lunedì 10 febbraio 2014

Detrazione Irpef al 19% sui libri? Diventa un mini sconto da 19 euro


La detrazione Irpef al 19% prevista dal decreto diventa un voucher di 19 euro solo per gli studenti delle superiori


irpef libri 367
Due indicatori sullo stato di salute del nostro Paese dovrebbero destare preoccupazioni non inferiori al tasso dello Spread, ai dati sull'evasione fiscale, alla crescita dell'indice di Gini. Le due spie lampeggianti riguardano i libri, nella fattispecie
1. Gli italiani leggono poco e quel poco è sempre meno.
I lettori dello scorso anno (dati Istat) sono diminuiti rispetto al 2012, passando dal 46 per cento al 43 per cento della popolazione. Una quota che lievita fino all'82% nel caso della Germania, al 70% in Francia mentre, in Spagna, il 61,4% degli intervistati si concede la lettura di (almeno) un libro.

2. Le librerie chiudono i battenti.
E' come leggere un bollettino di guerra:  "In gennaio, a Milano, sei librerie hanno chiuso i battenti. Questo dato, fornito dalla Camera di commercio, corrisponde in un mese alla metà dei negozi del genere che hanno gettato la spugna lo scorso anno" scrive Armando Torno in un recente editoriale sul Corriere.
Una peste che non guarda in faccia nessuno. Sempre a Milano, solo negli ultimi mesi l'ecatombe ha incluso negozi storici dell'800 (libreria Rovello), piccole librerie che erano un riferimento per interi quartieri (Largo Mahler), remainder e cacciatori di squisite rarità (Librerie Riunite e Pecorini).

DA BONUS LIBRI...
Alla luce (o meglio al lumicino) di un contesto così poco illuminato, il Governo qualche mese fa decise di intervenire in favore della desueta pratica della lettura e inserì nel decreto destinazione Italia "Misure per favorire la diffusione della lettura", con l'introduzione di un bonus fiscale, una detrazione 19% dall’Irpef per chi acquista libri, in vigore dal 24 dicembre 2013.
Uno sconto che sarebbe rientrato nelle detrazioni 19% della spesa effettuata nel corso dell’anno solare per un importo massimo, per ciascun soggetto, di euro 2000, di cui: 1000 euro per i libri di testo scolastici ed universitari, 1000 euro per tutte le altre pubblicazioni.
Il bonus escludeva gli acquisti di libri in formato digitale, o comunque già deducibili nella determinazione dei singoli redditi che concorrono a formare il reddito complessivo, ossia nelle spese per l’istruzione dei figli.

...A 'BONUS' LIBRAI
Durante la conversione in legge, tuttavia, il decreto Destinazione Italia subisce alcune modifiche.
Da detrazione Irpef al 19% diventa un mini sconto da 19 euro per i soli studenti delle scuole superiori. Le scuole superiori, infatti, distribuiranno agli studenti i voucher per l'acquisto di libri non di testo con uno sconto del 19%. Le librerie recupereranno lo sconto agli studenti in sede di dichiarazione d'imposta.
Il voucher inoltre sarebbe riservato a studenti appartenenti a famiglie con reddito ISEE inferiore a 25mila euro, e vale per una spesa non superiore a 200 euro.
LA DELUSIONE DEI LIBRAI
Questo il commento alla misura di Luca Santini, libraio indipendente. "I librai dovrebbero anticipare il 19 per cento dei libri per ricevere dallo stato una compensazione fiscale, quindi con godimento molto posticipato. Faccio notare inoltre che i librai già sono sempre a credito IVA. Inoltre vengono inclusi gli e-book, e non si esclude più la vendita on-line. Questa era la manovra per incentivare all'acquisto di libri e per sostenere le librerie in crisi?"
http://www.quifinanza.it 

Nessun commento:

Posta un commento

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...