domenica 27 luglio 2014

DARSI UNA SVEGLIATA ANTITUMORALE E PRENDERSI UN ESTRATTORE

LETTERA
GIOVANE ATTIVO SU DIVERSI FRONTI
Ciao Valdo voglio brevemente raccontarti la mia storia. Sono un ragazzo di 32 anni, sportivo da sempre, con esperienze musicali e attività sociali di vario tipo. Ho pure conseguito una laurea triennale. Sto nel contempo impegnandomi in concrete responsabilità lavorative.

TREMENDI MALESSERI FIN DALL'ETÀ INFANTILE
Fin da bambino accusavo problemi di vario tipo astenia cronica, malesseri di ogni tipo, carenza di vitamine, febbri e crisi influenzali. I dolori alle gambe erano tremendi. Nonostante ciò ho reagito alla grande e ho continuato a sudare con il calcio. Forse è stato proprio lo sport a salvarmi. Ma all'età di 23 anni ho capito che non potevo continuare. Diarree continue, svenimenti, emicranie, cefalee quasi quotidiane, depressione, diplopia, mal di schiena, colite, impotenza, dermatite diffusa, alitosi cronica con annesso un ricovero infruttuoso. 

FATICOSI ESAMI UNIVERSITARI
Ciononostante non prendevo medicine, a parte antibiotici da bambino. Preparare gli esami universitari era una tragedia e una sofferenza immani. Smisi con il calcio per qualche anno. Ricorsi ad una omotossicologa la quale, dopo un anno senza risultati e con tanti soldi spesi, mi sottopose a delle flebo chelanti EDTA che mi diedero molto sollievo e mi bloccarono la diarrea. Ne feci undici, 150 euro l'una. Poi assunsi L'Ultrathione Sport e il Cellfood per un anno, integratori americani.

ATTIVITÀ CALCISTICA POSITIVA MA STREMANTE
Ammetto che con questa cura feci miglioramenti tant'è che ripresi col calcio agonistico con successo. Però dopo le partite di calcio ero stremato e dosavo gli allenamenti per non soccombere. Allora mi sottoposi ad un test e poi ad un secondo. Risultai intollerante al glutine, al sodio benzoato, alle proteine. Iniziata la dieta senza glutine, qualche sintomo se ne andò, ma ne trassi benefici minimi. Non riuscivo a mangiare nulla, manco il riso bianco. Una tragedia totale. Ricordo che ad un certo punto mangiavo solo carne di manzo! Smisi dopo qualche mese. Poi passai al cavallo, che ho mangiato fino a tre mesi fa senza problemi grossi, più riso integrale e patate.

FINO A TRE MESI FA NON REGGEVO SEMPLICEMENTE I RITMI QUOTIDIANI
Tengo a precisare che la gente comune e anche qualche medico mi hanno da sempre considerato un ipocondriaco, dicendomi che lo sconquasso è determinato da fissazioni mentali trasmesse poi al corpo. Io però non ci ho mai creduto. Dentro di me sono una persona molto viva. Era il corpo ad essere stanco, stremato, esausto. La mia alimentazione era basata sempre su pasta e pane senza glutine, su patate, cavallo e riso bianco. Comunque mi rendevo conto di non reggere i ritmi quotidiani. Dovevo andare a letto alle 22. Riuscivo a svegliarmi alle 7 e 45 e spesso dovevo recuperare al pomeriggio e durante il fine settimana. In pratica la mia vita era un letargo. Passavo le giornate mezzo assonnato e con il mal di schiena. Questo fino a tre mesi fa.

LA SALVEZZA IN UN SEMPLICE ESTRATTORE DI SUCCHI 
Poi non so come ho scoperto l'esistenza della centrifuga e me la sono comprata. Da Aprile 2014 ho eliminato la carne totalmente, mangio riso integrale, centrifugati di verdure, carote, limoni al mattino, pompelmo, sedano, cetrioli, con annessi digiuni di 40 ore e idrocolonterapia che non so se mi aiuta sinceramente.

SUPERAMENTO DI OGNI TRAGUARDO ENERGETICO 
Dopo circa 40 giorni posso dire senza remore che la situazione è decisamente migliorata. Vado a letto a mezzanotte e mi sveglio alle 7 senza stanchezza, e già questo è un traguardo enorme per me. Il mal di testa è quasi sparito. Ho qualche crisi depurativa segnalate dallo stato delle mie labbra un po' emaciate e con qualche ferita già da un mese. Altra cosa che ho osservato è che mi crescono le unghie in maniera molto più veloce di prima.

SE NON CI SI SVEGLIA DA SOLI CI PENSA IL TUMORE A FARLO
Dopo due mesi di dieta vegana non mi sento ancora di poter cantare vittoria, però posso ben dire che la tua impostazione è molto molto seria e che la gente deve darsi una svegliata se non vuole essere svegliata da un tumore. Io ho fatto terapie, ho assunto integratori, ho girato curomani a non finire, medici, omeopati, osteopati e terapisti vari, sempre con risultati scarni e trascurabili. La vera cura è l'alimentazione quotidiana vegetale possibilmente cruda. Grazie Valdo di ciò che fai.
Anonimo

*****
RISPOSTA
DALLA CARNE DI CAVALLO AI SUCCHI DI FRUTTA E DI VERDURA
Ciao Anonimo. Per quanto possano fare impressione le tue diete di qualche mese fa a base di carne di manzo e di cavallo, la tua franchezza espressiva è tale da risultare preziosa per chi legge. Anche la grinta e la determinazione nel resistere eroicamente ai peggiori malesseri e nel ricercare una soluzione ad essi, mettono in evidenza doti di carattere non comuni. Giocare a calcio col mal di schiena, tanto per fare un esempio, dimostra un coraggio e uno spirito di sacrificio che pochi hanno.

NOVANTA GIORNI DI AUTENTICA RIVOLUZIONE

Passare da una vita problematica e letargica, sempre ai limiti del crollo fisico, alle tue attuali scelte ribelli ed innovative, e farlo in appena 90 giorni rappresenta un recupero di strabiliante significato.
Giustamente vieni premiato per quanto hai saputo fare. Mi dai anche una grande soddisfazione personale nel rendermi partecipe dei tuoi successi.

 

MERITI UN SUCCESSO FORMIDABILE E DURATURO
Tengo solo a specificare che i digiuni da 40 giorni e le idrocolonterapie non sono farina del mio sacco e faresti bene a lasciare da parte queste pratiche ai limiti dell'invasività. La tua testimonianza è davvero speciale e motivante, e sarò il primo a gioire dei successi ulteriori che seguiranno. Non è pertanto il caso di mettere a repentaglio gli obiettivi raggiunti con pratiche rischiose e con sperimentazioni ai limiti.

Valdo Vaccaro 

Nessun commento:

Posta un commento

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...