non trova mai niente, telethonti noi! Basta stupidi "concerti di bene(de)ficenza" e  "partite del cuore", effetto collaterale infarto li colga!

Le industrie alimentari e farmaceutiche fatturano 20 volte più di tutte le industrie del settore petrolifero! Che importa a Pig-Pharma di spendere 30.000 dollari a medico in regalini, convegni e aggiornamenti vari, di sponsorizzare e pagare ricerche e ricercatori, riviste specializzate e pubblicità, politici e lobbisti? Tanto c’è la chirurgia, la chemio e la radio-terapina che, con un solo malato trattato recupera e decuplica le spese, senza parlare dell’indotto, non ultime le onoranze funebri.

La vera prevenzione comincia a tavola, alcalinizzando e ossigenando adeguatamente il sangue ed eliminando le costipazioni intestinali, causa di ogni male, alimentandosi con l'acqua biologica della frutta e della verdura, esercizio fisico, aria pulita, sole, serenità. E apportando all’organismo le giuste quantità, naturali!, di vitamine, minerali, oligoelementi ed enzimi. Si fa tenendo pulito il fegato, i reni e l’intestino, “centro delle emozioni” (il 95% della serotonina, neurotrasmettitore del benessere, è prodotto dall’intestino), “secondo cervello” ma anche la “culla della morte” di Paracelso. Senza putrescina, cadaverina, caffeina, caseina (collante per imbarcazioni fin dai tempi dell’Arca di Noè), nicotina, eparina, statina… e Medicina!

*La prevenzione obbliga la salute ad ammalarsi.
*Non si vive di più, solo si resta più a lungo moribondi.
*La prevenzione comincia, e può finire, a tavola.

7^cazzata: L’uomo è onnivoro.
Al contrario, l’uomo è frugivoro per costituzione, è fatto di frutta e verdura e PH leggermente alcalino. Non è stato predisposto per mangiare carne. L’intestino umano è lungo circa 8 m., è villoso e tortuoso e con una superficie di 400 e più metri quadri con, a difesa, 150 stazioni linfonodali, a differenza di quello dei carnivori che è corto, circa 2 m., e liscio, per una facile eliminazione. Non ha gli acidi sufficienti, tipo acido cloridico, e gli enzimi, tipo enzima uricasi, necessari alla disgregazione delle proteine animali, non ha la bocca e la dentatura adatte a masticare la carne, non ha artigli… In sintesi, l’uomo è attrezzato solo mentalmente a mangiare carne e le migliori bistecche mangiano erba!

Per non parlare del problema etico dell’allevamento intensivo e dell’uccisione quotidiana, preceduta da sevizie continue, di miliardi di poveri animali innocenti, che si vendicano ammalando e uccidendo i loro carnefici-carnivori. Oltre all'inquinamento prodotto e allo spreco di alimenti per l’allevamento, che altrimenti potrebbero essere usati per l’alimentazione umana, a risolvere la comunque innaturale ed eugeneticamente predeterminata fame del pianeta. 

All’assunzione di proteine animali, di cibo cotto e di altro cibo acidificante, il corpo reagisce con leucocitosi. In pratica, l’organismo li riconosce come nemici, come non cibi, e si difende sovra-producendo globuli bianchi. La stessa leucocitosi e febbre che avvertono il malato di leucemia e che la Medicina bombarda chimicamente, distruggendo ogni postazione difensiva dell’organismo, lasciandolo senza più difese immunitarie e in attesa del trapianto di un midollo quasi mai ben accetto, se trovato.

Le proteine animali sono alcaline in partenza e acide in arrivo, a differenza della frutta che, esempio limite il limone, anche se acida in partenza è alcalina in arrivo, grazie all’interazione con altri elementi in zona duodeno. La frutta e la verdura hanno tempi di assimilazione e di eliminazione brevissimi, mentre la digestione della carne e di tutte le proteine animali può durare anche 2 giorni, provocando acidificazione e congestione intestinale, causa prima di tutte le malattie. Per la sua conformazione, con 5 milioni di villi, nell’intestino umano possono ristagnare chili e chili di rifiuti organici tossici e ammalanti, ricordi putrescenti, oltre che delle Farmacie, di Cremonini, Montana, Simmenthal, Barilla, Mulino Bianco, Coca Cola, McDonald’s, Lavazza..., e dell’Eridania vaticana!

