domenica 2 marzo 2014

Nuova Medicina, Crudismo e Denti


Dettagli prodotto
La Nuova Medicina, codificata dal dott. Ryke Geerd Hamer, è una visione completamente rivoluzionaria sulla salute e sulla malattia. In questa nota cercherò di spiegarne i principi nel modo più semplice possibile; chi volesse approfondirli può leggere "Grazie Dottor Hamer" di Claudio Trupiano www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__grazie_dottor_hamer.php?pn=1469 ]

La Nuova Medicina ruota attorno alla scoperta di 5 leggi biologiche che regolano tutti i processi cosiddetti patologici, l'innovazione sconcertante è che le cosiddette malattie non sono errori ma processi naturali finalizzati alla sopravvivenza, e che quindi non esistono - ad esempio - cellule impazzite nel caso dei tumori, ma solo una logica risposta della Natura a situazioni che l'organismo si trova ad affrontare (sia esso un animale o un uomo, ma anche una pianta) nel tentativo di sostenerlo con la strategia ritenuta migliore dalla Natura.

La scoperta è avvenuta a seguito di un gravissimo lutto familiare vissuto dal dott. Hamer (la morte del figlio Dirk a cui Vittorio Emanuele di Savoia aveva sparato in un momento di follia) a cui segue lo sviluppo di un tumore ai testicoli. La perdita del figlio e la concomitante patologia agli organi preposti alla procreazione era una coincidenza fin troppo evidente per essere ignorata ed è stato il "la" per uno studio che solo dopo alcuni anni è stato sistematizzato e reso pubblico. 

Vediamo quali sono queste leggi, verificabili sempre in ogni paziente:

I LEGGE BIOLOGICA

Il dott. Hamer e suo figlio Dirk ricoverato in ospedale
Ogni malattia insorge in seguito ad un trauma emotivo vissuto in maniera drammatica, inaspettata, conflittuale, vissuta nell'isolamento e senza la possibilità di trovargli una soluzione soddisfacente.

In pratica vivere in modo improvviso un conflitto che l'organismo percepisce come una minaccia alla sopravvivenza attiva un processo che si sviluppa simultaneamente sul piano psichico, nel cervello (organo di correlazione tra psiche e soma) e negli organi corrispondenti.
Non è mai l'evento in sé a causare il trauma, ma solo il nostro modo di reagire di fronte ad esso: una identica situazione può determinare conflitti molto diversi in due persone differenti o anche non determinare alcun conflitto a seconda di come l'evento viene vissuto.

II LEGGE BIOLOGICA (IL DECORSO BIFASICO)

Sebbene la medicina ufficiale abbia individuato delle malattie "fredde" (alcuni tumori, le psicopatologie, le neurodermatiti, ecc…) e delle malattie "calde" (tutte le malattie infettive, i reumatismi infiammatori, le allergie, ecc…), Hamer afferma che queste non sono affatto delle vere e proprie malattie, ma solo una delle due fasi di un unico processo patologico.
La fase fredda della cosiddetta malattia è quella in cui il conflitto è presente e si ha l'attivazione del sistema nervoso simpatico (mani e piedi freddi, scarso appetito): è in circolo l'adrenalina per una risposta di tipo "attacco o fuga" di fronte ad un problema. 
La fase calda subentra quando il conflitto è stato superato (conflittolisi) e si ha una riparazione delle modifiche che sono state fatte ai tessuti nella fase precedente. In questa fase c'è infiammazione e per questo è detta calda (mani e piedi tornano a scaldarsi, c'è stanchezza e ritorna l'appetito).

E' interessante notare che nel cervello si ritrovano dei focolai ben localizzati che indicano - in rapporto all'organo corripondente - se il processo è attivo o in riparazione a seconda del loro aspetto alla TAC. In ogni persona con un conflitto a carico di un preciso organo è rilevabile, senza eccezioni, anche il corrispondente "Focolaio di Hamer" a livello cerebrale.


III LEGGE BIOLOGICA (LA DIVERSA RISPOSTA BIOLOGICA SECONDO IL TIPO DEI TESSUTI)

I tessuti rispondono in maniera differente ai conflitti a seconda della loro origine embriologica, per semplificare molto dividiamo i vari tessuti in arcaici  (gialli nello schema ) e recenti  (rossi nello schema) e vediamo che i tessuti di origine più arcaica reagiscono con un incremento cellulare (nodulo, tumore) od un aumento della loro funzione, mentre i tessuti di origine recente reagiscono alla prima fase con una perdita cellulare (ulcera, necrosi) o una riduzione della loro funzione.
Un tumore può quindi sia indicare un conflitto attivo che uno già risolto, a seconda del tessuto di origine.

