domenica 19 gennaio 2014

Cumino Nero :“guarisce ogni malattia, tranne la morte” …

(Dott.ssa Valeria Crea)  
… Il profeta Maometto proferiva così in merito a questi semini neri.
Definito anche Sesamo nero, la Nigella si presta ad una serie di utilizzi sia in cucina, che in cosmetica, che nella cura di svariate patologie, tanto che gli arabi definirono  “habbatul barakah“, cioe’ “semi benedetti“.
Quest’articolo sarà leggermente diverso rispetto agli altri pubblicati; 
avrà sempre il solito taglio scientifico, ma qui vorrei spendere un pizzico di emozione in più.
L’articolo nasce dall’idea da parte del mio ragazzo di effettuare per lui una ricerca sui semi di Nigella sativa, di cui ha seguito casualmente un piccolo documentario che ne descriveva le sue proprietà terapeutiche e il suo uso mirato per curare piccoli problemi nel sonno (ad esempio russare).
Mi appuntai questa sua richiesta e ne scoprì effettivamente parecchie proprietà interessanti, soprattutto per curare o gestire meglio fastidi a cui le donne possono essere particolarmente sensibili e suscettibili, o per una serie di problematiche per le quali  non penseremmo mai di poter utilizzare rimedi  del genere.
Mi  permetto di parlare di questi semi come “nuova frontiera” o “innovazione fitoterapica”, in quanto come il caffè verde, o Moringa oleifera,  risultano essere tra le ultimissime ricerche per creare business commerciali per il loro importante profilo fitoterapici. Eppure queste piante erano utilizzate fin dai tempi dell’antichità…per  poi essere dimenticate e riscoperte.
Addirittura la Nestlè voleva accaparrarsi il monopolio di questi semini ! ..in quanto rientrano anche nella produzione di dolciumi, caramelle e liquori.
Sono di difficile reperimento: nelle erboristerie locali non si trovano facilmente; 
personalmente invece li ho recuperati  presso uno store virtuale, di cui ho piacere nel fare pubblicità, nell’utilizzare le loro stesse informazioni sui semi per elaborare il mio articolo  e consigliare il loro sito per la cortesia a me riservata :
www.centroaloe.it
(Un caro e affettuoso saluto a Katia ! ) 
Cos’è la Nigella Sativa:
Il Cumino Nero è originario della regione mediterranea del nord Africa, ma cresce anche in Turchia e in Oriente.
È una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Ombrellifere.
I fiori, che si sviluppano in estate, sono di colore bianco, con sfumature azzurrognole;
i frutti sono rigonfi e contengono  piccoli semi neri.

seme di Nigella al microscopio

Sesamini neri
Cosa contiene la Nigella Sativa?
I semini sono la parte che maggiormente si utilizza; si possono consumare crudi o come spezia, o tostati e inseriti nelle varie ricette. Da essi si ricava anche un olio che contiene oltre 100 elementi che lavorano insieme sinergicamente.
L’olio essenziale esplica la maggior parte delle azioni terapeutiche: antibatterico, antivirale, rilascia ormoni e sostanze messaggere ed attraverso i vasi linfatici purifica il sangue  (essenziale in presenza di qualunque malattia).
In India come in Cina, l’olio di Cumino nero viene usato come un “antibiotico naturale”, durante un Congresso Internazionale sul cancro a Nuova Delhi si è parlato del suo effetto anti-tumorale.
I semi neri hanno le seguenti caratteristiche:
Sono amari,dal sapore pungente, simile alla cipolla, con un aroma leggermente fruttato. Termo genici,  carminativi, diuretici, antibatterici, antinfiammatori, deodoranti, appetitosi, digestivi,febbrifughi, stimolanti, ed espettoranti.