*Dal macello ad Auschwitz il ragionamento è lo stesso.
*Chi mangia carne darebbe un morso a chiunque.
*Un carnivoro è un cannibale che non mangia i parenti stretti.

8^ cazzata: La dieta mediterranea è anticancro.
La dieta mediterranea è cancerogena, come la discarica nucleare Mar Mediterraneo e l’Italia delle Basi-Nato e delle Basiliche-Vaticano. Creano acidosi, e quindi malattia, le carni di tutti i colori, di terra e di mare, anche se non bruciate dallo chef, e tutte le proteine animali (latte alcool per bambini e latticini, uova, formaggi, salumi…), farine raffinate, zucchero e sale raffinato, caffè, thè, vino uva maltrattata, cioccolato, cole, alcool, tabacco, farmaci, vitamine e integratori chimici, alimenti  industriali trattati e cibi cotti e devitalizzati che ammazzano il cibo prima e chi lo mangia dopo. Altro che dieta salutare, la dieta mediterranea è solo un poco meglio di quella americana, da 51 stelle!, ma ottiene quasi gli stessi risultati di malattia, disperazione e morte, come conviene alla ristorazione medica globalizzata!

Ma come può essere salutare una dieta altamente acidificante, mischiata, come suggerito dal mastermedico, a un 30% di frutta e verdura? Micidiale! Meglio essere consapevolmente carnivori e sperare nell’effetto placebo che credere nella bontà di un tale intruglio, utile solo a procurare nuovi clienti alla Medicina senza frontiere e senza alcun ritegno e contegno.

Coerentemente, dallo specialchef nessun accenno alla corretta assunzione, combinazione e sequenza dei cibi in ordine ai tempi di digestione e assimilazione, piccoli ma importanti accorgimenti come: mangiare la frutta da sola e lontano dai pasti...; non mischiare troppi frutti assieme...; non bere durante i pasti, nemmeno acqua...; non  abbuffarsi di acqua senza sete (in una corretta alimentazione vegana tendenzialmente crudista basta quella bevuta direttamente, biologica e organicata, dalla frutta e dalla verdura, l’unica essenziale all’organismo); l’acqua va bene nei digiuni, distillata o leggera, per sciogliere le incrostazioni e lavare via i veleni accumulati... Nessun riferimento ai 3 cicli circadiani di 8 ore ciascuno (alimentazione, assimilazione e disintossicazione) e nessuna menzione al digiuno acceleratore di salute e benessere.

In tutti i Consigli di Amministrazione delle Multinazionali dell’Alimentare e della Medicina ci sono gli stessi criminali agli ordini degli stessi psicopatici, perciò tutte le diete devono guardarsi, oltre che da vaccinazioni, medici, pediatri, psichiatri e farmacisti, anche dall’avvelenamento da conservanti, coloranti, addensanti, emulsionanti, aromatizzanti, dolcificanti chimici (per confonderci adesso l'aspartame lo chiamano sucralosio!); fertilizzanti, insetticidi, pesticidi e erbicidi chimici (specie lo stragista glifosato della Monsanto); amalgami dentali, mercurio, alluminio, piombo, formaldeide, metanolo, fluoro (per annebbiarci il cervello e atrofizzarci il terzo occhio, la ghiandola pineale); ogm, nucleare, onde elettromagnetiche e scie chimiche (Alza gli occhi al cielo, Renzi, tu hai bisogno di TSO, due, uno per pazzia e l’altro per stupidità!). E non è vero, come dice lo chef, che contro l’inquinamento non possiamo far altro che lamentarci, molto si può fare, a cominciare dal non dire stronzate. Possiamo informare, mettere le carte in tavola, perché la conoscenza è tutto, la Medicina è niente. Comunque, cento volte meglio frutta e verdura non biologiche che proteine animali bio-illogiche!

Senza dimenticare i danni derivanti dalle situazioni di stress e dalla paura, terrore, creati dalle inutili e dannose diagnosi precoci (la correlazione tra malattia e psiche è stata dimostrata dalla NMG del perseguitato medico e scienziato tedesco R.G.Hamer!), dalle crisi economiche create a tavolino, dalla politica sguattera dei banchieri e dalla Scuola e dai Media debunkers. Terrorismo mediatico che porta l’oca americana Angelina Jolie a farsi prima asportare entrambi i seni e dopo le ovaie, per diminuire le possibilità di ammalarsi, essendo portatrice di una presunta mutazione genetica predisponente al cancro, col plauso della “decisione sacrosanta” del prof. Veronesi. Speriamo che anche Bono degli U2 si faccia tagliare la lingua per evitare di dire le cazzate che dice e che Berlusconi si faccia asportare la prostata che ha al posto del cervello!

