domenica 10 agosto 2014

Respirazione a narici alternate


Gli antichi Yogi scoprirono che non respiriamo attraverso entrambe le narici allo stesso tempo e che le due narici sono collegate ai nostri due emisferi.

Quando respiriamo dalla narice sinistra stimoliamo la creatività, quando respiriamo dalla narice destra, stimoliamo la logica.
In tutto il corpo umano è presente una certa distinzione tra destra e sinistra, per esempio l'emisfero destro del cervello non svolge le stesse funzioni del sinistro.

Secondo antiche teorie, usando la narice destra e chiudendo la sinistra andiamo ad alimentare l'emisfero sinistro, sede della mente razionale, pratica, che ci aiuta a eseguire i lavori manuali, in quanto concentra l'energia su gli organi interni, favorendo per esempio la digestione, mentre se intendiamo stimolare la parte creativa del cervello, quella spirituale, tesa alla concentrazione e alla calma, è consigliabile respirare dalla narice sinistra.

Nulla impedisce di respirare da tutte e due le narici contemporaneamente, anzi un simile stato favorisce la concentrazione e genera una gradevole sensazione di tranquillità. Di norma però alterniamo automaticamente, circa ogni due o ore, la respirazione attraverso una narice o l'altra. Possono comunque intervenire eventi, quali forti emozioni, la presenza di polvere o il mutare degli orari stabiliti per il sonno o per i pasti, a farsi modificare il ritmo.


Sentire le narici o una sola di esse che restano chiuse per più ore significa avvertire uno squilibrio presente nell'organismo, squilibrio che facilmente conduce a malesseri più o meno rilevanti.
Ecco una cosa da ricordare quando ci si corica con il naso "tappato": coricandosi sul fianco sinistro si libera la narice destra, sdraiandosi sul fianco destro si libera invece la narice sinistra.
Per liberare la narice chiusa, quando non ci si può sdraiare, si può procedere alla respirazione alternata, che consiste nell'espirare e inspirare una volta dalla narice libera, poi dall'altra per tre volte, quindi ancora per tre volte dalla prima.
Tutte le respirazioni devono avvenire senza rumore in modo lento e senza sforzo.

Per approfondire continua su Hatha Yoga

Nessun commento:

Posta un commento

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...