IV LEGGE BIOLOGICA (IL SISTEMA DEI MICROBI)

I microbi sono nostri alleati: nella fase di riparazione i tessuti recenti devono ricostruirsi e quelli arcaici devono ridurre la tumefazione, questo avviene grazie all’opera dei microrganismi (virus, batteri, miceti) che non sono agenti infettivi ma veri e propri riparatori del corpo.
L'errore è sorto perchè li abbiamo sempre trovati laddove c'era un processo infiammatorio, un po' come se avessimo attribuito ai pompieri la responsabilità degli incendi poichè dove c'è un incendio troviamo sempre anche loro!


V legge biologica - LA QUINTESSENZA

La malattia è un programma speciale, biologico, sensato (SBS) che possiede sempre un finalismo ben preciso, non è affatto un errore!

L'11 settembre 1998, presso l'Istituto Oncologico S. Elisabetta a Bratislava e il dipartimento oncologico dell'Università di Trnava, le cinque leggi biologiche della Nuova Medicina sono state verificate e validate a livello scientifico-universitario. 
--------------------------------------------
Il Crudismo, che per lo più si appoggia ad una visione igienista dove è data molto importanza all'aspetto biochimico della salute, e la Nuova Medicina dove - si potrebbe dire - è data molta importanza all'aspetto biopsichico della salute (anche se questo termine non sarebbe mai usato da un purista della NM), si muovono da posizioni molto diverse. Entrambe le discipline offrono però degli avanzamenti importantissimi nel campo della salute e forse un giorno potranno essere perfettamente integrate.
Personalmente ritengo che le Leggi Biologiche dovrebbero essere la base di qualsiasi pratica medica o salutistica, indipendentemente dall'indirizzo terapeutico specifico poi adottato, poichè ad oggi ritenere un tumore il risultato di una cellula impazzita o la malattia un errore e non un programma biologico non ha più senso. (Il vantaggio della NM è che ognuno può verificarne gli assunti su di sé e sui propri sintomi, esattamente come l'efficacia di una dieta crudista va al di là di qualsiasi teoria sull'alimentazione in quanto chiunque può verificarla da solo sulla propria slaute e sul proprio benessere).

Veniamo adesso alla questione dei denti: non è infrequente tra i crudisti, e in modo particolare tra i fruttariani, accusare problematiche dentali. Spesso sotto accusa viene messa la frutta acida ed il problema viene analizzato per lo più da un punto di vista biochimico, come ad esempio in questo articolo: http://www.ehretismo.it/denti-guasti-e-crudismo
Anche accettando che vi sia una componente di facilitazione alla carie in caso di assunzione di cibi particolarmente acidi, non si capisce perché però ad alcuni questo accade mentre ad altri no... ciò che viene ignorato sono proprio le leggi biologiche che regolano la manifestazione di questi problemi!!

Secondo Hamer (vedi http://www.nuovamedicinagermanica.it/content/view/116/55/) i problemi dello smalto dentale derivano da un conflitto di autosvalutazione ("Vorrei mordere ma non posso"). In fase di conflitto attivo la dentina, o anche il solo smalto, subiscono una lisi, mentre il dolore si ha nella fase di riparazione. Esistono delle sfumature specifiche per i denti: gli incisivi, infatti, servono per "azzannare", i canini per "catturare" ed i molari per "triturare" (sia il cibo che, in senso figurato, una situazione o una persona).