Il controverso, contraddittorio Veronesi, vegetariano ma affatto disintossicato nella parte più alta del corpo, sponsor della chirurgia, della chemio e radioterapia, del nucleare, delle teorie (de)gender e degli OGM(igliorati) che tuttavia, nel suo libro “Verso la svolta vegetariana”, afferma che “la carne è cancerogena” e che “dalle Università e dalle riviste scientifiche viene fatta una informazione sviante” e “le riviste più accreditate sono sul libro paga delle multinazionali farmaceutiche”...

Un tempo il cancro era chiamato putredine reale, era cioè una malattia destinata ai soli reali, che potevano permettersi di mangiare la carne. La popolazione rurale all’epoca, senza la democrazia, era sana e longeva perché costretta a mangiare i prodotti della Natura: frutta, verdura e cereali integrali. Oggi i reali e i vip stanno attenti alla loro dieta e se stanno male vanno nelle Cliniche Igieniste, mica negli Ospedali frequentati da noi fans senza soldi e senza cervello!

*Diventa vegano oggi, se non vuoi diventare un vegetale domani.
*Il vaccino, se non ti ammazza subito, ti ferirà per sempre.
*Se siamo quello che mangiamo, facciamo piuttosto schifo.

9^ cazzata: La dieta previene ma non cura.
L'alimentazione umana necessita almeno di un 80% di cibi alcalinizzanti, con una tolleranza di un 20% di cibi acidificanti e trasgressivi. Solo una dieta vegano-crudista a base di frutta e verdura all’ 80% può prevenire la malattia, non il ridicolo 30% misto a proteine animali di tutti i tipi, a calorie vuote, acidificanti e depauperanti, e al pesciolino azzurro consigliato dallo special-chef! Se necessario, si ricorre al digiuno con acqua distillata o leggera e riposo assoluto, per ripristinare la salute che ci è connaturata, come fanno gli animali, se non hanno veterinari tra le zampe, e finché la Natura non ha fatto il suo corso.

La dieta alcalinizzante, nel rispetto del “Che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”di Ippocrate, è fatta di frutta e verdure crude, di germogli, di semi e frutta secca, cereali integrali, esercizio fisico all’aria aperta e al sole, amore e pensieri positivi. E’ la dieta di popolazioni ultracentenarie sempre giovani, nel corpo e nello spirito, come gli Hunza e i Pimas messicani (quelli dell’Arizona sono stati fagocitati dagli U$A Imperiali, barbari distanti duemila anni luce da Roma Imperiale).

La frutta e le verdure hanno frequenze altissime sulla scala della vitalità dei cibi Bovis-Simoneton, da 8.000 a 10.000 Angstrom, a differenza delle vibrazioni bassissime e cancerose (1.800 Angstrom) delle proteine animali, degli integratori, dei farmaci e di tutti i prodotti altamente acidificanti. L’uomo si nutre di cielo e terra, oltre che di alimenti!

L’Igienismo Naturale mette l’organismo in grado non solo di prevenire la malattia ma, nel caso, di far tornare la salute, anche in pazienti che la Medicina Ufficiale ha già bollato come terminali. Se nell’organismo c’è un minimo di vitalità e voglia di vivere, all’Igienismo basta! Possiamo e dobbiamo morire in perfetta forma e di sana vecchiaia.

*La seconda causa di morte è la fame, la prima l’appetito.
*Cura lo Spirito, il corpo sarà il primo a trarne giovamento.
*La pancia è un accessorio moderno, è il malessere del benessere.

10^ cazzata: I vegani non si godono la vita.
Dietro all’Igienismo Naturale c’è una filosofia e uno stile di vita che mancano del tutto alla meccanicista e monetarista Medicina, che vive senza idee e senza ideali, alla ricerca continua della fama, del potere e del denaro, a costo della salute dell’umanità intera. Come può chi è in perfetta salute di corpo, mente e animo non godersi la vita? Di certo non può farlo chi è senza vitalità, schiavo del doping della carne, del latte, dei dolci, dello zucchero, del caffè, dell’alcool, del fumo...

