giovedì 2 gennaio 2014

Batte il primo cuore artificiale.

cuore artificiale 
-Redazione- Storico evento all'ospedale Georges Pompidou di Parigi.
Un uomo di 75 anni, affetto da una grave patologia cardiaca, vive da qualche giorno grazie alla biotecnologia della Carmat, azienda francese che ha realizzato un cuore interamente artificiale. Quarantasei anni fa il primo trapianto cardiaco ad opera del cardiochirurgo sudafricano Christian Barnard, adesso una svolta epocale.
Dispositivi in grado di aiutare l'organo già sono utilizzati, e spesso rappresentano una soluzione in attesa di trapianto, ma un cuore artificiale vero e proprio non esisteva ancora, tanti tentativi abortiti per ostacoli che sembravano insormontabili: problemi meccanici, durata delle batterie, formazione di coaguli di sangue.
Il modello di cuore artificiale realizzato è frutto di 25 anni di lavoro e di ricerca, la somiglianza con il muscolo vero è quasi totale. Una bioprotesi interamente impiaantabile del peso di soli 900 grammi, capace di dare totale autonomia al paziente che la riceve.
Una macchina che riproduce fedelmente le funzioni del cuore umano, e in maniera del tutto autonoma e intelligente.

Nessun commento:

Posta un commento

SALVA O STAMPA IL POST IN PDF

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

CORRELATI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...