In un animale domestico, ad esempio, può capitare che un cane vorrebbe azzannarne un altro che considera un suo rivale ma che il padrone lo blocchi ... è possibile che una situazione di questo tipo, soprattutto se ripetuta, possa causare le carie. Nell'essere umano l'azzannare è per lo più figurato (ad es. potrebbe essere il voler raggiungere un obiettivo), ma per un crudista o un fruttariano il conflitto può tornare ad essere molto concreto e riguardare il cibo direttamente. Una delle sfumature che riguardano le carie è "Io vorrei mordere quella cosa ma non me ne danno la possibilità"; a negarci la possibilità di mordere potrebbero benissimo essere le nostre convinzioni alimentari e il forzarsi ad una dieta stretta quando, più o meno inconsciamente, sentiremmo ancora un bisogno emozionale-istintuale di cibarci di cibi non contemplati nel percorso scelto. Un'altra possibilità è che in una dieta più strettamente fruttariana venga meno quel "gusto del mordere" che si ha nell'azzannare un panino o anche nel triturare un'insalata e che soddisferebbe di per sé la necessità biologica di azzannare, anche intesa in modo figurato quando ci sono situazioni di vita che ci fanno stare "a denti stretti" ma dove vorremmo invece "mordere" con gusto e a fondo.

Questi sono solo spunti, ovviamente solo un'attenta analisi della situazione individuale permetterebbe di comprendere a fondo il tipo di conflitto e cosa lo abbia scatenato. Spero con questo articolo di aver contributo ad allargare l'orizzonte dei problemi dentali in ambito crudista-fruttariano!

_________________________
NOTA IMPORTANTE: Il fatto che le cosiddette malattie o i tumori siano parte di un processo biologico sensato non significa che siano sempre curabili con successo in tutti in pazienti. Vi sono anche specifiche situazioni patologiche che effettivamente mettono il paziente a rischio di vita sebbene risultino essere delle fasi riparatorie (ad es. l'infarto quando il conflitto corrispondente - la perdita del territorio - sia durato più di 9 mesi). Ciò che è cardinale nella terapia in NM - la quale non esclude affatto i farmaci o la chirurgia quando ritenuti necessari - è sempre il vissuto interiore - il "sentito" - della persona, che funziona da barometro!
Ad es. in NM attaccare un tumore con un chemioterapico non avrebbe senso in sé, ma se la persona vivesse la chemioterapia come una questione di vita o di morte, e le offrisse quella sicurezza di cui necessita, allora sarà importante per lei sottoporsi alle cure chemioterapiche. Ogni individuo è unico e deve essere trattato a sé!
Per ogni approfondimento in merito visita il sito: www.nuovamedicina.com

Il mio consiglio è di non accettare la Nuova Medicina a priori, né di rifiutarla a priori. Dopo averla studiata nelle sue basi fondamentali testatela, mettetela alla prova, verificatela nella vostra vita e in quella delle persone a voi più vicine!
Non prendete per buone le opinioni degli altri ma fatevene una vostra su base empirica, non solo speculativa!
_________________________
P.S. Qualora ricevessi dei contributi da persone più ferrate di me nello studio della Nuova Medicina provvederò a modificare l'articolo di conseguenza!

2 commenti:

  1. Buongiorno marcello, premetto che studio hamer da 2 anni. C'è una cosa che leggo su internet a riguardo le configurazioni a bersaglio che si vedono sulle TAC. Molti dicono che sono degli artefatti che riguardano macchinari vecchi e con le nuove macchine non dovrebbero vedersi. Questo è un dubbio che non riesco a togliermi. Grazie

    RispondiElimina
  2. Daniel è bella questa degli artefatti dei macchinari vecchi vero?
    Strano però che questi artefatti compaiano sempre negli stessi punti in caso di analoga patologia. Ancora più strano che la Nuova Medicina Germanica possa sapere anche prima della TAC dove comparirà l'artefatto (focolaio di Hamer) sulla scorta del sintomo del paziente.
    Credo che semplicemente si stiano cambiando i parametri di rilevamento dei macchinari per non far rilevare tali cerchi concentrici tipici dei focolai di Hamer, in questo modo si va a intaccare una prova cardine della NMG. Pensa che se introdurranno questi nuovi aggeggi infernali dopo una ventina d'anni non si riscontrerebbero più focolai di Hamer a sostegno delle teorie della NMG.
    Come dicevo nel mio post su FronteLibero (http://frontelibero.blogspot.it/2014/01/la-nuova-medicina-germanica-spiegata.html) si tratta di una questione di sopravvivenza della medicina ufficiale quindi non mi sorprende questa astuta mossa.
    E’ il solito classico comportamento del sistema, distruggere tutto quello che non è confacente ad esso. Speriamo bene.
    Grazie per la segnalazione Daniel, alla prossima.
    Marcello.

    RispondiElimina

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...