Certo che i vegani si godono la vita, non solo in termini di tempo vissuto ma anche di qualità della vita. Gli piace mangiare, scherzare, stare a contatto con la Natura, gli uomini, gli animali e gioire della vita e magari, qualche volta, trasgredire, senza problemi. Non solo, oltre alla vita, i vegani si prenotano a godere anche della morte e passa!
Del resto, altro che carenze, erano vegani geni quali Pitagora, Socrate, Platone, Aristotele, Ippocrate, Galeno, Marco Aurelio, Cicerone, Seneca, Orazio, Virgilio, Buddha, Dante, Leonardo, Michelangelo, Giordano Bruno, Tolstoj, Dostojevsckj, Goethe, Voltaire, Chopenhauer, Van Gogh, Gandhi, Nikola Tesla, Einstein, San Francesco… E sicuramente pure Gesù (Vangelo degli Esseni), se non l’avessero tradotto i catto-cotto-carnivori e macellai di Roma-Vaticano, fedeli al Parricideterno del Vecchio Testamento.

Ancora, tanto per ricordare altre presunte carenze di proteine, omega 3 e B12, era vegano un certo Paavo Nurmi (fondista) e sono vegani atleti del calibro di Carl Lewis (velocista e saltatore in lungo), Edwin Moses (quattrocentista), Dave Schott (triathleta) e Martina Navratilova (tennista), solo per citarne alcuni. E ancora, Leo Messi e Sergio Aguero (calciatori), Alberto Contador (ciclista), Serena e Venus Williams (tenniste), Frank Medrano (superuomo di 61 anni)...

I vegani sono persone sensibili e intelligenti, ma non ho memoria di Papi e Presidenti vegani, eccetto lo psicopatico Bill Clinton, che è diventato vegano, purtroppo per noi, solo per vivere più a lungo.

*Cervelli – Un uomo intelligente si vede dal suo intestino.
*Quella vegana è soprattutto una dieta per l’anima.
*Tra l’altro, se proprio fosse necessario, un vegano sarebbe molto più buono da mangiare.

Considerazioni finali
Quindi, che senso ha una Medicina madeinchina che lucra e non cura?
Che si dice scienza e si basa su dogmi?
Che cura il sintomo e considera il corpo umano diviso in parti, ognuna proprietà di uno specialista, e non un tutt’uno di corpo, mente e anima?
Che non crede nell’uomo e nel suo potere auto-guarente e lo costringe autoimmune?
Che non conosce, o non le conviene conoscere, le cause della malattia e pretende di curare tutto con i farmaci, la chirurgia, la trasfusione, il trapianto, la chemio e la radio?
Che asporta milze, tonsille, cistifellee, appendiciti, seni e ovaie, come se stessero lì per caso e non servissero a niente?
Che combatte la benefica febbre, sintomo di vitalità organica, invece di ringraziarla?
Che teme il digiuno perché butterebbe giù i loro castelli e lauree di sabbia colmi di virus e di batteri?
Che se la prende con degli inermi detriti cellulari (morti!), i virus, affibbiandogli ogni (im)possibile porcheria, pasteurianamente non considerando che “Il terreno è tutto, il microbo è niente” (Claude Bernard) e che considera i batteri, da sempre in simbiosi col nostro organismo, autocni e non migranti, dei nemici da combattere?
Che considera nobili la Regina d’Inghilterra e le proteine cadaveriche e putrescenti della carne?
Che considera le vitamine sintetiche e gli integratori chimici al pari degli alimenti naturali e obbliga la preziosa vitamina C poca, sintetica e inservibile?
Che ci avvelena dalla nascita col latte-vaccino, ben sapendo che l’unico latte umano è quello materno, che l’uomo è l’unico animale a continuare a berlo dopo lo svezzamento, che l’alimento più simile al latte materno è la frutta e che la caseina del latte incolla e blocca i villi intestinali in una morsa mortale?
Che acidifica il sangue fino a renderlo inservibile per poi fare inutili trasfusioni, ignorando che il sangue va ripulito prima e non cambiato dopo?
Che distrugge gli organi per poi trapiantarne altri talmente estranei che non faranno mai conoscenza col resto del corpo?
Che obbliga le inutili e dannose vaccinazioni di massa per selezionare la specie e creare nuove malattie e nuovi malati da controllare e gestire coma natural durante?
Che porta centinaia di milioni di diabetici a naufragare nell’insulina, quando basterebbe correggere la rotta per farli tornare a riva sani come un pesce?
Che, per rendere più interessante la loro guerra al colesterolo, ha messo in campo l'LDL, quello cattivo, e l’HDL, quello buono, nell’eterna lotta dei valori, senza dire che il colesterolo è prodotto dal fegato ed è utile per disinfiammare le arterie, che interviene nella sintesi e nell'assimilazione della vitamina D, che è un antiossidante e un anti radicali liberi, che gli ormoni steroidei sono composti da colesterolo, che ogni cellula è costituita da colesterolo e si ripara col colesterolo, che il 25% del cervello è fatto di colesterolo e che è essenziale nella formazione delle sinapsi (apprendimento e memoria)?
Che demonizza il sole e perciò la vita, proteggendoci con dannose creme e insalubri occhiali per non farlo arrivare alla pineale?
Che vende organi, affitta uteri, manipola geni, cambia sessi, s’inventa epidemie, plagia cervelli?
Che ha creato la Psichiatria per inventarsi gli psichiatri e la pazzia e le altre scemenze regolarmente riportate e imposte nella loro Bibbia, il pedante DSM, senza dire che pure la pazzia mangia male?

