mercoledì 13 agosto 2014

La stupidità ha fatto progressi enormi

L'intelligenza non è più di moda, il mito del genio carismatico è tramontato miseramente a favore di quello del nuovo ricco, trucido, tamarro, poco fine e poco intellettuale ma detentore di potere d'acquisto e di un macchinone a tanti cavalli nel motore e tanti zeri di listino.
In tempo di crisi, poi, chi ha ragazze da marito dispensa consigli ben diversi che in passato: "Dagliela solo se è ricco e ha una buona posizione, non ti buttare via con uno studentello che recita Leopardi!".

Grazie ai media, che sono i più grandi divulgatori del pensiero debole, la stupidità si espande viralmente, si vende moltissimo e bene, annientando il vecchio buon senso.
Stupidità comune mezzo gaudio?
Proprio no.
Se un solo stupido è uno stupido e basta, migliaia di stupidi diventano una forza storica, quando non anche politica.  Ed uno stupido non è mai innocuo perchè oggi riesce facilmente a fare breccia  nel cuore e nel cervello dei suoi contemporanei che sono stupidi almeno quanto lui e che sono sempre numerosi.
 

Ne consegue che l'intelligente è diventato un diversamente abile, emarginato e inascoltato.
Ma, per l'intelligente, sopravvive un unico vantaggio: che può sempre mimetizzarsi e fare l'idiota, mentre il contrario è del tutto impossibile.

Nessun commento:

Posta un commento

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...