Hanno un profilo chimico alquanto interessante:
-          35% di carboidrati,
-          35 -45% di oli vegetali e grassi Omega 3 e Omega 6,
-          20% di proteine,
-          0,5- 1,5% olio essenziale,
-          oligoelementi ed enzimi.
Principi attivi contenuti nel Cumino Nero:
 - acidi grassi dell’estratto olio.
L’olio di semi della Nigella può essere paragonato all’olio di borragine e l’olio di primula per il suo alto contenuto di acidi grassi essenziali che combinati con l’olio volatile, formano  E1 prostaglandina, importante per armonizzare il sistema immunitario e impedire il raggruppamento di piastrine nel sangue (trombosi).
56% di acido linoleico,
24,6% di acido oleico,
- 12% di acido palmitico,
- 3% di acido stearico,
- 2,5% di acido eicosadienoico,
- 0,7% di acido linolenico,
- 0,16% di acido miristico.
  • Omega 6 e : il cui rapporto dovrebbe essere sempre di 3:1 
    Nei semi della Nigella non troviamo questo rapporto, tuttavia si crea lo stesso effetto e cioè la produzione di prostaglandine E1. Gli studi hanno determinato, che questo è probabilmente indotto dall’elementothymoquinone.
    • Thymoquinone.  È un antiossidante naturale, che inibisce la formazione di prostaglandine indesiderate, è anti-infiammatorio e ha un effetto di abbattimento del dolore. Ha anche un effetto coleretico (stimola la produzione della bile) , metabolizza i grassi e aiuta la disintossicazione. Ha un effetto dilatatorio dei bronchi, è di protezione contro gli attacchi d’asma, inibisce la secrezione d’istamina e naturale potrebbe essere una vera alternativa per le terapie a base di cortisone per chi soffre di allergie.
    • Nigellon. Ha un’azione bronchio-dilatatore, antispastico per cui indicato nel trattamento dei disturbi respiratori come l’asma e la pertosse.
      .
    • Saponina Melathin. E’ una antiparassitario naturale. Ha forti proprietà di pulizia ed è utilizzato come lassativo e per distruggere i parassiti. È adatto, soprattutto, per la distruzione dei parassiti nei bambini.
      Negli alimenti favorisce l’assorbimento delle sostanze nutritive e aumenta la secrezione (mucolitico ed espettorante ). Stimola l’appetito e la digestione , grazie al suo principio amaro, promuovendo la pulizia intestinale profonda.
    • VITAMINE E SALI MINERALI:
    • Vitamina B2
    • Tiamina (vitamina B1). 
    •  Niacina (Vitamina B3).
    • Selenio.
    • B-Carotene
    •  Arginina che è essenziale per la crescita infantile.
    • 15  amminoacidi, inclusi i nove amminoacidi essenziali.
    •  calcio, ferro, sodio e potassio.
Come agisce il Cumino Nero?
Il cumino è considerata una spezia particolarmente ricca di ferro.
Viene considerata una spezia dal potere riscaldante, adatta ad essere utilizzata durante la stagione invernale.
Usata come coadiuvante in molti casi:
infiammazioni, dolori mestruali, dolori reumatici, asma, malattie della pelle, eczema, micosi, problemi di digestione, diminuzione di energia, acne, aumento dei globuli rossi, bronchite cronica, candida albicans, cardiaca (dopo infarto o prevenzione), chemioterapia (dopo), colesterolo, colica intestinale, infiammazione del colon, difficoltà di concentrazione, crampi intestinali, crosta lattea, debolezza di circolazione, debolezza immunitaria, svogliatezza, depressione (disturbi ormonali), diabete, emorroidi, frigidità, gastrite, gonfiore, impotenza, infezioni, infiammazioni.
-           Ripristina i valori glicemici e rinforza le difese immunitarie: partecipa alla stimolazione del midollo osseo e alla produzione delle cellule immunitarie;  stimola la generazione dell’interferone, protegge le cellule normali dagli effetti dei virus; contrasta la riproduzione delle cellule tumorali e aumenta il numero delle cellule B, produttrici degli anticorpi.
-           Il consumo di cumino, sottoforma di infuso,  viene considerato utile per contrastare i gonfiori addominali dall’azione sedativa;  utile anche nelle affezioni catarrali;  per favorire il flusso mestruale e nella dismenorrea.
-          L’azione diuretica, inoltre, contribuisce a limitare la ritenzione idrica premestruale.

-          A causa del suo alto contenuto di  acido alfa -linoleico, alla Nigella vengono attribuiti effetti positivi in caso di dermatiti normali e neurodermatiti.

-          I preziosi grassi acidi essenziali insaturi, nutritivi e lenitivi, offrono spiccate capacità purificanti e anti-infiammatorie.

USI E PARTICOLARITA’:
-           ALIMENTARE:
-          Il seme viene utilizzato come una spezia.
-          Viene utilizzato principalmente per la preparazione di liquori, caramelle e dolci in genere.
-          Si usano principalmente nell’impasto o come guarnizione per pani e biscotti salati, e arricchiscono insalate, sandwich e creme di verdure.
-          Si possono usare nella preparazione di sottaceti.
-          Si accostano bene a pesce, pollo e verdure, soprattutto zucca e zucchine. Tostare i semi in padella prima di unirli alle pietanze esalterà ancor di più il suo aroma.
-          Anche nella cucina mediorientale trova posto nelle ricette di dolci tipici e di biscotti tradizionali; spesso viene usato anche per insaporire e ricoprire particolari tipi di pane (la varietà di pane naan chiamato Peshawari naan), o come decorazione nelle insalate.
USO COSMETICO
In cosmesi  la Nigella viene utilizzata anche come aromatizzante di dentifrici e colluttori;
-  Come ingrediente di olii e unguenti per massaggi;
- sapone nero
-   possiamo creare anche noi stessi delle CREME CONTRO I BRUFOLI:
I semi di nigella esercitano un’azione disinfettante sulla pelle risultando benefico contro problemi come: eczema, candida albicans, psoriasi, brufoli, ecc.
-   Inoltre i semi possono essere utilizzati per alleviare Irritazioni intime o per creare degli impacchi per arrestare la caduta dei capelli.
Per tutti i rimedi e preparazioni rimando al seguente link: http://www.centroaloe.it/informazioni/nigella-sativa.php
Dott.ssa Valeria Crea

Fonti:
http://www.semidiluna.com/?p=2521
http://www.centroaloe.it/informazioni/nigella-sativa.php
Condiviso da: http://www.dionidream.com/cumino-nero-guarisce-ogni-malattia-tranne-la-morte/
visto su:http://pianetablunews.wordpress.com

Nessun commento:

Posta un commento

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...