Una Medicina rappresentata da chirurghi che non si lavavano nemmeno le mani prima di operare e da psichiatri che praticavano la lobotomia e ancora oggi usano l’elettroschok!
La Medicina armata di farmaci, siringhe, bisturi e ignoranza, loro e nostra, che attua lo sterminio eugenetico dell’umanità ordinatole dal “Vero Potere”, in vista dell’ufficializzazione del NWO dei Rothschild, dei Rockefeller, degli IrReali d’Inghilterra e delle altre poche famiglie di pazzi-criminali che dall’Alto della Piramide vedono e dominano il mondo con i maggiordomi Obama e Bergoglio, gli sguatteri Merkel, Cameron e Holland e lo zerbino Renzi a scodinzolargli attorno, anzi al telefono e per molte interposte persone.

L’Igienismo Naturale è stata l’unica vera Medicina di riferimento per secoli, da Pitagora alla Scuola Salernitana, prima che venissero i barbari, laureati e specializzati, i medici con l’alibi della laurea, macellai diplomati con licenza media di uccidere ed elementari nozioni di morale.
Facciamo come Roma Imperiale che, al suo massimo splendore, restò in perfetta salute mettendo fuorilegge Medicina e medici per più di 600 anni, dal 750 al 150 a.C. circa, nutrendosi di frutta, verdure e cereali integrali. Altro che limitare le prestazioni sanitarie, dobbiamo eliminarle del tutto, insieme a quelle politiche ed economiche, non servono che a loro!

Chiudiamo e rinchiudiamo, oltre a Banche-banchieri-bancari, Borse-investitori-azionisti, Chiese-Papi-religiosi-fedeli,   le inutili Facoltà di Medicina che sfornano killer con tanto di laurea di uccidere, le Farmacie pushers e gli Ospedali allevamenti intensivi di malati e centri commerciali di malattia. Qualche buon medico riconvertibile all’Igienismo potrebbe servire quale generico di prima necessità al Pronto Soccorso e in situazioni eccezionali, gli altri dovranno imparare un mestiere. Lavori forzati a pane raffinato e acqua al fluoro per gli specialisti, pediatri e psichiatri compresi!

Non basta una laurea in Medicina per essere medici! Medico è Valdo Vaccaro, Igienista Naturale che, oltre alla grandissima sensibilità e intelligenza e più di una laurea, non ha, fortunatamente e naturalmente, quella in Medicina. Ringrazio Valdo per avermi aiutato a capire e gli chiedo scusa per l'invasione di campo, spero non troppo inopportuna.

*Le farmacie migliori sono le librerie.
*La psicoanalisi piange sul latte versato, e dovrebbe cambiare alimentazione.
*Invecchio bene, morirò in perfetta forma.

Enzo Raffaele

1 commento:

  1. Concordo e articolo interessante su quasi tutti I punti. Però ho una domanda senza una risposta: perchè viviamo più a lungo, solo dei nostri bis-nonni? Le porcherie di cibo e bevande che abbiamo oggi, 150 anni fa non esistevano!

    RispondiElimina

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...